QUI ATALANTA

Atalanta, Gasperini: "Pagato un errore iniziale, l'Udinese ha giocato per il pari"

Il tecnico dei bergamaschi dopo l'1-1 nel recupero con i friulani: "Troppo turnover? Giocando ogni tre giorni questi cambi sono necessari"

  • A
  • A
  • A

Gian Piero Gasperini commenta con un pizzico di frustrazione l'1-1 maturato contro l'Udinese nel recupero della decima giornata di Serie A: "Prendere un gol così dopo 25'' ha complicato una partita che già poteva essere difficile - ha detto il tecnico dell'Atalanta - Abbiamo dovuto giocare un gran primo tempo per raddrizzarla. Visto come era iniziata, dobbiamo accettare il risultato. Rammarico? No, perché la squadra ha recuperato un infortunio iniziale e ha giocato quasi tutto il resto della partita nella metà campo avversaria. L'Udinese non si è mai aperta, neanche dopo aver subito gol, si è capito che puntava al pareggio. Nel secondo tempo si è giocato pochissimo e questo mi dispiace, loro continuavano a spezzettare il gioco...".

Getty Images

Contro i bianconeri Gasp ha scelto di tenere in panchina alcuni pezzi grossi come Zapata, Ilicic e Gosens, ma non vuol sentire parlare di turnover eccessivo: "Assolutamente no, è che giocando ogni tre giorni abbiamo la necessità di fare questi cambi, ma io sono contento di chi gioca e di chi entra. Maehle sta già facendo abbastanza bene, nonostante le difficoltà di ambientamento e di comunicazione con i compagni. Il discorso vale anche per Miranchuk. Si vede che ha dalle grandi qualità tenciche. Serve maggiore offensività, ma siamo sicuri che ce la potrà dare in futuro. Ilicic fuori? Non può giocare così tante partite di fila con la stessa continuità di rendimento. Dobbiamo ruotarlo con giocatori che però non hanno le sue stesse caratteristiche offensive. Quando ci sarà più tempo tra una gara e l'altra sarà diverso".

Grande prestazione e grande gol da parte di Muriel, che però è stato sostituito a inizio secondo tempo: "È un giocatore straordinario. Ha un'esplosività tale che a volte fa fatica  a giocare 90'. I colpi li ha sempre avuti, me lo ricordo da ragazzino qui a Udine o al Lecce... Forse il modo migliore di valorizzarlo è quello di ruotarlo, come io posso fare qui avendo anche Zapata, Ilicic e altri".

Il prossimo appuntamento è quello di campionato contro il Milan: "Ci teniamo molto, perché sarà la partita che chiuderà il girone d'andata. Siamo in una buona posizione, a combattere con squadroni come Juve, Napoli, Lazio e Roma. Il girone d'andata ci soddisfa, sarà bello misurarsi con la prima in classifica. Sarà una grande partita. Devo fare i complimenti a loro per i risultati straordinari, anche a dispetto delle tante assenze, hanno indubbiamente un bel morale in questo momento".

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments