ROMA-SPAL 3-1

Serie A, Roma-Spal 3-1: Pellegrini, Perotti e Mkhitaryan replicano a Petagna

I giallorossi reagiscono nella ripresa e salgono al quarto posto solitario

  • A
  • A
  • A

La Roma batte 3-1 la Spal ed è quarta da sola. I ferraresi reggono bene nel primo tempo e passano in vantaggio con un rigore realizzato da Petagna al 44'. Nella ripresa arriva la rimonta giallorossa: a iniziarla è Pellegrini, che al 53' pareggia con un tiro deviato da Tomovic. Perotti sigla il 2-1 su rigore (66'), Mkhitaryan serve il tris a porta vuota (83'). Roma a +3 sul Cagliari, la Spal resta ultima con nove punti.

LA PARTITA
Nel primo tempo non ci sono sorprese, se non a livello di risultato: è la Roma a tenere palla e a proporsi in avanti. I giallorossi hanno il 70% di possesso palla, la squadra di Semplici si attiene al piano-gara e lascia l'iniziativa ai padroni di casa. Con questa tattica arrivò lo 0-2 dell'anno scorso e alla stessa maniera la Spal riesce a farsi vedere dalle parti di Pau Lopez: strepitosa la rapidità con cui lo spagnolo va a terra per deviare un diagonale velenoso di Petagna dopo 11 minuti. I ferraresi ci mettono solidità e intensità, e per la Roma non è facile trovare gli spazi per pungere. Ci provano Perotti, Kolarov e soprattutto Dzeko, pericoloso con un destro di prima intenzione deviato dalla difesa ospite: Giua non vede e assegna rimessa dal fondo. Zaniolo fa quel che vuole sulla destra, Perotti salta uomini sulla sinistra, ma il traffico nell'area della Spal costringe Dzeko ad arretrare troppo per avere qualche pallone interessante. Berisha si supera su Pellegrini (ma c'era fuorigioco di Florenzi) ed è fortunato quando Perotti salta nettamente Petagna, si presenta in area e scocca un tiro indirizzato in porta ma deviato in angolo. Semplici è contento della sua Spal ma dopo un buon avvio gli ospiti arretrano e danno la sensazione di poter segnare solo su un episodio: lo trovano quando Kolarov riceve da Pau Lopez ma si addormenta in area e stende Cionek. Il serbo giura anche a gesti di non aver toccato l'avversario ma per Giua è rigore: sul dischetto va Petagna, reduce da due errori consecutivi dagli 11 metri, non sbaglia e gela l'Olimpico un minuto prima dell'intervallo.
L'inizio della ripresa conferma quanto si intravedeva nel finale del primo tempo: Spal troppo indietro con il baricentro, la coppia difensiva di scorta Cetin-Fazio non deve più preoccuparsi di Petagna e Paloschi. La Roma trova spazi dalla distanza: musica per le orecchie di Lorenzo Pellegrini, che da fuori scaglia un destro deviato in maniera decisiva da Tomovic e trova l'1-1 al 53'. Passano nove minuti e il numero 7 inventa un assist per Zaniolo, murato con i piedi da Berisha, ma l'indirizzo della gara è segnato, e il rigore provocato da Vicari (fallo su Dzeko) accelera il corso degli eventi. Perotti è al solito glaciale dal dischetto e segna il 2-1 al 66'. Nei minuti finali la Spal trova coraggio per cercare il pari e Kolarov deve fermare con le maniere forti Petagna, ma Missiroli sbaglia un appoggio e avvia l'azione del tris chiusa da un tocco di Mkhitaryan a porta vuota. L'armeno può addirittura permettersi di ciccare leggermente l'impatto con il pallone: Berisha è fuori causa e la Spal rimane mestamente a nove punti. Il futuro di Semplici è sempre più in discussione.

LE PAGELLE

Perotti 7 - L'argentino è tra i migliori dribblatori del campionato e conferma questa qualità contro una difesa bloccata come quella schierata da Semplici. Partito un po' in sordina, sale di tono nel corso della gara: suo il rigore della vittoria che dà alla Roma il quarto posto solitario, in attesa di Cagliari-Lazio.

Pellegrini 6,5 - Quando sale di livello, la Roma mette il turbo e rimonta. Primo tempo così così, sfavorito anche dall'impostazione tattica di una Spal che chiudeva ogni spazio. Nella ripresa ringrazia Tomovic per la deviazione che gli vale il primo gol stagionale, notevoli alcune aperture come quella che mette Zaniolo in porta al 62'. Ottimo anche il filtrante che mette Florenzi in condizione di servire Mkhitaryan per il 3-1.

Kolarov 5 - Si fa vedere all'inizio dalle parti di Berisha, ma la prerogativa di un terzino dovrebbe essere difendere. Imperdonabile, dunque, l'ingenuità che provoca il rigore dello 0-1, soprattutto per un giocatore della sua esperienza. Rischia un altro penalty a un quarto d'ora dal termine.

Petagna 6,5 - Lotta, staziona a centrocampo in fase difensiva per poi fare a spallate con Cetin e Fazio, anche perché da Paloschi non arrivano grandi aiuti. Trasforma il rigore del vantaggio provvisorio dopo che Pau Lopez gli aveva negato il gol su azione con un intervento da campione. Di più il bomber della Spal non può fare.

Paloschi 5,5 - Semplici gli chiede un lavoro di copertura a cui la punta non è abituata. Ci prova, resiste per mezz'ora, poi sparisce dal campo e lascia Petagna da solo contro tutti.

Vicari 5 - Come tutta la Spal, evita guai nella prima mezz'ora. Soffre però nella ripresa ed è suo l'intervento da rigore su Dzeko. Comico, poi, come prenda l'ammonizione: non per il fallo sul bosniaco, ma simulando la dinamica dell'azione con l'arbitro Giua, con tanto di leggero calcetto sulla gamba.


IL TABELLINO

ROMA-SPAL 3-1

Roma (4-2-3-1): Pau Lopez 6,5; Florenzi 6,5, Cetin 6, Fazio 5,5, Kolarov 5; Veretout 6,5, Diawara 6; Zaniolo 6,5, Pellegrini 6,5, Perotti 7 (34' st Mkhitaryan 6,5); Dzeko 6,5 (44' st Kalinic sv).
A disp.: Cardinali, Fuzato, Juan Jesus, Ünder, Spinazzola, Antonucci. All.: Fonseca 6,5

Spal (3-5-2): Berisha 6,5; Tomovic 5, Felipe 5,5 (28' st Tunjov 6), Vicari 5; Cionek 6,5, Murgia 5,5, Missiroli 5, Valoti 6 (41' st Jankovic sv), Igor 5,5; Paloschi 5,5 (40' st Floccari sv), Petagna 6,5.
A disp.: Thiam, Letica, Valdifiori, Moncini, Strefezza, Di Francesco, Salamon, Cannistra, Mastrilli. All.: Semplici 5,5

Arbitro: Giua
Reti: 44' rig. Petagna (S), 8' st aut. Tomovic (R), 21' st rig. Perotti (R), 38' st Mkhitaryan (R)
Ammoniti: Cetin (R); Felipe (S), Vicari (S), Jankovic (S)
Espulsi: -
 

LE STATISTICHE

*     In tutte le nove precedenti stagioni nell’era dei tre punti a vittoria in cui la Roma ha conquistato almeno 32 punti dopo le prime 16 gare di campionato, i giallorossi hanno sempre chiuso il torneo nelle prime tre posizioni.

*     La Roma ha vinto un incontro di Serie A dopo aver chiuso il primo tempo in svantaggio per la prima volta da ottobre 2016 contro il Sassuolo.

*     La SPAL ha ottenuto un solo punto in otto trasferte nel campionato in corso, eguagliando il suo record negativo registrato nella stagione 1960/61.

*     La Roma ha chiuso un primo tempo in svantaggio in Serie A per la prima volta da marzo: anche in quel caso contro la SPAL.

*     La Roma ha effettuato 13 tiri nel corso del primo: record per i giallorossi in campionato nell’anno solare 2019 nella prima frazione.

*     La Roma ha trovato il gol in 25 delle ultime 26 gare interne considerando tutte le competizioni: fa eccezione la sfida di campionato di settembre contro l'Atalanta.

*     La Roma è la squadra che ha segnato più reti nel quarto d'ora dopo l'intervallo in questa Serie A (10 gol).

*     Il 61% dei gol messi a segno da Diego Perotti in Serie A sono arrivati dal dischetto (17 sui 28 totali).

*     Andrea Petagna ha tirato nove calci di rigore nell'anno solare 2019, meno solo di Quagliarella (11) fra i giocatori dei cinque maggiori campionati europei nel periodo.

*     Edin Dzeko e Federico Fazio hanno disputato rispettivamente la propria 200ª e 150ª gara in tutte le competizioni con la maglia della Roma.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments