UDINESE-VERONA 2-0

Serie A, Udinese-Verona 2-0: Deulofeu è decisivo nel finale

Secondo successo consecutivo per i friulani: decidono l'autorete di Silvestri (su cross basso del catalano) all'83' e la rete dello stesso ex Milan e Watford nel recupero

  • A
  • A
  • A

L’Udinese batte 2-0 il Verona nella 21a giornata del campionato di Serie A. Alla Dacia Arena la partita si risolve nel finale grazie agli spunti di Gerard Deulofeu: all’83’ un suo cross basso in area viene sfortunatamente deviato nella propria porta da Silvestri, al 91’ è lo stesso catalano a firmare il raddoppio con una bella conclusione dal limite. Per i bianconeri è il secondo successo consecutivo dopo quello ottenuto in casa dello Spezia.

LA PARTITA
La risaluta dell’Udinese continua, e chi si aspettava una squadra in difficoltà senza lo squalificato Rodrigo De Paul (espulso domenica scorsa contro lo Spezia) deve abbondantemente ricredersi. Già nel primo tempo i bianconeri stazionano costantemente nella metà campo avversaria, sfiorando più volte la rete: non è un caso che, all’intervallo, il migliore in campo sia senza ombra di dubbio il portiere del Verona Silvestri, abile a neutralizzare le occasioni avute da Samir al 24’, Deulofeu al 30’ e Stryger Larsen al 37’. L’unica volta in cui l’estremo difensore degli scaligeri sbaglia in uscita, sugli sviluppi di un corner, c’è Barak, uno degli ex di giornata, a salvare in extremis sul tentativo da posizione ravvicinata di Bonifazi. Nella ripresa Juric prova a mischiare le carte: via l’altro ex Lasagna in attacco e i sofferenti Dawidowicz e Günter in difesa, dentro rispettivamente Ilic, Lovato e Magnani. La tattica sembra funzionare almeno a livello di possesso palla e conquista del territorio: si gioca ancora in una sola metà campo, ma stavolta è quella dell’Udinese.

A livello di occasioni, però, la squadra veneta crea poco e la partita sembra avviarsi verso lo 0-0. Ma il Verona non ha fatto i conti con Gerard Deulofeu, che si scatena nel finale e consegna la vittoria all’Udinese: all’83’ è un suo spunto a causare l’autorete di Silvestri (tanto sfortunata quanto decisiva la deviazione del portiere sul cross basso del catalano, che aveva provato a innescare Okaka), mentre al minuto 91 non c’è alcun dubbio sulla paternità del gol, arrivato grazie a uno splendido tiro dal limite dell’ex, tra le altre, di Milan e Watford che non lascia scampo al portiere avversario. Finisce così 2-0, con l’Udinese che festeggia la seconda vittoria consecutiva e il Verona in una situazione diametralmente opposta: per gli scaligeri, infatti, è il secondo ko di fila dopo quello contro la Roma.

LE PAGELLE
Deulofeu 7,5 – Ispirato e pericoloso nel primo tempo, sembra calare nella ripresa ma smentisce l’impressione ispirando l’1-0 e segnando il raddoppio. Decisivo.

Pereyra 6,5 – Nel primo tempo l’Udinese non soffre l’assenza di De Paul grazie alle geometrie del Tucu. Un infortunio, però, gli impedisce di rientrare dopo il 45’.

Llorente 6 – Tanto lavoro sporco, ma poche occasioni partono dal suo piede: una prova senza infamia e senza lode.

Silvestri 6 – Fino al minuto 83 la sua partita è da 7, soprattutto per quanto fatto nel primo tempo: l’autorete, però, è decisiva per la sconfitta e il giudizio non può non risentirne.

Zaccagni 5,5 – Soffre un po’ di nervosismo nel primo tempo, migliora nella ripresa ma non a tal punto da raggiungere la sufficienza: non sorprende il cambio al 73’.

Lasagna 5 – Messo alla prova dal primo minuto contro il suo passato, l’attaccante delude non poco e quasi non tocca il pallone: inevitabile la sostituzione all’intervallo.

IL TABELLINO
UDINESE-VERONA 2-0
Udinese (3-5-1-1):
Musso 6; Bonifazi 6, Nuytinck 6,5, Samir 6,5; Stryger Larsen 6,5, Pereyra 6,5 (1’ st Nestorovski 5,5), Walace 6, Arslan 6 (31' st Makengo sv), Zeegelaar 6 (26’ st Molina 6); Deulofeu 7,5; Llorente 6 (31’ st Okaka sv). A disp.: Gasparini, Scuffet, Ouwejan, Maken, Braaf, Micin, Becao, De Maio. All.: Gotti 7.
Verona (3-4-2-1): Silvestri 6; Dawidowicz 5,5 (1’ st Lovato 6), Günter 5,5 (1’ st Magnani 5,5), Dimarco 6; Faraoni 5,5, Tameze 5,5 (43’ st E. Colley sv), Barak 6,5, Lazovic 5,5; Zaccagni 5,5 (28' st Bessa sv), Lasagna 5 (1’ st Ilic 6); Kalinic 5,5. A disp.: A. Berardi, Pandur, Udogie, Cetin, Vieira, Sturaro, Yaboah Ankrah. All.: Juric 5,5
Arbitro: Santoro
Marcatori: 38’ st aut. Silvestri, 46’ st Deulofeu (U)
Ammoniti: Tameze (V), Dawidowicz (V), Llorente (U), Arslan (U), Zaccagni (V), Faraoni (V)


LE STATISTICHE
L’Udinese ha ottenuto tre clean sheet di fila in Serie A per la prima volta da marzo 2014.
Dopo una serie di quattro sconfitte in cinque partite (1N), l’Udinese è rimasto imbattuto nelle ultime quattro in Serie A (2V, 2N).
L’Udinese non segnava due gol in casa in Serie A da ottobre contro il Parma.
Gerard Deulofeu non segnava in Serie A da maggio 2017 contro il Bologna – 11 partite senza gol.
Il Verona ha subito gol in tutte le ultime sei partite di Serie A, striscia peggiore da luglio per i gialloblù.
Il Verona ha perso tre delle ultime quattro partite di campionato, tante sconfitte quante nelle precedenti 14.
Il Verona ha perso due partite di fila in Serie A per la prima volta da dicembre 2019.
Tutti i sei tiri del Verona sono arrivati nel secondo tempo di gioco.
L'Udinese ha tentato sette tiri nello specchio della porta nei primi 45 minuti, record per i bianconeri in un primo tempo di questo campionato – non ne facevano altrettanti dal 2014 contro il Livorno (cinque gol in quel caso).
Fino a oggi tutte le squadre con almeno sette tiri nello specchio nel primo tempo in questo campionato avevano trovato il gol (Napoli v Atalanta, Milan v Bologna).
Il primo tiro nello specchio della porta è stato dopo 23 minuti e 58 secondi da parte di Samir.

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments