UEFA

Chi va in Europa se i campionati non riprendono? Sfida Milan-Verona, Atletico fuori, il City sorride

La Uefa ha indicato nel merito sportivo il criterio da prendere in considerazione qualora non si riuscisse a portare a termine la stagione

  • A
  • A
  • A

In tutta Europa il mondo del calcio cerca un modo per concludere la stagione in corso, la Uefa ha ribadito la volontà di portare a termine i campionati ma, visto che la pandemia coronavirus al momento non permette di fissare una data certa per la ripresa, ha fissato anche i criteri per stabilire quali saranno le squadre qualificate alle coppe europee della prossima stagione in caso di uno stop definitivo. Il massimo organismo del calcio europeo ha indicato nel 'merito sportivo' il criterio da prendere in considerazione qualora non si riuscisse a portare a termine la stagione e allora vediamo quale sarebbe la situazione nei 5 top campionati.

SERIE A - Se il nostro campionato non dovesse finire, per le quattro qualificate alla Champions League non ci sarebbero dubbi (Juve, Lazio, Inter e Atalanta), ma la scelta di chi arriverà settimo e andrà quindi ai preliminari di Europa League dipenderà da quale criterio verrà scelto. Milan (36) e Verona (35) sono infatti distanziati da un punto, ma gli scaligeri hanno giocato una partita in meno. Secondo La Gazzetta dello Sport, se si terrà conto del quoziente punti/partite, ad arrivare settimi sarebbero i veneti (e anche il Parma supererebbe i rossoneri), mentre se si guarderà la classifica alla 25esima giornata, sarà il Diavolo a qualificarsi ai preliminari della prossima Europa League. C’è però anche la variante Coppa Italia: se il Milan dovesse vincere la competizione, infatti, la squadra di Pioli accederebbe direttamente alla fase a gruppi dell’Europa League e la classifica del campionato non conterebbe più nulla.

PREMIER LEAGUE - Lo stop del campionato e il criterio del merito sportivo fanno sorridere il Manchester City, che sarebbe qualificato alla prossima Champions League nonostante lo scorso 14 febbraio la Uefa abbia escluso il club dalle competizioni europee per due anni. Contro questa sentenza i campioni d'Inghilterra hanno fatto ricorso al TAS di Losanna, ma al momento è tutto sospeso a causa della pandemia e questa è una buona notizia per la squadra di Guardiola: la squalifica infatti - se verrà confermata - sarà operativa soltanto dopo la sentenza del TAS e se questa dovesse arrivare a stagione già iniziata, i Citizens parteciperebbero alla prossima Champions 'posticipando' il divieto di partecipazione al 2021/2022. Oltre al City sarebbero qualificate Liverpoo, Leicester e Chelsea, mentre il Manchester United, attualmente quinto in classifica, sarebbe praticamente certo di un posto in Europa League. Insieme ai Red Devils lo Sheffield, che è appaiato al sesto posto in classifica col Wolverhampton, ma avendo giocato una gara in meno verrebbe premiato in virtù della sua miglior media punti. Non tutto è perduto però per i Wolves, che possono sperare di qualificarsi anche col settimo posto: in Inghilterra, infatti, oltre alla quinta classificata vanno in Europa League le vincitrici di FA Cup e Carabao Cup, ma quest'ultima l'ha vinta il City (già in Champions) e l'FA Cup è ferma ai quarti di finale e potrebbe non ripartire.

LIGA - Il criterio del merito sportivo fa sorridere anche la Real Sociedad, che in classifica ha gli stessi punti del Getafe (e anche la stessa media gol fatti/subiti: +12), ma fin qui ha realizzato più reti e, dato che il doppio confronto tra le due squadre non è andato in scena, è avanti in classifica grazie a questo dettaglio. Club basco dunque in Champions insieme a Siviglia, Real e Barcellona, mentre per i tre posti in Europa League la palla alla Federazione. Sicure di un posto sarebbero il Getafe (quinto) e l'Atletico Madrid (sesto), ma la terza squadra dovrebbe essere la vincente della Coppa del Re, che però non è ancora nota. Le due finaliste sono Real Sociedad (già in Champions) e Athletic Bilbao e quindi sarà la Federazione, in caso non si giocasse la finale, a decidere: il Bilbao finalista o il Valencia (settimo) ai preliminari di Europa League?

LIGUE 1 - Pochi dubbi in Francia, dove Psg (primo) e Olympique Marsiglia (secondo) accederebbero ai gironi di Champions League, mentre il Rennes (terzo) si qualificherebbe al terzo turno preliminare (percorso piazzate). E in Europa League? Normalmente si qualificano la quarta classificata e le due vincitrici della Coppa di Francia e della Coppa di Lega, ma entrambe le competizioni sono ferme in attesa di disputare la finale (Psg-Lione in Coppa di Lega e Psg-Saint-Etienne in Coppa di Francia). In caso in cui gli atti conclusivi delle due coppe non dovessero essere disputati, secondo la stampa francese non ci sarebbe alcuna possibilità che Lione e Saint-Etienne possano qualificarsi alla prossima Europa League, dove accederebbero invece le due squadre attualmente al quinto e al sesto posto: Reims e Nizza.

BUNDESLIGA - In Germania l'ipotesi stop definitivo del campionato è molto lontana, la Bundesliga si prepara a ripartire. Già nelle scorse settimane le squadre della massima divisione tedesca hanno ripreso gli allenamenti (con tutte le limitazioni del caso) e anche se al momento non esiste ancora una data ufficiale, in moltissimi credono che il 9 maggio possa essere la data buona per il nuovo calcio d’inizio. Giovedì la task force tedesca ha illustrato il piano per la ripresa ai vari club di Bundes e ha chiarito che anche se dovesse saltare fuori un nuovo caso di positività fra i calciatori, il campionato non verrebbe interrotto. 

Vedi anche Spagna, l'Atletico Madrid spera in una wild card Champions Champions League Spagna, l'Atletico Madrid spera in una wild card Champions

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments