PRIME PAROLE

Roma, Rui Patricio: "Che sogno lavorare con Mourinho"

Il portiere portoghese, primo acquisto della Roma dello Special One, svela i motivi della scelta giallorossa

  • A
  • A
  • A

Prime parole di Rui Patricio da nuovo portiere della Roma. Arrivato dal Wolverhampton, il portoghese ha sottolineato di essere entusiasta di poter lavorare con mister Mourinho, aspetto che lo ha affascinato sin da subito: "È la prima volta che lavoro con lui, ma indubbiamente è uno dei migliori tecnici al mondo e per qualsiasi giocatore, per qualsiasi atleta è sempre un sogno poter lavorare con lui, poter essere allenato da lui - dice -. Mourinho rappresenta indubbiamente un grande valore aggiunto per poter crescere, per poter lavorare e migliorare e sicuramente è qualcosa di molto affascinante". 

Getty Images

Il portoghese ha poi sottolineato il suo entusiasmo e la fiducia nel progetto: "Quando ho saputo dell'interessamento della Roma logicamente sono rimasto molto contento, ed ero anche molto entusiasta di venire qui perché, indubbiamente, desidero una nuova sfida", ha proseguito. "Ho passato tre anni al Wolverhampton, dove sono stato molto felice, e devo solo ringraziare il club perché mi ha dato l'opportunità di giocare in Premier League". Il suo legame con la squadra inglese, infatti, non viene dimenticato. "Indubbiamente porterò nel cuore il Wolverhampton perché è un club che è come una famiglia, ma logicamente la chiamata della Roma è una grande opportunità per lottare per dei titoli, per essere parte di un grande club, e quindi sono molto entusiasta, arrivo per dare il meglio, per aiutare la squadra, per aiutare il club a vincere titoli".

Rui Patricio ha poi speso molte parole positive per descrivere la Serie A: "È un grande campionato e ho l'opportunità di poter giocare in Serie A contro grandi squadre, grandi giocatori, e sappiamo anche che in Serie A ci sono squadre che lottano per vincere titoli, quindi senza dubbio sarà molto entusiasmante".

L'obiettivo del portiere giallorosso resta continuare a lavorare e soprattutto a migliorare dando il massimo perché solo così sarà possibile "crescere, a imparare, a lavorare e vincere titoli". 

 

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments