Coppa Italia, la doppietta di Benassi regala gli ottavi alla Fiorentina e salva Montella

I viola in 10 per oltre un'ora battono 2-0 il Cittadella: ora l'Atalanta

  • A
  • A
  • A

La Fiorentina si affida a Marco Benassi, miglior marcatore della scorsa stagione, per superare il Cittadella 2-0 in un delicato quarto turno di Coppa Italia. Una doppietta del centrocampista indirizza un match che poteva rivelarsi complicato, specialmente con l’espulsione di Venuti arrivata subito dopo il vantaggio viola. La panchina di Montella per ora è salva, agli ottavi i toscani incroceranno l’Atalanta.

Il quarto turno di Coppa Italia pesa già tantissimo per la Fiorentina di Montella, obbligato a battere il Cittadella per scacciare le nubi sopra la sua panchina. Fin dalle prime battute la tensione si fa sentire più della categoria di differenza, con la squadra di Venturato che approccia il match con convinzione e si rende subito pericolosa con Bussaglia e Ventola, raccogliendo anche due corner in pochi minuti. I Viola impiegano un buon quarto d’ora per scrollarsi di dosso la paura e dopo un’incornata comoda fallita da Vlahovic passano al 21’: Sottil recupera un pallone che sembrava perso e piazza da sinistra un cross rasoterra che Benassi controlla e chiude sul primo palo per il suo primo gol in stagione. Neanche il tempo di esultare che il match cambia: Celar viene lanciato a rete ed è travolto da Venuti, che per l’arbitro è da rosso. In 10 Montella decide quindi di inserire Lirola per uno scontento Sottil, ma poco dopo il Cittadella sfiora il pareggio con Panico, che imbeccato su un contropiede spreca un’occasione d’oro a tu per tu con Terracciano. La Fiorentina capisce che non c'è da scherzare e dopo l’intervallo rientra con un altro piglio, trovando subito il 2-0 di nuovo con Benassi, freddo a finalizzare un assist di Ghezzal, ben pescato da Lirola. Proprio nel momento più delicato il centrocampista, fin qui poco impiegato, rispolvera la vena realizzativa della scorsa stagione, nella quale fu il miglior marcatore dei Viola. Anche in superiorità numerica, il Cittadella non riesce più a pungere e Montella può sorridere, per il momento. In attesa degli ottavi di finale con l’Atalanta, infatti, il tecnico dovrà riprendere a convincere anche in Serie A.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments