Calcio ora per ora

udinese, Sottil: "non staremo a guardare l'inter mentre gioca"

"Le partite vecchie vengono archiviate, non ci serve parlare del passato.

Ora per ora placeholder
  • A
  • A
  • A

"Le partite vecchie vengono archiviate, non ci serve parlare del passato. Solo il presente conta. Il presente dice Inter e siamo concentrati per domani": lo ha affermato Andrea Sottil a Udinese Tv, alla vigilia del lunch match coi nerazzurri, che affrontano con un punto di vantaggio. "Stiamo vivendo bene questo momento - ha aggiunto - C'e' molto entusiasmo, grande voglia di continuare a essere protagonisti. Ho sempre avuto ottime sensazioni perche' la squadra e' molto competitiva e formata da calciatori di alto livello fisico, tecnico e con voglia di migliorarsi tutti i giorni. Queste sensazioni poi si sono trasformate in realta': la squadra e' cresciuta partita dopo partita e ha dimostrato di saper affrontare con grande maturita' le sfide che fronteggia. La nostra identita' e il nostro dogma devono essere l'aggressivita' per giocare un calcio verticale". "Non voglio neanche sentir parlare di Inter in crisi - ha ammonito il tecnico friulano - Hanno una rosa completa, forse la migliore nel nostro campionato. Hanno fisico, qualita', alternative. Noi ci siamo preparati consapevoli che domani arrivera' alla Dacia Arena una squadra forte che giochera' per vincere. Detto questo, e' un motivo ulteriore per avere fame di vittoria. Abbiamo grande rispetto per loro, ma abbiamo le armi per fare la nostra partita e non starli a guardare mentre giocano". L'allenatore bianconero accenna anche al suo avversario in panchina, Simone Inzaghi: "Non e' facile passare a una realta' come l'Inter e imporre la propria idea di calcio. Ci possono essere momenti di flessione ma capita a tutte le squadre del mondo. Credo che abbia fatto davvero un gran lavoro". Un passaggio anche sulla scelta di non convocare Marco Silvestri e Destiny Udogie (che andra' in Under 21), in Nazionale. "Queste scelte mi sorprendono. Rispetto assolutamente le decisioni del ct Roberto Mancini, che stimo molto, ma credo che Udogie sia uno dei migliori terzini del nostro campionato. Silvestri idem, credo sia uno dei migliori portieri che abbiamo in Italia. I ragazzi hanno accettato la decisione e lavoreranno ancora meglio in vista della prossima chiamata".