SERIE A

Serie A: Sassuolo corsaro a Bologna, il Torino supera in rimonta il Brescia

Gli uomini di De Zerbi sbancano il Dall'Ara con Berardi ed Haraslin. I granata, in rimonta, sfruttano un autogol e le reti di Belotti e Zaza

  • A
  • A
  • A

Nella 31esima giornata di Serie A Bologna-Sassuolo termina 1-2, grazie alle reti per gli ospiti di Berardi (41’) e Haraslin (56’): solo per il tabellino il gol di Barrow al 91’. Quinto risultato utile per la squadra di De Zerbi che sale all’ottavo posto in classifica. Torino-Brescia finisce 3-1: dopo l’iniziale gol di Torregrossa (21’), un’autorete e il duo Belotti-Zaza ribaltano la situazione per i granata, che salgono a quota 34 punti.

BOLOGNA – SASSUOLO 1-2
Il Bologna, dopo la scorpacciata di emozioni vissute nella vittoria di San Siro contro l’Inter, si ritrova di fronte un Sassuolo in ottima forma, reduce da otto punti nelle ultime quattro di campionato. E sono proprio gli uomini di De Zerbi ad andare in vantaggio, grazie ad una magia di Berardi che, dopo l’assist di Muldur dalla destra, evita un avversario e da dentro l’area (41’) fulmina Skrorupski con un destro tanto forte quanto preciso. Nella ripresa non cambia il canovaccio della gara, con il Sassuolo a fare gioco e con il Bologna a rintuzzare i colpi degli avversari, efficaci di nuovo al 56’ con il primo gol italiano di Haraslin, abile a buttarla in rete dopo una conclusione di Defrel murata dal portiere dei padroni di casa. Il Bologna rialza la testa solo nel finale: è Barrow al 91’ a segnare da pochi passi, ma il tempo per recuperare non basta. Il Sassuolo porta a casa il quinto risultato utile consecutivo, salendo all’ottavo posto in classifica e superando proprio il Bologna di un nervoso Mihajlovic, allontanato dal terreno di gioco per proteste. 
IL TABELLINO
BOLOGNA (4-3-3): Skorupski 6; Tomiyasu 5,5, Bani 6, Denswil 5,5, Dijks 6; Svanberg 5,5 (16’ st Sansone 6), Medel 5,5 (16’ st Dominguez 6); Schouten 6 (30’ st Baldursson 6); Barrow 6,5, Palacio 6 (37’ st Cangiano sv), Orsolini 5,5 (30’ st Skov Olsen sv). A disp.: Da Costa, Sarr, Corbo, Juwara, Krejci, Danilo, Mbaye. All.: Mihajlovic 5,5
SASSUOLO (4-2-3-1): Consigli 6; Muldur 6,5, Chiriches 6,5, Peluso 6 (27’ st G. Ferrari 6), Rogerio 6,5; Magnanelli 6, Locatelli 6 (36’ st Magnani sv); Berardi 7 (35’ st Bourabia sv), Defrel 6,5 (27’ st Traorè 5,5), Haraslin 6,5 (20’ st Boga 6); Caputo 6. A disp.: Pegolo, Ghion, Kyriakopoulos, Manzari, Raspadori, Marlon, Toljan. All.: De Zerbi 6,5
Arbitro: Fourneau
Marcatori: 41’ Berardi (S), 56’ Haraslin (S), 91’ Barrow (B)
Ammoniti: Medel (B), Haraslin (S), Denswil (B), Dijks (B), Muldur (S), Bourabia (S), Rogerio (S)
Espulsi: Mihajlovic (B)

TORINO – BRESCIA 3-1
La vittoria casalinga contro il Verona è stata una boccata d’ossigeno preziosa per gli uomini di Diego Lopez che si sono presentati a Torino con tutte le intenzioni per cercare il bis. Partono però forte i granata, grazie alla verve di Verdi che coglie anche una traversa ma sono le Rondinelle a far male: è il 21’ quando, dopo un rimpallo fortunoso, Torregrossa si invola verso la porta difesa da Sirigu e lo colpisce con un delizioso tocco sotto. Il Torino sembra perdere le sue certezze ed è ancora Torregrossa, sul finire della prima frazione, a cercare di colpire di testa, ma senza successo. Verdi, una volta iniziato il secondo tempo, decide di rimboccarsi le maniche per guidare la riscossa granata: è il 48’ quando il trequartista, imbeccato da Meitè, calcia dal cuore dell’area e, grazie anche ad un tocco determinante di Mateju, fulmina Joronen. La gara subisce uno scossone pochi minuti dopo, quando il solito, indomabile, capitan Belotti corregge di testa (59’) un tiro-cross di uno scatenato Verdi per il momentaneo vantaggio dei suoi, certificato poi all’86’ da uno dei pochi guizzi della partita di Zaza, che da pochi passi insacca per il 3-1 finale. La squadra di Longo, con questa vittoria, scaccia qualche fantasma per una corsa salvezza che resta ancora in bilico. Il Brescia, desolatamente penultimo, perde invece un’occasione ghiotta per tirarsi fuori dalle sabbie mobili della bassa classifica.
IL TABELLINO
TORINO (3-4-1-2): Sirigu 6,5; Bremer 5,5, Nkoulou 6, Lyanco 5,5; De Silvestri 6 (44’ st Djidji sv); Rincon 5,5, Meitè 6,5, Ansaldi 6 (30’ st O. Aina 6); Verdi 7 (35’ st Lukic sv); Zaza 5,5, Belotti 6,5 (44’ st Berenguer sv). A disp.: Rosati, Ujkani, Adopo, Edera, Ghazoini, Greco, Millico, Singo. All.: Longo 6
BRESCIA (4-4-2): Joronen 6; Sabelli 6,5, Papetti 5,5, Mateju 6, Martella 6; Dessena 5,5 (27’ st Ndoj 6), Tonali 5,5 (16’ st Viviani 6), Bjarnason 5,5 (16’ st Zmrhal 5,5), Spalek 5,5 (27’ st Skrabb 6); A. Donnarumma 6, Torregrossa 6,5 (42’ st Ghezzi sv). A disp.: Andrenacci, Aye, Chancellor, Gastaldello, Mangraviti, Semprini. All.: Lopez 5,5
Arbitro: Doveri
Marcatori: 21’ Torregrossa (B), 48’ Mateju aut. (B), 59’ Belotti (T), 86’ Zaza (T)
Ammoniti: Papetti (B), Tonali (B), Zaza (T), Donnarumma (B)
Espulsi: -

LE STATISTICHE DI TORINO-BRESCIA
Il Torino ha collezionato sette punti nelle ultime 12 giornate di Serie A (2V, 1N, 9P): tutti in casa (nelle ultime quattro sfide interne).  
Andrea Belotti è, al pari di Cristiano Ronaldo, uno dei due giocatori che hanno realizzato più gol in Serie A dopo il lockdown (cinque reti a testa).
Il Torino, nella Serie A 2018/19, dopo le prime 31 giornate aveva registrato 13 clean sheet. Dopo le prime 31 del campionato in corso i granata hanno tenuto la porta inviolata solo in sei occasioni.
Il Torino non segnava tre gol in un match di Serie A dallo scorso dicembre (3-3 contro il Verona).
Andrea Belotti ha trovato la rete per cinque presenze di fila in Serie A. Solo due giocatori hanno fatto meglio in campionato nell'era dei tre punti a vittoria con la maglia granata: Ciro Immobile nel 2014 (6) e Ruggiero Rizzitelli nel 1995 (6).
Cinque dei nove gol realizzati dal Torino in Serie A dopo il lockdown portano la firma di Andrea Belotti.
Il Torino ha subito almeno un gol in 11 delle ultime 12 gare di Serie A (l'unico clean sheet dei granata in questo parziale è il successo 1-0 contro l'Udinese).
Sette degli ultimi 11 gol del Brescia in questa Serie A li hanno segnati Alfredo Donnarumma (tre) ed Ernesto Torregrossa (quattro).
Quinto gol in campionato per Ernesto Torregrossa, il secondo in trasferta dopo quello realizzato al Dall'Ara lo scorso febbraio.
Ernesto Torregrossa è il primo giocatore del Brescia trovare il gol in Serie A contro il Torino da Pep Guardiola nel marzo 2003 e il primo italiano del Brescia da Roberto Baggio nel settembre 2001.
Con quello di stasera i gol di Simone Zaza in questo campionato salgono a quattro. Tutte le marcature dell'attaccante granata sono arrivate in casa.

LE STATISTICHE DI BOLOGNA-SASSUOLO
- A partire dalla ripresa del campionato, il Sassuolo è la squadra che ha segnato più reti in Serie A (16).
- Il Sassuolo ha guadagnato 43 punti in questo campionato, solo nel 2015/16 ha fatto meglio dopo 31 giornate (48 in quel caso).
- Il Sassuolo ha raccolto 43 punti in questo campionato dopo 31 giornate, tanti quanti nelle precedenti due stagioni di Serie A a fine campionato.
- Roberto De Zerbi è il 3° allenatore del Sassuolo in Serie A a vincere tre match di fila, dopo Eusebio Di Francesco e Giuseppe Iachini.
- Prima di Musa Barrow, l’ultimo giocatore del Bologna che aveva segnato in quattro match di fila in Serie A era stato Marco Di Vaio nel dicembre 2008.
- Per la 2ª volta nella sua storia in Serie A il Sassuolo ha realizzato almeno due gol in cinque match consecutivi, la prima risaliva a maggio 2017 (sette gare in quel caso).
- Con questo assist, Mert Müldür è solo il 2° difensore nella storia del Sassuolo in Serie A a prendere parte ad almeno una rete in tre match consecutivi (tra gol e assist), dopo Sime Vrsaljko nel 2015.
- Lukas Haraslin è il 14° marcatore diverso del Sassuolo in questo campionato, solo Inter (17) e Napoli (15) hanno fatto meglio.
- 12° gol in questo campionato per Domenico Berardi, tanti quanti nelle precedenti due stagioni di Serie A sommate.
- Domenico Berardi ha realizzato tre gol di destro in questo campionato, in nessuna stagione di Serie A ha fatto meglio (come nel 2013/14).
- Era dallo scorso settembre che Domenico Berardi non segnava in due match di fila in Serie A.
 

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments