LE PAROLE

Eca, Al-Khelaifi a Ceferin: "Grazie amico mio, hai badato agli interessi dei club"

Parole al miele dal presidente del Psg a quello della Uefa e frecciate alla Super League: "Il modello europeo funziona. Qualcuno ha cercato di abbatterlo..."

  • A
  • A
  • A
© Getty Images

Nasser Al-Khelaifi ha parlato alla 27esima Assemblea Generale della European Club Association e ha speso parole al miele per il presidente della Uefa, Aleksander Ceferin, non risparmiando invece frecciate al progetto Super League: "I dubbiosi del modello calcistico europeo avevano torto - ha detto il numero uno dell'Eca e del Psg -. Più influenza e più benessere per i club, una governance più progressista e più coesione europea. Ricordo che alcune persone hanno cercato di abbattere il sistema per ottenere solo una piccola parte di queste cose l'anno scorso... Presidente Ceferin, mi avevi detto fin dall'inizio che avresti badato ai migliori interessi dei club. Ogni previsione che hai fatto si è avverata e hai fatto anche di più per l'ECA e per i nostri oltre 240 club. Sei un uomo di parola. Di fronte alla nostra Assemblea Generale, ti ringrazio personalmente, moi prijatel (amico mio in sloveno, ndr)".

Al-Khelaifi fa riferimento in particolare alle riforme attuate dalla confederazione europea da quando il manager qatariota ha preso il posto di Andrea Agnelli alla guida dell'associazione dei club: "Per la prima volta in assoluto, UEFA ed ECA hanno collaborato per condurre una gara d’appalto aperta e competitiva per gestire il processo di vendita delle competizioni europee per club maschili. Questo processo è stato molto più di una gara d’appalto: ha rappresentato un cambiamento tettonico nel ruolo che i club svolgono nelle decisioni che plasmano il calcio europeo e un nuovo modello di governance progressista per il calcio europeo, con i club che determinano il loro destino in collaborazione con la UEFA. Ha anche mostrato cosa può succedere quando lavoriamo insieme e i risultati sono molto migliori. Abbiamo assistito a un incredibile aumento del 39% del valore commerciale previsto delle competizioni UEFA per club maschili per il ciclo successivo al 2024 e, sebbene dobbiamo ancora esplorare insieme ulteriori flussi di entrate non sfruttati, si tratta di un aumento storico delle entrate".

Poi è tornato sugli obiettivi che l’Eca si era prefissata nell’ultima Assemblea Generale, in particolare quelli riguardanti la stabilità finanziaria del calcio europeo, e sulla fine del fair play finanziario: “Negli ultimi sei mesi, lavorando fianco a fianco con la UEFA, è stato sviluppato un nuovo programma di finanziamento. Questo fondo, che verrà lanciato ufficialmente entro la fine della stagione, porterà liquidità a breve termine, vitale per i club europei di tutte le forme e dimensioni per ristrutturare il proprio debito. Parallelamente, abbiamo collaborato con la Federcalcio europea per definire le nuove regole di sostenibilità finanziaria che si applicheranno in futuro, sostituendo le vecchie regole del fair play finanziario. Queste nuove regole sono progettate per garantire un migliore controllo dei costi, incoraggiando comunque gli investimenti che garantiranno il futuro sostenibile a lungo termine del nostro gioco".

Vedi anche ceferin Calcio Il New York Times anticipa le nuove regole del Fair Play Finanziario: ecco come cambierà

Il discorso di Al-Khelaifi era iniziato con un pensiero rivolto alla popolazione ucraina: "L’Europa di oggi sembra molto diversa dall’Europa di sei mesi fa, quando ci siamo incontrati l’ultima volta a Ginevra. Stiamo vivendo tempi difficili. Siamo tutti addolorati per i violenti attacchi al popolo ucraino e chiediamo la pace. La sofferenza a cui stiamo assistendo ci ricorda ciò che conta veramente nella vita e perché ne facciamo tesoro così disperatamente. Ci ricorda anche la forza sociale positiva del calcio. Sono in contatto con il Consiglio per i diritti umani delle Nazioni Unite (UNHCR) in modo che l’ECA possa aiutare sia il popolo ucraino, sia i rifugiati assistiti nei paesi vicini. Sono anche molto orgoglioso di annunciare che l’ECA metterà a disposizione un contributo finanziario iniziale di 1 milione di euro per sostenere gli sforzi dei nostri membri nell’assistere il popolo ucraino, mentre molti dei nostri club si sono anche offerti di trovare un posto sicuro per i giocatori delle accademie giovanili ucraine".

Vedi anche Ceferin: "Un nuovo tentativo per la SuperLega? Hanno usato una pandemia, ora usano una guerra" Calcio Ceferin: "Un nuovo tentativo per la SuperLega? Hanno usato una pandemia, ora usano una guerra"

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti