LE PAGELLE DELLA GIORNATA

Le pagelle di Piantanida:  Nicola salva il matrimonio Ferragni-Fedez, Chiesa tace

De Ketelaere incubo San Siro, Dionisi out e Akinsanmiro esordio con voto

  • A
  • A
  • A

Franco Piantanida ha emesso le sue sentenze anche in questo weekend di serie A. Per Pressing, il professore di SportMediaset ha dato i voti ai protagonisti della 26esima giornata.

LUVUMBO 8,5

Innanzitutto, mezzo voto in più per aver segnato da infortunato, stiracchiato sulla gamba destra proprio nel controllo del pallone decisivo, decisivo come potrebbe essere questo gol a fine stagione, decisiva come la scelta sulla tinta dei capelli che non piace a Ranieri, che non piaceva…

JUAN JESUS 3

Ecco, di riflesso, è il voto senza commento della settimana.

RETEGUI 9

In un’intervista in settimana ha detto, quasi urlato, che sogna di giocare gli Europei con l’Italia. Nel weekend ha rovesciato, sì ha rovesciato la frase: è l’Italia che sogna di giocare gli Europei con Retegui.

MALDINI 7,5

Eccolo qua, anche stavolta mostra il documento, anche stavolta come negli ultimi tre campionati mette almeno un timbro sul passaporto per viaggiare in Serie A anche l’anno dopo. Poi capiremo come migliorare la qualità della permanenza e il soggiorno.

FABBIAN 8

Energia, profondità, coraggio. Sembra il volantino di un centro olistico, ma è la definizione che Thiago Motta dà del buon Giovanni, in un certo senso la medicina alternativa per il Bologna nel girone di ritorno: con 2 gol e 2 assist nelle ultime 5 partite sta continuando a massaggiare la zona Champions League.

DE KETELAERE 4,5

Rimpianto Milan. Eh, ma San Siro mette troppa pressione.
Rimpianto Milan. Eh, ma è giovane e deve farsi le ossa.
Rimpianto Milan. Eh, ma non vale 35 milioni.
Mamma che noia questa narrazione su De Ketelaere. Eh, ma per fortuna che c’è questa narrazione su De Ketelaere.

AKINSANMIRO 6

Quando la riserva della riserva di una riserva fa l’esordio in Serie A, di solito vuol dire due cose: o che ci sono ottanta infortunati o che le cose stanno andando talmente bene che su tutti gli altri non c’è più niente da dire.

DIONISI 1

Dopo 26 giornate questa è la peggior stagione del Sassuolo in Serie A dalla prima: nel 2013-14 Malesani prese il posto di Di Francesco e venne a sua volta esonerato per il ritorno salvifico dello stesso Di Fra. Ora, immaginare uno scenario simile sarebbe paranormale, ma è normale che non avesse più idee per parare questa situazione.

CHIESA 4

4 gol nelle prime 5 partite, con tanto di stoccata ad Allegri sul gioco propositivo alla prima giornata, vi ricordate, sul non chiudersi sempre dietro, sulla grande intensità portata dalle nuove tattiche del vice Magnanelli, vi ricordate? Infatti, poi non ricordiamo più nulla. Un bel tacere non fu mai scritto.

NICOLA 10

È arrivato da 6 partite e la classifica dice Empoli in zona Champions. Chiara Ferragni, Fedez, amici, se volete salvare il vostro matrimonio dalla retrocessione a divorzio e avete la possibilità di fare una sola telefonata, sapete a chi farla.

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti