SERIE B

Serie B: il Pordenone batte il Crotone ed è secondo, Frosinone e Entella continuano il sogno playoff

I Ramarri raggiungono il Cittadella grazie a un autogol di Mustacchio, ciociari e liguri vincono sui campi di Juve Stabia e Pisa

  • A
  • A
  • A

Basta un autogol al Pordenone per vincere la sfida di alta classifica con il Crotone: l'1-0 che permette ai Ramarri di raggiungere il Cittadella al secondo posto della serie B è deciso da una sfortunata deviazione di Mustacchio. Importante in zona playoff anche la vittoria del Frosinone: sul campo della Juve Stabia finisce 2-0 (gol di Beghetto e rigore di Ciano). Stesso punteggio per la Virtus Entella, che sbanca Pisa (in gol De Luca e Toscano).

PORDENONE-CROTONE 1-0
Il Pordenone alza la voce nella corsa verso la serie A e batte il Crotone al termine di una sfida tignosa, complicata e poco spettacolare: in palio c'è il raggiungimento del secondo posto (a pari punti con il Cittadella), e ciò che ne scaturisce è una partita senza troppi squilli e decisa da un autogol. Nel primo tempo oltretutto è il Crotone a meritarsi il vantaggio, la tenuta difensiva dei neroverdi però è di grande livello e permette a Di Gregorio di andare all'intervallo senza subire alcun gol. Dopo una buona occasione di Pobega, infatti, il portiere neroverde è due volte fenomenale su Simi e poi su Vido sulla ribattuta. Il Crotone continua a fare la partita, il Pordenone ci prova in contropiede. Al 35' Crociata ci prova da lontano e la sua conclusione sorvola di poco la traversa, quindi dall'altra parte è Pobega ad avere la stessa sorte. Sembra che il primo tempo possa finire così, quando al 43' su azione di Gavazzi arriva la sfortunata deviazione sottoporta di Mustacchio e il Pordenone si porta in vantaggio. Nella ripresa Barberis cerca il pareggio dalla distanza, ma manca la porta di un soffio. Con il trascorrere dei minuti il Crotone attacca in maniera sempre più disordinata e disperata, con i padroni di casa che con grande maturità provano a disunire un avversario decisamente in giornata e alla fine vincono da grande squadra: con questa mentalità, anche in serate storte dal punto di vista tecnico, gli uomini di Tesser sono davvero autorizzati a pensare in grande.

JUVE STABIA-FROSINONE 0-2
Una partita quasi esclusivamente dominata, ma chiusa solo a tempo scaduto: è quella giocata dal Frosinone a Castellammare di Stabia, con la vittoria finale che conferma i ciociari come quarta forza della serie B e con la promozione diretta distante solo 2 punti (quelli che il Cittadella secondo conserva nel vantaggio sugli uomini di Alessandro Nesta). La Juve Stabia prova a partire forte, ma dura solo pochi minuti: Ricci costruisce, Forte di testa manca la porta. Poi è Bardi a respingere un gran tiro dalla distanza di Calò. Il Frosinone lascia sfogare i padroni di casa, poi alla prima vera occasione trova il vantaggio: Beghetto riceve da Dionisi e viene chiuso in calcio d'angolo da Fazio, quindi sul successivo corner si fa servire velocemente da Maiello e al 10' batte Russo dalla distanza. Nei minuti successivi è Dionisi a sfiorare due volte il raddoppio, mentre la Juve Stabia fatica a reagire. Poi al 35' è Forte a far urlare il pubblico del Menti, ma il suo gol non viene convalidato per fallo in attacco. Poi è Ricci a scaldare i guanti a Bardi che non si lascia sorprendere. La ripresa torna a presentare un Frosinone più pericoloso, rendendo meritata anche ai punti la vittoria ciociara. Al 54' c'è infatti il palo dello scatenato Dionisi, che poi costringe Russo alla parata con una volée su azione di Rohden. Poi Gori spreca tutto su azione di contropiede e Brighenti sbaglia mira con un tiro da lontanissimo. Ci prova anche Novakovich, chiuso alla grande da Vitiello, poco prima del secondo legno ospite (Ciano centra la traversa). Calò per poco non confeziona la beffa con una punizione insidiosissima, quindi a tempo scaduto Russo abbatte in area Novakovich e Ciano trasforma il rigore che scatena la gioia anche di Nesta.

PISA-VIRTUS ENTELLA 0-2
La Virtus Entella resta nell'affollatissima zona playoff dell'attuale serie B raccogliendo una fondamentale vittoria sul campo del Pisa di Luca D'Angelo. La certezza dei tre punti arriva tuttavia solo al 95' con il gol del raddoppio, al termine di un secondo tempo pieno di occasioni per entrambe le squadre in campo. I padroni di casa partono meglio, con Gucher che impegna Contini e Masucci che sbaglia mira di testa dopo una grande azione di Siega. Quest'ultimo tenta poi la conclusione personale senza sorprendere Contini, appena prima che gli ospiti (sostanzialmente dominati nella prima mezz'ora) si spingano in avanti trovando quasi subito il vantaggio. Dopo un tiro alto di Eramo su contropiede, infatti, al 28' è Giuseppe De Luca a segnare per l'Entella, sfruttando l'assist al bacio di Paolucci. Prima dell'intervallo il tandem Schenetti-Settembrini e Eramo sfiorano il raddoppio. A inizio ripresa, dopo un tentativo dalla distanza di Manuel De Luca, il Pisa riprende coraggio e Marin sfiora il palo. L'Entella continua però a essere pericoloso e Manuel De Luca per due volte in pochi secondi sbaglia a tu per tu con Gori. La partita resta palpitante: Masucci e Gucher sfiorano il pareggio, Giuseppe De Luca e Eramo non finalizzano un contropiede e Contini è spettacolare sul colpo di testa di Benedetti. Negli ultimi minuti Schenetti spreca un'altra velocissima ripartenza per l'Entella, ma il Pisa colpisce anche un clamoroso incrocio dei pali con Benedetti. A tempo scaduto Gori è quindi sensazionale su Crialese e Schenetti, poi al 95' Toscano chiude i conti e regala all'Entella la certezza di una vittoria tanto pesante quanto sofferta.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments