CELLINO NON SI SMUOVE

Cellino: "Ribadisco, Serie A per me chiusa: non schiererò il mio Brescia"

Il presidente del club lombardo: "Lotito vuol giocare? Raglio d'asino non giunge in Paradiso"

  • A
  • A
  • A

Massimo Cellino resta fermo, fermissimo, sulle posizioni già espresse: per il presidente del Brescia l'attuale stagione può considerarsi chiusa, nulla gli può far cambiare idea: "Ribadisco che se si riprenderà a giocare io non schiererò la squadra" ha dichiarato in un'intervista al Giornale di Brescia. "Non è una provocazione: mi diano i punti di penalizzazione che vogliono, mi assumo tutte le responsabilità del caso".

"Sto vedendo troppo egoismo e troppe persone che cercano di approfittare di questa situazione" ha continuato Cellino. "Lotito vuol tornare a giocare? Raglio d'asino non giunge in Paradiso, si dice: io ascolto solo chi è degno di essere ascoltato. Tra l'altro non so nemmeno se rappresenti la Lazio visto che del club è solo presidente del comitato di gestione". Ma il presidente del Brescia ne ha anche per Gravina: "Il presidente della Figc vada meno in tv e controlli meglio i conti delle società. E venga a fare un giro a Brescia, poi parliamo di tutto. Io non voglio vantaggi e non ho paura di retrocedere perché non fallisco e perché la serie A ce la riprenderemo. Le posizioni prudenti di Fifa e Coni sul fatto di tornare a giocare dicono che il mio punto di vista è quello corretto".

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments