DA COVERCIANO

Lorenzo Pellegrini cuore d'oro: esaudito l'ultimo desiderio di Fabio Ridolfi

Il capitano della Roma è riuscito a mandargli un videomessaggio: "È stato un regalo enorme per lui"

  • A
  • A
  • A

Lorenzo Pellegrini è riuscito a esaudire l'ultimo desiderio di Fabio Ridolfi, il 46enne di Fermignano morto in seguito alla sedazione profonda ottenuta dopo essere rimasto immobilizzato al letto per 18 anni da una tetraparesi. "Vorrei incontrare Pellegrini e Zaniolo" aveva detto usando il puntatore oculare il 46enne, grande tifoso della Roma che da anni chiedeva l'eutanasia, rispondendo ai giornalisti nei giorni scorsi.

© twitter

Appello accolto dal giallorosso. Grazie a un passaparola è stato raggiunto Lorenzo Pellegrini, che impegnato nel ritiro con la Nazionale per la Nations League contro l'Inghilterra, ha inviato un videomessaggio: "Ho sentito parlare di te - ha detto Pellegrini, con indosso la maglia azzurra - Sono in Nazionale e non potrò passare di persona, ma ti mando un grande saluto, un abbraccio e un bacio. Ciao".

Il messaggio è stato diramato dall'associazione Luca Coscioni. "Ciao Lorenzo - la risposa di Andrea Ridolfi, fratello di Fabio - volevo ringraziarti a nome di tutta la mia famiglia e in particolare di Fabio per il pensiero che hai avuto nei suoi confronti. Hai esaudito un suo desiderio ed è stato un regalo enorme per lui. Come gli ho detto poco tempo fa 'te ne vai da Campione d'Europa' e questa coppa lo rende ancora più orgoglioso di tifare Roma. Grazie di cuore".

A Pellegrini vanno i ringraziamenti anche dell'Associazione Luca Coscioni "per la sua enorme sensibilità nell'aver inviato questo messaggio e aver corrisposto così al desiderio di Fabio, mentre era impegnato nella preparazione della partita della Nazionale che sarebbe scesa in campo di lì a poche ore. Ha comunque trovato il tempo per salutarlo nonostante la tensione che accompagna il pre-partita di chi sta per rappresentare il proprio Paese - osserva Filomena Gallo, legale di Fabio e segretario dell'associazione Coscioni - Questa è attenzione, sensibilità, pensiero, rispetto. Il Governo avrebbe dovuto intervenire con responsabilità e tempestività contro l'azienda sanitaria che ha negato il fine vita richiesto da Fabio - insiste - Contro questi ritardi, intervenendo subito, evitandogli un epilogo che non avrebbe voluto".

Vedi anche L’anno d’oro di Lorenzo Pellegrini: da Cesena in C a Cesena con la 10 azzurra nazionale L’anno d’oro di Lorenzo Pellegrini: da Cesena in C a Cesena con la 10 azzurra

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti