LAZIO-JUVENTUS 3-1

Serie A, Lazio-Juventus 3-1: primo ko per Sarri, l'Inter resta in vetta

Settima vittoria di fila per i biancocelesti, che volano con Luiz Felipe, Milinkovic e Caicedo: ai bianconeri non basta CR7, espulso Cuadrado

  • A
  • A
  • A

Prima sconfitta in campionato per la Juve, che perde 3-1 contro la Lazio e resta così al secondo posto in classifica, a due punti dall'Inter. All'Olimpico i bianconeri passano in vantaggio con Ronaldo (25'), ma al 46' subiscono il pareggio di Luiz Felipe. Milinkovic-Savic raddoppia al 74', poi Caicedo chiude i conti al 95'. Cuadrado espulso al 69', Immobile fallisce un rigore al 79'. La squadra di Inzaghi sale a 33 punti: -3 dalla Signora.

LA PARTITA
Una dimostrazione di forza in piena regola quella della Lazio, che per la prima volta in stagione ferma la squadra da 8 anni campione d'Italia e ora spalanca nuovi scenari per questo campionato. I biancocelesti spazzano via la Juve in rimonta, mettendola sotto sia sul piano del gioco che su quello dell'intensità: è un 3-1 netto, pesante, rumoroso. Con un rigore sbagliato da Immobile e con tante disattenzioni degli uomini di Sarri, che dopo il pari col Sassuolo confermano le difficoltà del periodo e scivolano a 2 punti dall'Inter. La squadra di Inzaghi, invece, prosegue la marcia e inizia a sognare con la settima gioia consecutiva: i punti sono 33, soltanto cinque in meno della capolista. 

La Juve, fedele in avvio alle idee del proprio tecnico, aggredisce con coraggio nella metà campo biancoceleste e infatti, per quasi mezz'ora, all'Olimpico sono i campioni d'Italia a fare la voce grossa. Il gol di Ronaldo, al 25' è il giusto premio che finalizza una grande azione di prima tra Dybala, CR7 e Bentancur, bravo a servire il portoghese prima di dover lasciare il campo per un infortunio. La Lazio, passato il momento di smarrimento, torna a giocare con sicurezza affidandosi anche allo straordinario momento di forma fisica, che alla lunga finisce per sfiancare la resistenza bianconera.

Il pareggio di Luiz Felipe, un attimo prima del riposo (assist di Luis Alberto), consegna un secondo tempo inizialmente equilibrato, prima dello spartiacque della gara che scocca al 69': Lazzari, lanciato verso la porta, viene steso da Cuadrado che rimedia inizialmente un giallo; il Var però richiama Fabbri, che con l'aiuto delle immagini corregge la sanzione ed estrae il cartellino rosso. Poco prima (66'), Dybala aveva fallito la chance dell'1-2, poco dopo invece Milinkovic - servito magistralmente da Luis Alberto - trafigge Szczesny con un clamoroso inserimento. Da qui alla fine è solo Lazio, con Immobile che sbaglia un rigore al 79' (parata di Szczesny che aveva steso Correa) e Caicedo che fa esplodere l'Olimpico in contropiede al minuto 95. Per lo scudetto, a questo punto, bisogna iniziare a fare i conti anche con i ragazzi di Simone Inzaghi.

 

LE PAGELLE

Luis Alberto 7,5 - Sale di giri con il passare dei minuti, creando calcio con straordinaria eleganza. Due assist perfetti per Luiz Felipe e Milinkovic-Savic.

Luiz Felipe 7 - Regge bene nei ripetuti duelli uno contro uno, ma si fa sorpendere in occasione del vantaggio bianconero insieme al resto del reparto. Riscatta la disattenzione con il gol del pareggio, poi non sbaglia più nulla.

Immobile 5 - Generoso come sempre, con i suoi movimenti spalanca corridoi per i compagni. Sotto porta però non si vede e si fa ipnotizzare da Szczesny dagli 11 metri.

Lazzari 7 - Spinge come un missile ed è attento nella propria metà campo. Alex Sandro contro di lui soffre tantissimo, Cuadrado per fermarlo rimedia il cartellino rosso. 

Ronaldo 6 - Sta molto meglio rispetto all'ultimo periodo e infatti si muove parecchio. Accelera forte ed è letale con il gol che apre la gara, ma nella ripresa non si vede più.

Bentancur 7 - Grande lavoro in entrambe le fasi: senza palla è impeccabile, quando la Juve attacca si inserisce con grande forza e anche qualità. Suo l'assist per Ronaldo, al 40' deve uscire per infortunio.

Pjanic 5 - In difficoltà nell'avviare la manovra e ancora peggio quando c'è da contenere la pressione dei padroni di casa.

De Ligt 5 - Perde il taglio di Milinkovic e soffre la rapidità dei biancocelesti, che quando partono in contropiede gli fanno girare la testa.
 

IL TABELLINO

LAZIO-JUVENTUS 3-1
Lazio (3-5-2):
Strakosha 6,5; Luiz Felipe 7, Acerbi 6,5, Radu 6,5; Lazzari 7, Milinkovic 6,5 (45' st Caicedo 7), Leiva 6,5, Luis Alberto 7,5 (30' st Parolo 6,5), Lulic 6,5; Correa 6,5, Immobile 5 (40' st Cataldi sv).
A disp.: Proto, Guerrieri, Vavro, Bastos, Silva, Jony, André Anderson. All.: Inzaghi 8
Juventus (4-3-1-2): Szczesny 7; Cuadrado 5, Bonucci 5,5, de Ligt 5, Alex Sandro 4,5; Bentancur 7 (40' Emre Can 5), Pjanic 5, Matuidi 5,5; Bernardeschi 5,5 (26' st Danilo 5,5); Ronaldo 6, Dybala 6,5 (35' st Higuain 5,5). 
A disp.: Buffon, Pinsoglio, Rugani, Demiral, De Sciglio, Rabiot, Muratore, Portanova, Pjaca. All.: Sarri 5
Arbitro: Fabbri 
Marcatori: 25' Ronaldo (J), 46' Luiz Felipe (L), 29' st Milinkovic-Savic (L), 50' st Caicedo (L)
Ammoniti: Luis Alberto, Lazzari, Leiva, Caicedo (L); Pjanic, Dybala, Cuadrado,  Szczesny (J)
Espulsi: 24' st Cuadrado (J) per fallo su chiara occasione da gol
Note: 34' st Szczesny (J) respinge un rigore a Immobile

LE STATISTICHE
•    La Lazio non vinceva all’Olimpico contro la Juventus in Serie A dal dicembre 2003, quando alla guida dei biancocelesti c’era Roberto Mancini (2-0).
•    Per la prima volta nella sua storia la Lazio ha vinto sette gare di fila nel girone d’andata in Serie A. 
•    La Lazio è imbattuta nelle ultime nove partite interne in Serie A (6V, 3N): è la striscia casalinga senza sconfitte più lunga dal gennaio 2013 per i biancocelesti (anche allora nove).
•    la Lazio ha segnato almeno due gol in 10 gare di fila in campionato, eguagliando la serie registrata da sole altre due squadre dal 2000 in poi in un singolo massimo campionato: l’Inter nel 2006/07 e l’Atalanta proprio nel 2019/20.
•    Maurizio Sarri ha perso la sua prima partita alla guida della Juventus alla 20ª gara stagionale: solo tre allenatori hanno impiegato più match per ottenere la prima sconfitta alla guida dei bianconeri in tutte le competizioni: Antonio Conte (43), Cestmir Vycpalek (26) e Didier Deschamps (21).
•    La Juventus ha perso una sfida contro una squadra attualmente nella metà alta della classifica, dopo aver vinto tutte le precedenti sei in questo campionato.
•    Luis Alberto ha fornito 11 assist in questo campionato: lo spagnolo è l'unico giocatore da quando la Serie A è tornata a 20 squadre ad andare in doppia cifra di passaggi vincenti prima del termine dell’anno solare.
•    Luis Alberto è il giocatore ad aver fornito più assist nei Top-5 campionati europei 2019/20 (11).
•    Cristiano Ronaldo ha realizzato quattro gol nelle sue ultime sei presenze in campionato; prima rete esterna per il portoghese nel torneo in corso, che non segnava in trasferta dallo scorso aprile contro l’Inter in Serie A.
•    Rodrigo Bentancur per la prima volta in Serie A ha partecipato ad almeno un gol in due presenze consecutive - due assist nelle ultime due gare.
•    Ciro Immobile non sbagliava un calcio di rigore da ottobre 2017 in Serie A - da allora 12 trasformazioni di fila dal dischetto.
•    Paulo Dybala ha collezionato la sua 200ª presenza con la Juventus in tutte le competizioni.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments