CAGLIARI-SAMPDORIA 4-3

Serie A, Cagliari–Sampdoria 4-3: Cerri fa urlare di gioia Maran al 96’

Samp in vantaggio per 1-3 al 70', poi la gran reazione dei sardi guidati da un super Joao Pedro

  • A
  • A
  • A

Il sipario sulla 14.ma giornata di Serie A scende con un pirotecnico Cagliari–Sampdoria, terminato 4-3. Blucerchiati due volte in vantaggio con Quagliarella (38’ rig) e Ramirez (52’). Nainggolan da fuori accorcia (69’), poi ancora Quagliarella al 70’ ristabilisce le distanze. Quindi si scatena la furia dei sardi: doppietta in due minuti di Joao Pedro (74’ e 76’), infine l’incornata di Cerri al ’96 fa esplodere la Sardegna Arena.

LA PARTITA
Una partita pazzesca, frutto di una prestazione incredibile da parte di Cagliari e Sampdoria che hanno dato vita ad un match teso, spigoloso, risolto negli ultimissimi minuti da un’incornata imperiosa di Cerri al 96’, mandato in campo pochi minuti prima da Maran per uno spento Simeone. E nonostante l’incredibile epilogo, la prima parte della sfida aveva assunto in maniera più evidente le tinte blucerchiate della Sampdoria. Dopo un paio di tentativi velleitari di Joao Pedro, a guidare i liguri ci pensa Fabio Quagliarella, che trasforma al 38’ un rigore calciato di prepotenza, assegnato per un atterramento fortuito di Luca Pellegrini ai danni di Gabbiadini. La seconda frazione di gioco riparte con lo stesso spartito: sardi alla ricerca del pari, Ramirez a gestire la palla, ad inventare e anche a far male in avanti. Succede al 52’, quando il trequartista uruguagio duetta con Quagliarella e con una sassata di sinistro ad incrociare fulmina Rafael. La Sardegna Arena sembra sprofondare in un mare di terrore, anche se è il colpo del ninja a tenerla in vita: sassata da fuori di Nainggolan (69’), premiato prima della partita come miglior giocatore della serie A per il mese di novembre, e boccata d’ossigeno per Maran. Il respiro a pieni polmoni dura poco, perché capitan Quagliarella al 70’ riporta a due le lunghezze di vantaggio per la Samp, quando solo sessanta secondi dopo l’ennesima rete del centrocampista belga colpisce al volo dopo cross dalla destra di Gabbiadini.

Le montagne russe sono appena iniziate, qualcuno sugli spalti allaccia le cinture. Tenersi forte non è una pessima idea perché tra il 74’ e il 76’ la furia di Joao Pedro si abbatte sulla difesa blucerchiata, che imbambolata accusa nettamente il colpo. Doppietta del brasiliano, miglior marcatore stagionale per i suoi, e un’altra dose di forti emozioni alimenta l’entusiasmo dei tifosi sardi. Le gambe dei giocatori di mister Ranieri tremano, fino a crollare del tutto quando il gigante Cerri (96’) prende l’elicottero per volare in cielo e colpire di testa per il folle 4-3 finale. In classifica Cagliari sempre più quarto a 28 punti, al pari della Roma, mentre la Samp resta ferma a quota 12, in zona pericolosa.
 
LE PAGELLE
Nainggolan 7,5:
condottiero indomito, guida la riscossa dei suoi e si conferma vera anima di questa squadra. Un gol e un assist per continuare a farsi rimpiangere anche dalle parti di Milano.
Joao Pedro 7,5: una doppietta in poco più di due minuti, l’attaccante nettamente più in palla dei sardi. Un momento d’oro che sta facendo volare lui e il Cagliari.
Simeone 5: ingabbiato e poco pericoloso, vive una serata di sofferenza senza mai procurare un pericolo dalle parti di Audero.
Ramirez 7,5: nettamente il migliore tra i blucerchiati. Illumina con tocchi di classe, cuce il gioco, segna. E se Ranieri lo voleva al Leicester c’era certamente un perché. 
Quagliarella 7,5: torna al gol con una doppietta importante, ma soprattutto riacquista quella fiducia che negli ultimi tempi gli era mancata. Nel primo tempo sfodera una rovesciata da urlo.
Gabbiadini 5,5: il meno brillante del trio offensivo. Nel primo tempo latita, poi con gli spazi aperti mette timidamente la testa fuori dal guscio, fornendo un assist al bacio per il suo capitano. 
 
 IL TABELLINO
Cagliari (4-3-1-2):
Rafael 6; Faragò 6, Pisacane 6, Klavan 5,5, L. Pellegrini 6; Castro 5 (12’ st Nandez 5,5), Cigarini 6, Rog 6,5 (38’ st Ionita sv); Nainggolan 7,5; J. Pedro 7,5, Simeone 5 (47’ st Cerri 6,5). A disp.: Aresti, Ciocci, Lykogiannis, Mattiello, Pinna, Walukievicz, Deiola, Oliva, Ragatzu. All.: Maran 7
Sampdoria (4-3-1-2): Audero 6; Thorsby 5,5, Ferrari 6, Colley 5,5, Murru 6; Jankto 6, Ekdal 6 (28’ st Linetty 6), Vieira 6,5; Ramirez 7,5 (32’ st Caprari 6), Quagliarella 7,5, Gabbiadini 5,5 (35’ st Rigoni sv). A disp.: Seculin, Falcone, Augello, Chabot, Leris, Maroni, Murillo, Regini. All.: Ranieri 6
Arbitro: Aureliano
Marcatori: 38’ rig. Quagliarella (S), 7’ st Ramirez (S), 24’ st Nainggolan (C), 25’ st Quagliarella (S), 30’ st J. Pedro (C), 31’ st J. Pedro (C), 51’ st Cerri (C) 
Ammoniti: Nandez (C), Faragò (C), Colley (S), Cerri (C)

LE STATISTICHE
•    Il Cagliari ha collezionato la sua 400ª vittoria in Serie A.
•    Il Cagliari è imbattuto da 12 gare di campionato (8V, 4N): per i sardi è la striscia senza sconfitte più lunga dal febbraio 1972 in Serie A (14 partite in quel caso).
•    Era dal settembre 2017 che il Cagliari non collezionava quattro vittorie interne di fila in Serie A (cinque in quel caso).
•    Il Cagliari ha realizzato 19 gol in Sardegna, di cui nove nelle ultime due gare interne: solo la Lazio (21) ha messo a segno più reti in casa in questo campionato.
•    Fabio Quagliarella ha toccato quota 156 gol nella massima serie, raggiungendo Filippo Inzaghi, Luigi Riva e Roberto Mancini tra i migliori marcatori all-time in Serie A.
•    João Pedro è il secondo giocatore nella storia del Cagliari a realizzare almeno nove reti nelle prime 14 partite giocate dalla sua squadra in Serie A, dopo Luigi Riva (nel 1968/69 e nel 1973/74).
•    João Pedro con nove reti ha già stabilito il suo record di marcature in un singolo massimo campionato – terza doppietta per il brasiliano in Serie A, tutte arrivate in Sardegna.
•    Fabio Quagliarella è il giocatore ad aver realizzato più gol dal dischetto nel 2019 nei Top-5 campionati europei (10).
•    Fabio Quagliarella ha realizzato sette gol nelle sue ultime sei sfide contro il Cagliari in Serie A, mettendo a segno dagli 11 metri due delle ultime tre reti contro i sardi – entrambe nel 2019.
•    Radja Nainggolan non andava a segno in tre presenze di fila in Serie A dal febbraio 2017 con la maglia della Roma (quattro in quel caso).
•    Gastón Ramírez ha preso parte a quattro gol (due reti, due assist) nelle sue ultime cinque presenze in Serie A.
•    Alberto Cerri non andava a segno dal marzo 2017 in Serie A, quando trovò la rete proprio contro la Sampdoria, con la maglia del Pescara.
•    Sette gol nel match odierno tra Cagliari e Sampdoria, uno in più di quelli arrivati nei precedenti tre incroci tra le due squadre in Serie A.
•    Per la prima volta la Sampdoria ha perso punti da situazione di vantaggio in questo campionato – era l’unica a non averne ancora perso alcuno.
•    Jakub Jankto ha collezionato la sua 100ª presenza in Serie A.
•    Per la terza volta nella storia della Serie A il Cagliari ha vinto una partita dopo essere andato in svantaggio di due gol - nel 1968 e nel 2016 le altre due occasioni.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments