LO SCENARIO

Genoa, Cagliari, Bologna, Parma: grandi colpi per imitare l'Atalanta

Schone, Nainggolan ma anche Hernani, Karamoh e Skov Olsen: le provinciali sognano un altro ribaltone

di
  • A
  • A
  • A

Forse tutto è cominciato proprio dall'ultimo urlo. Dall’Atalanta che ce la fa e conquista la Champions League in una notte di maggio. E dalle note della musica più sognata che risuonano per una squadra fino a quel momento considerata di provincia. L’impresa dell’Atalanta, tra l'altro finalista di Coppa Italia, ha avuto un effetto domino che in quest’estate di calciomercato ha acceso il calcio di provincia.  

Colpi degni di un top club, ma messi a segno da squadre abituate alla parte destra della classifica. E poi un entusiasmo incontenibile, come quello della Genova rossoblù per l’arrivo di Lasse Schone. Stessi colori e scene simili all’aeroporto di Cagliari, dove Giulini sta costruendo una squadra formato centenario. L’appuntamento con la storia è per il 2020 e i sardi vogliono farsi trovare pronti. Il ritorno di Nainggolan, ma prima di lui anche Rog e Birsa in attesa dell’uruguaiano Nandez dal Boca Juniors.

E a brillare è pure il rossoblù del Bologna, che oltre al riscatto di Orsolini ha importato dalla Danimarca il talento cristallino di Skov Olsen, esterno offensivo che si è già fatto notare nell’Europeo Under 21 giocato in Italia a giugno. Proprio al Bologna segnò il suo primo e unico gol in Serie A un altro esterno d’attacco, il francese Karamoh. Lui la via Emilia ce l’ha nel destino visto che si è accasato a Parma insieme al brasiliano Hernani, uno che in maglia Zenit a san Pietroburgo ha assaggiato l’Europa League. E allora ecco che l’Europa diventa il nuovo orizzonte del calcio di provincia. L’Atalanta ha aperto la strada, o meglio gli occhi, a tutte le altre facendo capire che in questa Serie A realizzare i propri sogni non è poi così impossibile.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments