SPAL-BRESCIA 0-1

Serie A, Spal-Brescia 0-1: decide Balotelli, Joronen para un rigore a Petagna

I lombardi tornano a vincere dopo due mesi e mezzo con il ritorno al gol di SuperMario, i ferraresi scivolano all'ultimo posto

  • A
  • A
  • A

Il Brescia ottiene una vittoria preziosissima al "Mazza" di Ferrara. Nel giorno del ritorno in panchina di Corini, l’1-0 sul campo della Spal vede la firma di Balotelli, che al 54’ ribatte in rete un primo tentativo di Ndoj respinto. I padroni di casa potrebbero agguantare il pareggio al 74’ su rigore, ma Petagna si fa ipnotizzare da Joronen. Le Rondinelle tornano al successo dopo due mesi e mezzo e scavalcano proprio la Spal in penultima posizione.

LA PARTITA
Il primo squillo del match arriva al 5’, con un diagonale di Balotelli controllato però da Berisha. Al 16’, su un brutto rinvio dello stesso Berisha, Tonali recupera palla e ci prova dalla distanza; il portiere della Spal blocca la sfera. Sull’altro fronte Joronen è bravo e tempestivo nell’anticipare in uscita Petagna, che era stato imbeccato da Jankovic. Allo scoccare della mezz’ora la Spal riesce a sbloccare il risultato, con Kurtic che devia il pallone in rete dopo una serie di rimpalli sulla sponda aerea di Cionek, ma la rete viene annullata per via della posizione irregolare dello stesso centrocampista sloveno. Petagna prova a girare di testa, ma non trova lo specchio della porta; stesso tentativo per Romulo nel finale di tempo, ma Berisha non ha problemi ad arpionare il pallone.

La ripresa si apre subito con una clamorosa tripla occasione per gli ospiti. Prima Balotelli, poi Torregrossa e infine Ndoj; nessuno di questi tre giocatori, sotto porta, riesce a trovare lo specchio, con Berisha e Cionek che riescono a salvare la Spal. Il Brescia accelera i ritmi e si porta in vantaggio al 54’ proprio con l’attaccante più discusso nelle ultime settimane: grande pallone di Sabelli per la corsa a destra di Romulo a destra che mette al centro, Berisha non trattine, Ndoj spara addosso al portiere della Spal, poi arriva Balotelli che risolve tutto. SuperMario fa 50 in Serie A, dando un calcio alle critiche e alle difficoltà. Paloschi subentra a Jankovic al 71’ e dopo un minuto risulta subito decisivo: dopo un suo gran controllo, Magnani è costretto a stenderlo. Orsato assegna l’inevitabile rigore: Petagna si presenta dal dischetto, ma Joronen si supera all’angolino basso e salva il Brescia. L’attaccante ex Atalanta mette al lato col piattone poi, al 97’, Moncini va a colpo sicuro ma Cistana salva tutto mettendoci il corpo. Dopo sei sconfitte consecutive gli uomini di Corini, al ritorno sulla panchina delle Rondinelle, tornano al successo due mesi e mezzo dopo l’ultima volta e sorpassano in classifica proprio la Spal, che sprofonda così all’ultimo posto.

LE PAGELLE
Kurtic 6,5: è quello che prova maggiormente a rendersi pericoloso tra i padroni di casa; nel primo tempo riesce ad andare a segno ma il suo gol viene giustamente annullato per un fuorigioco millimetrico.
Paloschi 6,5: entra in campo poco dopo la metà della ripresa prendendo il posto di Jankovic e un minuto dopo si guadagna subito un rigore, steso da Magnani; anche se poi Petagna non sfrutterà l’opportunità.
Petagna 5: ha sulle spalle la responsabilità di sbagliare il calcio di rigore che sarebbe valso l’1-1 (anche meritato) per i ferraresi. Ci prova anche in pieno recupero con il piattone, ma questa non è proprio la sua giornata.
Balotelli 6,5: corre tanto e si dà molto da fare come raramente si era visto negli ultimi tempi. Si crea la prima occasione del match con un bel diagonale e mette a segno il gol vittoria per il Brescia, risolvendo un batti e ribatti in area avversaria.
Joronen 7: a parte un’ottima uscita su Petagna nel primo tempo, non viene quasi mai chiamato a intervenire fino al 74’, quando intuisce la direzione del tiro dello stesso Petagna dagli 11 metri parando all’angolino basso.
Romulo 5,5: ha il merito di servire dalla destra il traversone dalla destra che porterà poi al gol di Balotelli, ma nel complesso non è autore di una grande prestazione. Al 90’ spreca un clamoroso contropiede che poteva essere fatale per il Brescia.

IL TABELLINO SPAL-BRESCIA 0-1
Spal (3-5-2): Berisha 6,5; Cionek 5, Vicari 6, Tomovic 5,5; Jankovic 5 (26’ st Paloschi 6,5), Murgia 5,5 (41’ st Moncini 5), Missiroli 5,5, Kurtic 6,5, Igor 5,5; Petagna 5, Valoti 5,5 (13’ st Floccari 6). A disp.: Letika, Thiam, Cannistra, Mastrilli, Tunjov, Salamon, Valdifiori.
Brescia (3-5-2): Joronen 7; Mateju 6,5, Chancellor 6, Cistana 6,5; Sabelli 6,5, Ndoj 5,5 (21’ st Magnani 5), Romulo 5,5, Tonali 6,5, Bisoli 6; Torregrossa 6 (34’ st Donnarumma 5), Balotelli 6,5 (26’ st Aye 5,5). A disp.: Alfonso, Andrenacci, Gastaldello, Spalek, Zmrhal, Spalek, Martella, Mangraviti, Morosini.
Arbitro: Orsato
Marcatori: 9’ st Balotelli
Ammoniti: Cistana (B), Vicari (S), Kurtic (S), Cionek (S), Magnani (B), Joronen (B)
Note: al 29’ st Joronen respinge un rigore di Petagna

LE STATISTICHE DI SPAL-BRESCIA
• Il Brescia ha vinto tre partite in questo campionato, tutte in trasferta e tutte per 1-0 (con Corini in panchina).
• Record di tiri (19) della SPAL in un match di questo campionato (solo tre hanno però centrato lo specchio).
• La SPAL è la formazione che ha perso più partite in Serie A nell’anno solare 2019 (18).
• Oggi Mario Balotelli ha segnato il suo gol numero 50 in Serie A (il 41° di destro): non realizzava la rete per un 1-0 della propria squadra nel massimo campionato dal febbraio 2014 (Milan-Bologna 1-0).
• Tutti e tre i gol di Mario Balotelli in questo campionato sono arrivati in trasferta e nel secondo tempo.
• Solo la Lazio (3) ha sbagliato più rigori della SPAL (2) in questo campionato.
• Degli 11 portieri che hanno parato almeno un rigore in questo campionato, ben 7 sono stranieri (incluso Joronen).
• Petagna ha sbagliato 2 degli ultimi 3 rigori calciati in Serie A, dopo aver realizzato tutti i precedenti 6.
• La SPAL ha subito gol in 7 delle 8 gare interne di questa Serie A. Dall’inizio del 2019 soltanto il Sassuolo ha incassato più reti dei ferraresi (26) in gare casalinghe nel massimo campionato.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments