Calcio ora per ora

PSG contro sindaca Parigi per Parco dei Principi

Bufera sul Paris Saint-Germain e non soltanto per la seconda sconfitta

Ora per ora placeholder
  • A
  • A
  • A

Bufera sul Paris Saint-Germain e non soltanto per la seconda sconfitta in Ligue 1, ieri sera contro il Rennes. Le polemiche sul rendimento della squadra - il Lens e' ormai a soli 3 punti dai parigini in classifica - si aggiungono alla vera e propria guerra fra la proprieta' qatarina della societa' e la sindaca di Parigi, Anne Hidalgo. La quale, in un'intervista, ha annunciato definitivamente che il Parco dei Principi non verra' mai ceduto o venduto al PSG. "Lo dico molto chiaramente - ha detto la Hidalgo in un'intervista pubblicata sabato da Le Parisien - il Parco dei Principi non e' in vendita. E non sara' venduto. E' una posizione ferma e definitiva. Si tratta di un patrimonio eccezionale dei parigini". E' stata la prima volta che il Comune ha chiuso in modo cosi' deciso la porta ad ogni sviluppo, sbarrando la strada alle intenzioni piu' o meno espresse dal patron, Nasser Al-Khelaifi. "Con questa posizione della sindaca - ha fatto sapere una fonte della societa' - ci perdono tutti. Adesso il Paris Saint-Germain e' costretto a trovare opzioni alternative per rilocalizzare il club, privando Parigi di un investimento di primaria importanza. Non e' certo la soluzione che volevamo, per la societa' e per i tifosi". Per Al-Khelaifi, le opzioni alternative sono l'acquisto dello Stade de France - dove pero' i tifosi sono molto restii a trasferirsi - o costruire un nuovo stadio. Questa seconda ipotesi sembra pero' estremamente onerosa per una societa' gia' appesantita da 370 milioni di perdite nel 2021-2022 e dalla costruzione del nuovo centro di allenamento a Poissy, alle porte di Parigi. Il club, dopo il no della Hidalgo, ricorda che sono stati investiti "oltre 85 milioni di euro" nel vecchio Parc des Princes, e la societa' si e' impegnata per altri 500 milioni". Ma questo secondo investimento e' subordinato, per la societa', alla possibilita' di acquisire l'impianto. In caso contrario, la societa' fa sapere che "la sindaca costringe il PSG a lasciare il Parco e fara' pesare un carico fiscale di diversi milioni di euro sui contribuenti parigini". La Hidalgo rilancia con l'opzione di "un contratto di lunga durata" dello stadio a favore del PSG.