ROMA-VERONA 3-1

Serie A, Roma-Verona 3-1: scacco matto in nove minuti per i giallorossi

Mancini, Mkhitaryan e Mayoral chiudono la contesa nel primo tempo. Giallorossi terzi

  • A
  • A
  • A

La Roma ha battuto 3-1 il Verona nel posticipo della 20.a giornata di Serie A confermando il terzo posto in classifica. Sono bastati nove minuti agli uomini di Fonseca, dal 20' al 29' del primo tempo, per chiudere la pratica trovando tre reti in rapida successione. Prima Mancini dagli sviluppi di corner, poi Mkhitaryan con un destro sul primo palo e infine Mayoral con un tap-in da pochi passi. Nella ripresa la rete di Colley per i gialloblù.

--
LA PARTITA

Altri tre punti per lasciare alle spalle il periodo difficile fuori dal campo. Una vittoria importante per la Roma, costruita nel primo tempo contro la (ex) miglior difesa del campionato e che ha permesso con un 3-1 netto di controsorpassare la Juventus al terzo posto in classifica alla vigilia del big match di Torino. Paulo Fonseca ha ottenuto delle risposte importanti dai suoi ragazzi, bravi ad annullare sul piano tattico e fisico una squadra come il Verona che contro le grandi squadre solitamente esaltava le proprie doti. Sono bastati invece nove minuti di perfetto cinismo alla Roma per aprire e chiudere la contesa, dal 20' al 29', trovando tre gol uno dopo l'altro in poco meno di nove minuti di gioco e sfiorando il poker nella ripresa prima di lasciare una minima speranza di riaprirla all'Hellas. Bene ancora una volta Mayoral, colui che è chiamato a sostituire Dzeko in questo momento particolare.

La serata dell'Olimpico però non era iniziata nel migliore dei modi per la Roma. Con Dzeko in tribuna a fianco del nuovo acquisto Reynolds, dopo dieci minuti di gioco Fonseca ha perso Smalling per infortunio e poco dopo, in chiave Juventus però, anche Pellegrini per squalifica. La svolta è arrivata al 20' sugli sviluppi di palla inattiva: dal corner dello stesso Pellegrini, nuovo capitano giallorosso, Mancini ha svettato più in alto di tutti infilando la porta di Silvestri per l'1-0. Col vantaggio la Roma si è esaltata, alzando il ritmo della pressione e mandando in tilt il centrocampo del Verona. Ancora Pellegrini un minuto più tardi ha imbeccato in profondità Mayoral, bravo a superare Silvestri consegnando a Mkhitaryan un pallone che l'armeno ha scaraventato in porta prendendo in controtempo l'estremo difensore avversario. Con il Verona barcollante poi, la Roma ha saputo trovare anche il gancio del ko con Mayoral che al 29' è stato il più rapido di tutti a ribattere in rete una parata di Silvesti su un destro al volo di Pellegrini.

Il Verona di Juric? Non pervenuto, almeno fino ai cambi a metà ripresa. Sì perché a inizio secondo tempo la Roma ha continuato a pressare alta gli avversari sfiorando in più di una occasione il quarto gol prima con Veretout in un paio di giocate in area e poi con Spinazzola, esaltando i riflessi di Silvestri. Poi però l'ingresso di Dimarco, Bessa e Colley ha dato una nuova vitalità ai gialloblù che hanno trovato il gol della bandiera con il giovanissimo attaccante ex Atalanta, mettendo in apprensione per qualche minuto una Roma costretta ad affidarsi ai lanci lunghi. Troppo poco però per rimettere in discussione la partita e un terzo posto da difendere già dalla prossima settimana nello scontro diretto con la Juventus.

--
LE PAGELLE

Mayoral 7 - Un gol e un assist per continuare a non far rimpiangere Dzeko. Fa molto movimento per i compagni, ma trova il modo di rendersi efficace pur faticando nella ripresa a ripulire i lanci lunghi dei compagni.

Pellegrini 7 - Lavora da protagonista in tutte le tre reti dei giallorossi nel primo tempo: assist da corner, lancio filtrante per Mayoral nell'azione del raddoppio e tiro al volo ribattuto da Silvestri prima del tap-in dello spagnolo. Rovina la prestazione col giallo che gli farà saltare la Juventus.

Mkhitaryan 7 - Scheggia impazzita nell'attacco della Roma, lascia gli acciacchi alle spalle e mette qualità nelle azioni offensive. Gran gol sul primo palo a eguagliare il suo miglior record in un singolo campionato.

Zaccagni 5 - Serataccia per uno dei giocatori più in forma del campionato. Mai in partita, cancellato dall'aggressività giallorossa e mai lucido nella giocata.

Colley 6,5 - Entra bene nella ripresa dando vivacità alle azioni d'attacco del Verona. Trova il primo gol in Serie A con un colpo di testa da pochi passi.

--

IL TABELLINO

ROMA-VERONA 3-1
Roma (3-4-2-1)
: Lopez 6; Mancini 7, Smalling sv (12' Kumbulla 6), Ibanez 6; Karsdorp 6 (41' st Peres sv), Veretout 6,5 (41' st Diawara sv), Villar 6 (25' st Cristante 6), Spinazzola 6,5; Pellegrini 7, Mkhitaryan 7; Mayoral 7 (41' st Perez sv). A disp.: Mirante, Fuzato, Santon, Calafiori, Pastore. All.: Fonseca 7.
Verona (3-4-2-1): Silvestri 6; Dawidowicz 4,5, Gunter 5, Ceccherini 5 (35' st Udogie sv); Faraoni 5 (12' st Dimarco 6), Tameze 5, Ilic 4,5 (12' st Bessa 6,5), Lazovic 6; Barak 5,5, Zaccagni 5 (12' st Colley 6,5); Kalinic 5 (1' st Lasagna 5). A disp.: Berardi, Pandur, Lovato, Cetin, Terracciano, Amione. All.: Juric 5.
Arbitro: Piccinini
Marcatori: 20' Mancini (R), 22' Mkhitaryan (R), 29' Mayoral (R), 17' st Colley (V)
Ammoniti: Pellegrini, Kumbulla (R), Faraoni (V)
Espulsi: nessuno
--

LE STATISTICHE DI OPTA

•    La Roma non perde da 15 partite casalinghe in Serie A e non fa meglio da febbraio 2017.
•    La Roma è la squadra che in più partite di questo campionato ha realizzato almeno tre reti (10).
•    Henrikh Mkhitaryan ha già raggiunto il numero di gol realizzati nello scorso campionato di Serie A (nove): in una singola stagione nei top-5 campionati europei ha fatto meglio solo nel 2015/16 con il Borussia Dortmund (11).
•    Henrikh Mkhitaryan ha partecipato a 17 reti in questo campionato (nove gol, otto assist): solo Bruno Fernandes (18) ha fatto meglio tra i centrocampisti dei top-5 campionati europei.
•    Tutti i tre gol di Gianluca Mancini in questo campionato sono arrivati in gare casalinghe.
•    Borja Mayoral ha segnato in quattro delle sue cinque presenze da titolare in Serie A, tutte le ultime quattro.
•    Tre gol subiti dal Verona nei primi 30 minuti di gioco in Serie A per la prima volta da settembre 2017 contro la Fiorentina.
•    Ebrima Colley ha segnato con il suo primo tiro nello specchio della porta nel match.

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments