Serie A, Chievo-Atalanta 1-5: esordio da dimenticare per Ventura

Grande prova di Ilicic che segna una tripletta, di De Roon, Gosens e Birsa le altre reti

di
  • A
  • A
  • A

Dopo aver raccolto solo due punti nelle ultime cinque, l'Atalanta torna alla vittoria sul campo del Chievo del neo allenatore Ventura. I nerazzurri dominano la partita e si portano avanti di due gol e di un uomo (espulso Barba) già al 45' grazie alle reti di De Roon e Ilicic. Nella ripresa gli ospiti gestiscono il ritmo e dilagano con la tripletta dello sloveno e il gol di Gosens. Nonostante la rete di Birsa nel finale, per l'ex ct azzurro è un esordio da dimenticare: Chievo ancora fermo a -1.

Debutto molto complicato per Gian Piero Ventura sulla panchina del Chievo, al Bentegodi arriva un'Atalanta alla disperata ricerca di punti dopo due sconfitte consecutive e i nerazzurri in avvio partono forte gestendo il possesso del pallone e andando vicini al vantaggio prima con Gomez (due conclusioni alte), poi con De Roon e infine col rientrante Ilicic, la cui rete viene giustamente annullata per fuorigioco, lo sloveno parte davanti a tutti sull'assist di Gosens. Il Chievo si difende ma soffre, Hateboer impegna Sorrentino, a metà della prima frazione De Roon raccoglie una respinta corta della difesa di casa e dal limite fulmina il portiere clivense con un destro teso all'angolino che porta l'Atalanta in vantaggio. Il gol spacca la partita, passano soltanto tre minuti e i nerazzurri raddoppiano grazie a Ilicic, che controlla al limite, lascia partire un sinistro telecomandato che si infila al sette e concretizza così il netto predominio dei suoi. Nonostante il doppio svantaggio, il Chievo è incapace di una reazione, gli ospiti continuano a gestire il ritmo della gara e nel finale del primo tempo Barba entra scomposto su Gomez beccandosi il secondo giallo e lasciando in dieci i veronesi, che vanno negli spogliatoi al 45' senza mai aver tirato in porta.

La ripresa comincia senza cambi da una parte e dell'altra e con l'Atalanta che fa possesso palla nella metà campo offensiva schiacciando i padroni di casa senza scoprirsi mai, al 51' Ilicic si mette in proprio e sigla anche il 3-0 con un'altra conclusione da fuori area che non lascia scampo a Sorrentino. Il Chievo affonda, Ilicic è scatenato e nel giro di due minuti sfrutta l'assist di Gosens per firmare da due passi il poker che chiude il match e la tripletta personale. L'Atalanta di diverte, il Chievo affonda senza dare minimi segnali di ripresa e i bergamaschi dilagano con Gosens, che da posizione defilata con un gran tiro batte Sorrentino trovando un angolo molto difficile e firma il pokerissimo (73'). A partita ormai più che chiusa arriva finalmente il primo tiro in porta del Chievo con Birsa, che colpisce il palo esterno su punizione (77'), ma i veronesi rischiano anche in più di un'occasione di subire addirittura la sesta rete. Nel finale c'è tempo anche per la seconda rete in questo campionato del centrocampista sloveno, che dal dischetto spiazza Gollini e ridimensiona parzialmenete una sconfitta comunque molto pesante che conferma il ruolo di fanalino di coda del Chievo.

Ilicic 8 - Finora aveva raccolto soltanto quattro presenze e la sua assenza si era fatta sentire eccome, torna in campo da titolare e decide il match con una tripletta da autore.
Barrow 5,5 - Parte titolare al posto dell'acciaccato Zapata e anche se i suoi compagni dilagano riesce a far rimpiangere il colombiano: sempre nel vivo del gioco, ma pericoloso in zona gol soltanto in due occasioni.
Barba 4 - Prestazione negativa come quella di tutta la difesa di casa, ma sul suo giudizio pesa tantissimo l'espulsione (giusta) rimediata al 40' del primo tempo per un intervento ingenuo su Gomez.
Stepinski 5 - Lasciato colpevolmente solo dai suoi compagni per tutto il match, non riesce mai ad incidere né a tirare verso la porta avversaria, verso metà ripresa lascia il posto a Meggiorini.

Chievo-Atalanta 1-5 
Chievo (4-3-1-2): Sorrentino 5,5; Depaoli 5, Bani 5, Rossettini 5,5, Barba 4; Rigoni (37'st Hetemaj), Radovanovic 5,5, Jaroszynski 5; Birsa 6; Pucciarelli 5 (10'st Leris 5,5), Stepinski 5 (20'st Meggiorini 6). A disp: Seculin, Semper, Cesar, Hetemaj, Kiyine, Burruchaga, Meggiorini, Léris, Pellissier. All: Gian Piero Ventura.

Atalanta (3-4-1-2): Gollini 5,5; Toloi 6, Palomino 6, Mancini 6; Hateboer 6, Freuler 6 (29'st zapata), De Roon 7, Gosens 7,5; Ilicic 8 (15'st Pasalic 6); Gomez 6,5, Barrow 5,5 (35'st Rigoni sv). A disp: Berisha, Rossi, Adnan, Zapata, Bettella, Djimsiti, Castagne, Pasalic, Pessina, Reca, Rigoni, Valzania. All: Gian Piero Gasperini.

Arbitro: Rocchi
Marcatori: 25'pt De Roon, 28'pt, 6'st e 8'st Ilicic, 28'st Gosens (A), 40'st Birsa (C)
Ammoniti: Barba (C), Mancini (A), Bani (C)
Espulsi: Barba (40'pt)

Quinta sconfitta di fila per il Chievo in questo campionato: l'ultima volta che i gialloblù avevano inanellato cinque KO consecutivi risale all'aprile 2017.
L'Atalanta è tornata alla vittoria in Serie A dopo sette partite (3N, 4P); in cinque di queste non aveva trovato il gol.
Tutti i 14 gol dell'Atalanta in questo campionato sono stati realizzati su azione.
Il Chievo non ha effettuato alcun tiro nel corso dei primi 45' di gioco; l'ultima volta che i gialloblù non hanno scagliato alcuna conclusione nel corso dei primi tempi in Serie A è stata nell'aprile scorso contro il Torino.
È la seconda tripletta in carriera in Serie A per Josip Ilicic: entrambe sono state realizzate in trasferta.
Entrambe le triplette di Josip Ilicic nel massimo campionato sono state firmate al Bentegodi nel giro di 24 minuti; la prima nel marzo 2018 contro il Verona.
Josip Ilicic ha segnato tre gol in questo campionato con tre tiri nello specchio.
Tra i giocatori che hanno effettuato almeno tre tiri nello specchio in questo torneo, gli unici ad aver trasformato in gol ogni conclusione nello specchio della porta avversaria sono entrambi dell'Atalanta: Emiliano Rigoni e Josip Ilicic (tre su tre). De Roon è tornato al gol in Serie A dopo 15 giornate di astinenza.
L'ultima rete dell'olandese nel massimo campionato risale all'aprile scorso in casa della SPAL.
È la prima volta nelle due stagioni giocate in Serie A che Robin Gosens realizza un gol e fornisce un assist nella stessa partita.
È la prima volta nella sua carriera nella massima Serie che Remo Freuler confeziona due assist per i compagni di squadra nella stessa partita.
Secondo gol stagionale per Valter Birsa che non segnava dal dischetto da febbraio 2016, in casa contro il Sassuolo.
Valter Birsa ha raggiunto quota 150 presenze da titolare in Serie A.
Rafael Toloi ha giocato la sua gara numero 100 nel massimo campionato.

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments