BENEVENTO-ATALANTA 1-4

Serie A: Benevento-Atalanta 1-4, la Dea vola al quarto posto

Prestazione mostruosa di Ilicic: gol e assist per Zapata. A segno anche Toloi, illusorio pari di Sau

di
  • A
  • A
  • A

Nel primo anticipo della 17a giornata di Serie A, l'Atalanta batte 4-1 il Benevento e si porta al quarto posto in classifica. Al Vigorito va in scena un autentico show di Josip Ilicic: l'attaccante sblocca il risultato alla mezzora, poi prende un palo al 42'. A inizio ripresa Sau in spaccata trova il pari (50'), poi si scatena nuovamente lo sloveno: da una sua conclusione respinta da Montipò arriva il tap-in vincente di Toloi (69'), poi serve a Zapata l'assist del 3-1. Poker di Muriel all' 86'.

LA PAGELLE
Straordinaria prova di forza della Dea che, trascinata da uno stratosferico Ilicic, si porta momentaneamente in zona Champions in attesa delle gare della domenica. Contro il Benevento, una delle grandi sorprese di questo avvio di stagione, Gasperini ha ancora una volta la conferma di aver trovato la giusta quadratura e con il solito straordinario gioco di squadra i bergamaschi tornano a sognare in grande. La cosa certo è che daranno fastidio a tutte le pretendenti allo scudetto, soprattutto se Ilicic continuerà a giocare a questo livello. La prestazione dello sloveno lascia tutti a bocca aperta, perché in pratica non sbaglia nulla e ogni volta che la palla è tra i suoi piedi nasce qualcosa di pericoloso. Per informazioni chiedere al povero Foulon, fatto letteralmente a brandelli nella prima frazione, sbloccata proprio dal 32enne fuoriclasse di Prijedor, che colpisce anche un palo. 

Un dominio quello degli ospiti, che costringe Inzaghi a correre ai ripari all'intervallo: fuori Foulon e dentro Pastina con il passaggio al 5-3-2. Una mossa che sembra pagare, tanto che alla prima azione degna di nota i sanniti trovato un insperato pareggio: esordio in A con assist per il 19enne difensore, che serve alla perfezione sul secondo palo Sau che in spaccata fa 1-1. L'inerzia della gara sembra cambiare, ma Gasperini dalla panchina trova la giusta contromossa: dentro Malinovskiy per Pessina, con l'ucraino che si posizione a sinistra permettendo a Ilicic di tornare a destra. E nella sua posizione preferita, lo sloveno torna a disegnare calcio: Montipò respinge una sua conclusione, ma Toloi è più lesto di Maggio e in scivolata fa 2-1. Passano due minuti e Zapata deve solo spingere alle spalle del portiere del Benevento l'ennesimo regalo del compagno. La goleada è completata da Muriel, non al meglio ed entrato per il connazionale Zapata: il destro a giro che trafigge Montipò è di rara bellezza. Terza vittoria di fila e settimo risultato utile per i bergamaschi, che tornano a correre e rivedono le zone altissime della classifica. Per il Benevento, falcidiato dalle assenze, un deciso passo indietro che però non preoccupa.

LE PAGELLE
Montipò 7
- Il portiere dei campani prende 4 gol, ma è il migliore dei suoi, evitando un passivo ben peggiore. Nel primo tempo vola su Gosens e dice no a Zapata. Più lavoro nella ripresa, con parate su Ilicic, Muriel e Hateboer (due volte)
Sau 6,5 - Primo tempo di sofferenza come per tutto il Benevento, ma alla prima palla buona non sbaglia, trovando in scivolata l'illusorio 1-1. 
Foulon 4,5 - Pomeriggio da incubo per il terzino belga, visto che dalle sue parti staziona lo scatenato Ilicic. In difficoltà per tutto il primo tempo, sbaglia l'intervento di testa da cui nasce il gol dello sloveno. Inzaghi lo toglie nell'intervallo per inserire il giovane Pastina e passare al 5-3-2.

Ilicic 8,5 - Prestazione mostruosa dello sloveno, che conferma di essersi lasciato alle spalle il momento più buio della sua carriera. Dal suo magico sinistro partono tutte le azioni più importanti: sblocca il match, colpisce un palo, da un suo tiro respinto nasce il 2-1 di Toloi, serve a Zapata il pallone del 3-1 e da un suo cambio gioco nasce il poker di Muriel. In una parola: fenomenale.
Muriel 7 - Si conferma letale quando entra dalla panchina e in una ventina di minuti mette a ferro e fuoco la difesa campana. Splendido il destro a giro che vale il poker. Per fortuna che Gasperini aveva detto che non era al meglio.
Gosens 5,5 - Pronti e via spreca subito un delizioso assist di Ilicic, poi impegna Montipò. Non è il solito rullo compressore sulla sinistra e prende male il cambio con Maehle.

IL TABELLINO
BENEVENTO-ATALANTA 1-4

Benevento (4-3-2-1): Montipò 7; Maggio 5,5, Barba 5,5, Glik 6, Foulon 4,5 (1' st Pastina 6,5); Dabo 5,5 (13' st Hetemaj 5,5), Schiattarella 5,5, Ionita 5 (35' st Del Pinto sv); Improta 6, Sau 6,5 (13' st Di Serio 5); Lapadula 5 (13' st Insigne 5,5). A disp.: Manfredini, Lucatelli, Basit, Masella. All.: F. Inzaghi 5,5
Atalanta (3-4-1-2): Gollini 6; Toloi 7, Romero 6,5, Palomino 6,5; Hateboer 6,5, De Roon 6, Freuler 6,5 (42' st Miranchuk sv), Gosens 5,5 (28' st Maehle 6); Pessina 5,5 (19' st Malinovskiy 6,5); Ilicic 8,5 (42' st Depaoli sv), Zapata 7 (28' st Muriel 7). A disp.: Rossi, Sportiello, Caldara, Djimsiti, Ruggeri, Sutalo, Lammers. All.: Gasperini 7
Arbitro: Manganiello
Marcatori: 30' Ilicic (A), 5' st Sau (B), 24' st Toloi (A), 26' st Zapata (A), 41' st Muriel (A)
Ammoniti: De Roon (A), Foulon (B), Palomino (A), Lapadula (B), Dabo (B)
Espulsi: -
Note: -

LE STATISTICHE
Settimo risultato utile di fila per l’Atalanta (5V, 2N), che nel parziale si conferma unica squadra a non avere perso alcuna partita.
Il Benevento ha perso due partite di fila in casa per la seconda volta in questo campionato.
Josip Ilicic ha preso parte attiva a sette gol nelle ultime cinque partite di Serie A (cinque assist e due reti), dopo una serie di 10 gare di fila senza una marcatura o un passaggio vincente.
Josip Ilicic è l'unico giocatore ad aver segnato almeno due gol in ciascuna delle ultime 11 stagioni di Serie A.
Per la seconda volta in questo campionato, Josip Ilicic ha sia segnato che fornito un assist nello stesso match; per la prima volta invece ha confezionato un passaggio vincente per tre partite di fila nel massimo torneo.
Il Benevento è la 29ª squadra alla quale Duván Zapata ha rifilato un gol in Serie A: da quando ha esordito nella competizione (2013), soltanto Ciro Immobile ha fatto meglio nel parziale (30).
Duván Zapata è andato in gol per la terza partita consecutiva in Serie A per la prima volta dallo scorso luglio.
Luis Muriel è andato a bersaglio in ciascuna delle ultime cinque presenze in Serie A, la sua miglior serie nel campionato italiano; da inizio dicembre, nessun giocatore ha segnato di più (sei anche Ronaldo e Immobile).
Marco Sau ha segnato in due gare consecutive di campionato per la prima volta da maggio 2017 (vs Empoli e Sassuolo, con la maglia del Cagliari).
Marco Sau non realizzava almeno tre gol in una singola stagione di Serie A dal 2016/17, con il Cagliari (sette in quel caso, in 34 giornate).
Marco Sau ha segnato tre delle ultime sei reti del Benevento.
Christian Pastina ha fornito un assist con il suo ottavo pallone giocato in Serie A.
Hans Hateboer ha giocato la sua 100ª partita da titolare per in Serie A (tutte con l’Atalanta).

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments