CAGLIARI-TORINO 0-1

Serie A, Cagliari-Torino 0-1: Nicola esulta grazie a Bremer, Di Francesco nei guai

Il brasiliano realizza sugli sviluppi di un calcio d’angolo la rete che decide un match dai ritmi piuttosto bassi: è la prima vittoria in granata per il tecnico subentrato a gennaio

  • A
  • A
  • A

Importante vittoria in chiave salvezza per il Torino, che batte 1-0 in trasferta il Cagliari nella 23a giornata di Serie A. Ritmi bassi e poche emozioni alla Sardegna Arena, fino al guizzo decisivo di Bremer che al 76’ indovina il colpo di testa vincente che vale, di fatto, i tre punti. Per il tecnico Davide Nicola è il primo successo sulla panchina granata: il distacco dal terzultimo posto occupato proprio dal Cagliari sale a 5 punti.

LA PARTITA
È forse ancora troppo presto per parlare di fine della crisi, ma i tre punti conquistati dal Torino di Davide Nicola (al primo successo in granata dopo essere subentrato a gennaio) sono importanti, se non fondamentali, nella corsa alla salvezza, contro un Cagliari che conferma le sue difficoltà e non riesce proprio a scrollarsi di dosso le insicurezze sempre più opprimenti di questa disgraziata stagione. La partita della Sardegna Arena, in realtà, non è esattamente dominata dalla squadra che andrà poi a vincerla: in un brutto primo tempo, il Cagliari si lascia preferire per la capacità di mantenere il possesso del pallone, anche se le conclusioni tutte fuori dallo specchio di Nandez al 17’, Simeone al 32’ (con deviazione di Bremer) e Marin al 38’ non spaventano affatto Sirigu. Dall’altra parte c’è un Torino bloccato e senza idee, e lo 0-0 all’intervallo è inevitabile.

I ritmi e l’intensità sono molto bassi anche nella ripresa, con le due contendenti che confermano di avere molta paura a scoprirsi, e la partita resta blanda, deludente. Arriva quasi come un fulmine a ciel sereno la prima occasione di una certa pericolosità da parte degli ospiti, al 68’: ad avvicinarsi alla porta difesa da Cragno è Simone Zaza, la cui conclusione di sinistro trova però la deviazione del portiere avversario. L’iniziativa dell’attaccante lucano però è di ispirazione per una squadra che prende fiducia, inizia ad alzare la pressione offensiva e trova la rete del vantaggio al 76’: cross preciso dalla bandierina di Mandragora, Bremer colpisce in area indisturbato e firma l’1-0. Di fatto, è il colpo del ko: il Cagliari esce totalmente dalla partita e rischia il tracollo in due occasioni, all’84’ con Belotti e in pieno recupero con Rincon, e ad evitare lo 0-2 sono solo i riflessi di Alessio Cragno. Non bastano nemmeno cinque minuti di recupero perché la squadra rossoblù riesca ad avvicinarsi al pari: ad esultare è il Torino, per la prima volta vincente dal 3 gennaio ma anche al sesto risultato utile consecutivo, un andamento che vale il +5 sul terzultimo posto occupato da un Cagliari che non vince ormai da tre mesi e mezzo. E la panchina di Di Francesco è sempre più a rischio.

LE PAGELLE
Bremer 7 – A una solida prestazione in difesa aggiunge la rete decisiva per tre punti importantissimi: non può che essere lui il migliore in campo.
N’Koulou 6,5 – Accanto a Bremer (e a un più che discreto Izzo) si distingue in difesa soprattutto il camerunense, che annulla Simeone e Joao Pedro.
Belotti 5,5 – Ci si attende sempre tanto dal Gallo, ma non è la sua serata: manca il raddoppio a tu per tu con il portiere, è fortunato che non sia influente a livello di risultato.
Nainggolan 6,5 – Merita un plauso per generosità, intensità e qualità. Ma è un profeta nel deserto e i compagni non lo seguono efficacemente.
Joao Pedro 5 – Nelle ultime otto partite ha segnato solo un gol, anche stasera è un fantasma. Urge un cambio di marcia prima che la situazione diventi disperata.
Simeone 5 – L’impegno c’è, ma non porta alcun frutto nei 70 minuti trascorsi in campo: resta incredibile l’involuzione di un calciatore che non segna dallo scorso 31 ottobre.

IL TABELLINO
CAGLIARI-TORINO 0-1
Cagliari (3-4-1-2): Cragno 6,5; Ceppitelli 6 (34’ st Pereiro sv), Godin 5,5, Rugani 6; Zappa 6 (44’ st Duncan sv), Nandez 5, Marin 6, Lykogiannis 5,5; Nainggolan 6,5 (34’ st Pavoletti sv); Joao Pedro 5, Simeone 5 (25’ st Cerri 5,5). A disp.: Aresti, Vicario, Deiola, Calabresi, Tramoni, Asamoah, Walukiewicz, Carboni. All.: Di Francesco 5
Torino (3-5-2): Sirigu 6; Izzo 6,5, Nkoulou 6,5, Bremer 7; Singo 6 (44’ st Vojvoda sv), Rincon 6, Mandragora 6,5, Lukic 6 (34’ st Baselli sv), Ansaldi 5,5; Zaza 5,5 (34’ st Bonazzoli sv), Belotti 5,5. A disp.: Ujkani, V. Milinkovic-Savic, Lyanco, Gojak, Ricardo Rodriguez, Verdi. All.: Nicola 6,5

Arbitro: Orsato
Marcatori: 32’ Bremer (T)
Ammoniti: Lukic (T), Belotti (T), Simeone (C), Ceppitelli (C), Zappa (C)
Espulsi: -

LE STATISTICHE
Il Cagliari è una delle due squadre, al pari dell’Elche, ad attendere la vittoria da più partite nei top-5 campionati europei: 16, di cui cinque pareggi e 11 sconfitte per i sardi. 
Davide Nicola è il terzo allenatore del Torino a restare imbattuto nelle sue prime cinque panchine in Serie A nell'era dei tre punti a vittoria, dopo Walter Mazzarri e Franco Scoglio. 
Il Cagliari conta 15 punti, dopo le prime 23 gare stagionali in Serie A ha fatto peggio solo nel 1975/76, quando chiuse con la retrocessione (14 punti, contando tre punti a vittoria). 
Ciascuna delle tre vittorie del Torino in questo campionato è arrivata in trasferta, di cui due nel 2021 - contro il Parma (3-0) a gennaio e stasera. 
Il Cagliari ha collezionato un solo punto nelle ultime 10 gare in Serie A (1N, 9P), restando a secco di gol sei volte nel parziale. 
Era dal gennaio 2020 che il Torino non teneva la porta inviolata per due gare di fila in Serie A. 
Solo Hakimi e Gosens (entrambi sei) hanno segnato più gol di Bremer (quattro) tra i difensori di questo campionato. 
Bremer ha stabilito il suo record di gol in una singola stagione in Serie A: quattro, uno in più che nello scorso campionato. 
50ª presenza da titolare con il Cagliari in tutte le competizioni per Nahitan Nández e Giovanni Simeone. 

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments