La moviola della 35ª giornata di Serie A

Gli episodi dubbi del turno di campionato

  • A
  • A
  • A

Inter-Juventus, arbitro Orsato
Regolare il primo gol della Juve segnato da Douglas Costa che è in posizione regolare sul lancio di Cuadrado. La discriminante è capire se Matuidi tocchi il pallone e rivedendo l'azione si capisce che il francese il pallone non lo tocca mai. Bene quindi la deciasione di Valeri al Var.
Contestata l'espulsione di Vecino per il fallo su Mandzukic. Orsato mostra subito il giallo all'interista ma poi viene richiamato dal Var: è un fallo imprudente, da "arancione", ma considerando il minuto della partita, il fatto che il piede destro di Vecino non affonda completamente sulla gamba di Mandzukic e che non c'è violenza, poteva bastare il giallo. Proteste per la mancata seconda ammonizione a Pjanic per un fallo su Rafinha che però è un normale fallo di gioco e non particolarmente imprudente. A fine primo tempo Barzagli interviene da dietro su Icardi: la gamba destra va sul tallone e anche in questo caso sarebbe un intervento da "arancione". Giusto dare solo il giallo al difensore biancoenro. 

Fiorentina-Napoli, arbitro Mazzoleni (VAR Doveri)
Intervento di Koulibaly su Simeone: interrotta una chiara occasione da gol. Inizialmente Mazzoleni assegna il calcio di rigore. Cartellino giallo per Koulibaly. Con la revisione al Var, il fallo di Koulibaly è fuori area. Cambia tutto: punizione al limite ma il cartellino diventa rosso per il calciatore inadempiente. Come da regolamento.

Giusto annullare, al quinto minuto di recupero del primo tempo, il gol di Matuidi che parte oltre la linea difensiva dell'Inter nel momento in cui Khedira tocca la palla. Al 58' della ripresa manca il secondo giallo per Pjanic per un intervento scomposto e pericoloso su Rafinha: lo juventino va con la gamba alta sull'interista, c'è imprudenza nell'intervento che meritava il cartellino rosso.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments