FIORENTINA-PARMA 3-3

Serie A: Fiorentina-Parma 3-3. L'autorete di Iacoponi toglie il sorriso a D'Aversa

Viola due volte in vantaggio e due volte raggiunti. Al 90' Mihaila segna la rete del vantaggio gialloblù ma nel recupero un autogol regala un punto a Prandelli

  • A
  • A
  • A

Fiorentina e Parma pareggiano una partita decisa da un finale incandescente. Viola due volte in vantaggio con le reti di Martinez Quarta e Milenkovic e due volte raggiunti, prima da un rigore di Kucka e poi dal gol di Kurtic. Quando sembra tutto finito, Mihaila al 90' trova la rete del vantaggio ospite ma all'ultimo secondo un autogol di Iacoponi riporta il risultato in parità. Risultato che non fa felice né D'Aversa, vista la classifica, né Prandelli, sempre nel mirino della critica. 

LA PARTITA
Prandelli sceglie un 3-4-2-1 con Eysseric e Borja Valero chiamati ad aggredire i due esterni bassi del Parma appena la palla arriva dalle loro parti in fase di costruzione bassa. Vlahovic disturba i centrali e va in pressing sui palloni giocati all'indietro, mentre i due centrocampisti sono in inferiorità numerica con i tre del Parma, aiutati dal lavoro di Kucka che alterna l'inserimento offensivo alla copertura su Pulgar o Amrabat quando impostano il gioco. Dragowski non disdegna la giocata lunga per evitare il pressing alto della squadra di D'Aversa. Il Parma si ritrova così a "fare" la partita anche se preferirebbe avere campo in contropiede per sfruttare la velocità di Gervinho e Karamoh. La libertà di ricevere facilmente palla in impostazione costringe Valero a controllare più da vicino Brugman, il regista basso gialloblù, e Amrabat ad allargarsi per la scalata esterna su Pezzella, visto che Malcuit e Biraghi in fase difensiva si portano in linea con i tre centrali. 

La partita, di conseguenza, è poco spettacolare, con zero occasioni da gol. Non poteva che sbloccarsi su un calcio da fermo. Poco prima della mezzora del primo tempo Martinez Quarta è liberissimo di colpire di testa in area su calcio d'angolo. Ci vuole pochissimo, però, per vedere il pari. Mano di Pulgar in area, dopo un'azione personale di Gervinho, e Kucka segna il rigore dell'1-1. A questo punto la partita ha un sussulto e lo stesso Gervinho vola indisturbato verso Dragowski che salva di piede. Tre minuti prima dell'intervallo è ancora una giocata da fermo a portare al gol. Punizione dalla trequarti destra, colpo di testa di Pezzella a rimettere il pallone in mezzo, respinta fiacca di Sepe e Milenkovic azzecca la girata davanti alla porta. Due gol viola realizzati grazie ai tre difensori centrali. 

In apertura di ripresa D'Aversa tenta la carta dell'attaccante in più inserendo Mihaila per Hernani. Il Parma, in ogni caso, riesce a rendersi pericoloso solo con un calcio da fermo di Brugman che non viene però raccolto da nessuno in area. L'allenatore ospite allora ci riprova togliendo Gervinho e Karamoh per Brunetta e Man. Le cose migliorano decisamente visto che poco dopo arriva la rete del pareggio. Palla buttata in mezzo da destra e Kurtic arriva a fari spenti sorprendendo la difesa viola e piazzando la zampata del 2-2. Prandelli prova la carta Callejon (per Borja Valero) ma è il Parma con Man a sfiorare il vantaggio prima della traversa colpita da Pulgar. Il finale riscatta il resto della partita. Al 90' Mihaila rifinisce al meglio un assist di Inglese e, quando tutto sembra finito, all'ultima occasione utile per i viola, Iacoponi beffa il suo portiere su un cross di Pezzella per il 3-3 finale. Un pareggio che, vista la classifica, non fa fare salti di gioia a nessuno. 

LE PAGELLE
Malcuit 5
: Grosse colpe in due gol segnati dal Parma. Non è molto convincente nemmeno in fase offensiva.
Martinez Quarta 6.5: Trova finalmente il suo primo gol in serie A con un inserimento perfetto. 
Borja Valero 5: Fa una grande fatica a trovare la posizione fluttuando tra la trequarti e il centrocampo.
Mihaila 7: Il suo ingresso rivitalizza il Parma. Al di là del gol riesce a mettere in apprensione la difesa viola.
Iacoponi 5: La deviazione per l'autogol che chiude la gara nega la vittoria ai suoi. 
Kurtic 7: Sostanza in mezzo al campo e capacità perfetta negli inserimenti, come dimostra la rete del 2-2. 

IL TABELLINO
FIORENTINA-PARMA 3-3
Fiorentina (3-4-2-1): Dragowski 6; Milenkovic 6, Pezzella 6,5, Quarta 6,5; Malcuit 5, Amrabat 5,5 (25' st Bonaventura 6,5), Pulgar 5, Biraghi 5,5; Eysseric 6, Valero 5 (32' st Callejon sv); Vlahovic 5,5. A disposizione: Terracciano, Rosati, Bianco, Maxi Oliveira, Caceres, Venuti, Barreca, Montiel, Munteanu. All. Prandelli 5,5
Parma (4-3-1-2): Sepe 5; Laurini 6, Iacoponi 5, Bani 5,5 (35' st Gagliolo sv), Pezzella 6,5; Hernani 6 (1' st Mihaila 7), Brugman 6, Kurtic 7; Kucka 6,5 (43' st Inglese sv); Gervinho 6 (17' st Brunetta 6), Karamoh 5,5 (17' st Man 6,5). A disposizione: Colombi, Grassi, Pellè, Cyprien, Bruno Alves, Osorio, Busi. All. D'Aversa 6,5
Arbitro: Abisso
Marcatori: 27' pt Martinez Quarta (F), 32' pt Kucka (P) su rig., 42' pt Milenkovic (F), 27' st Kurtic (P), 45' st Mihaila (P), 49' st aut. Iacoponi (P)
Ammoniti: Kucka (P), Pezzella (P), Bani (P)
Note: Espulso l'allenatore del Parma D'Aversa

LE STATISTICHE
- Fiorentina e Parma hanno chiuso in parità entrambe le gare stagionali di un singolo massimo campionato per la prima volta dal 2013/14.
- Il Parma è una delle due squadre dei top-5 campionati europei (insieme al Dijon) a non aver ancora vinto una partita da inizio 2021 (quattro pareggi e otto sconfitte per i Ducali).
- Nessuna squadra ha fronteggiato più rigori della Fiorentina (sette) in questo campionato.
- Il Parma è la squadra che ha subito più reti (sette) nel corso dei minuti di recupero di questa Serie A.
- Il Parma ha subito almeno due gol per l'ottava partita di fila in Serie A, stabilendo così il proprio record negativo nel massimo campionato di partite con due o più reti al passivo.
- Il Parma ha subito il suo 13º gol di testa in questa Serie A: solo Schalke 04 (16) e Huesca (14) hanno fatto peggio nei top-5 campionati europei in corso.
- Nikola Milenkovic è uno dei due difensori ad aver segnato almeno tre gol in Serie A in ciascuna delle ultime tre stagioni (dal 2018/19), assieme a Robin Gosens.
- Lucas Martínez Quarta ha segnato il suo primo gol in Serie A con il suo terzo tiro nello specchio nella competizione.
- La Fiorentina ha trovato il gol con due difensori in un match di Serie A per la prima volta dal dicembre 2014 contro il Cesena (con Stefan Savic e Gonzalo Rodríguez).
- Erick Pulgar ha servito il suo primo assist in questo campionato: il suo ultimo passaggio decisivo in Serie A risaliva ad agosto contro la Spal.
- Cristiano Biraghi ha disputato oggi il suo 100º incontro da titolare con la maglia della Fiorentina in tutte le competizioni.
- Juraj Kucka ha segnato il suo sesto gol in questo campionato: eguagliando il suo record in una singola stagione nella competizione (al pari del 2019/20).
- Tra i giocatori con il 100% di realizzazione dal dischetto in Serie A nelle ultime tre stagioni (dal 2018/19), solo Romelu Lukaku (10) ne ha calciati più di Kucka (sette).
- Kucka è il primo centrocampista del Parma a realizzare almeno sei gol nelle prime 26 partite giocate dai Ducali in una singola stagione in Serie A da Marco Parolo nel 2013/14.
- Kucka ha segnato tre reti in Serie A contro la Fiorentina, solo contro la Roma ha fatto meglio nella competizione (quattro gol).
- Valentin Mihaila è il secondo marcatore rumeno del Parma in Serie A, dopo Adrian Mutu.
- Jasmin Kurtic ha segnato il suo primo gol in Serie A da dicembre 2020 contro il Milan. Il giocatore sloveno ha realizzato due reti contro la Fiorentina nel massimo campionato, la precedente nel maggio 2014 con la maglia del Torino.
- Luigi Sepe ha giocato la sua 100ª partita con il Parma in tutte le competizioni, tutte da titolare. Questa è stata invece la 150ª presenza in Serie A per Roberto Inglese.

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments