BASKET

Nba: Toronto completa la rimonta su Boston, Murray e Jokic stendono i Clippers

Netta vittoria dei Raptors sui Celtics: la serie, che era a un passo dallo 0-3, è ora sul 2-2. Bene Denver con i losangelini

  • A
  • A
  • A

La rimonta è completata. I Toronto Raptors, che in Gara-3 erano andati a mezzo secondo dallo 0-3 con i Boston Celtics, vincono ancora e ora riportano la serie sul 2-2. Finisce 100-93 per i campioni in carica della Nba, guidati da Pascal Siakam e Kyle Lowry, entrambi in doppia doppia. In parità anche la serie tra Clippers e Nuggets: Denver vince 110-101, sontuosa la prestazione di Jamal Murray (27 punti) e Nikola Jokic (26 + 18 rimbalzi).

TORONTO RAPTORS-BOSTON CELTICS 100-93

Era a mezzo secondo da un disastroso 0-3 nella serie, ora a distanza di due giorni Toronto si ritrova sul 2-2 contro i Celtics. E con il pendolo emotivo della delicatissima serie con i biancoverdi tutto spostato dalla propria parte. Lo dimostra l'andamento di Gara-4, con i Raptors che partono subito forte nel primo parziale, concedono un ritorno agli avversari (che si riportano sul 49-49 con cui si va all'intervallo lungo) e piazzano l'accelerazione decisiva nel terzo quarto, portandosi dal -2 al +8 (che diventa poi +11) e non facendosi riprendere più. Il solito Jayson Tatum prova da solo a reggere la baracca Boston, ma questa volta i suoi 24 punti e 10 rimbalzi non sono sufficienti. Anche perché stecca il trio Walker-Brown-Smart (quest'ultimo addirittura non va oltre quota 8 punti, ma tutti fanno una fatica enorme soprattutto dall'arco). Dall'altra parte invece Pascal Siakam ne piazza 23 con 11 rimbalzi, a cui bisogna aggiungere i 22+11 di Kyle Lowry, i 17 di Fred VanVleet (protagonista nella fuga del terzo quarto) e i 18 di Serge Ibaka, che pure parte dalla panchina. Una sinfonia di squadra, insomma, cui Boston non riesce a rispondere. E ora per i Celtics è tutto da rifare. Pensare che la finale di Conference sembrava a un passo. Anzi, a mezzo secondo.

LOS ANGELES CLIPPERS-DENVER NUGGETS 101-110

Torna in parità anche la serie tra Clippers e Nuggets, anche se in questo caso si tratta di Gara-2. Importante però il segnale di Denver, che nella precedente sfida si era fatta sostanzialmente annichilire dai californiani. I ragazzi del Colorado invece partono come meglio non potrebbero nella seconda sfida della semifinale della Western Conference, tanto che i Clippers si ritrovano ben presto travolti da un 2-14 che non ammette spiegazioni. Il tema della partita rimane inalterato, dato che Denver chiude il primo quarto a +19 dopo ben 44 punti e di fatto costringe i losangelini a inseguire affannosamente per il resto della partita. Solo all'inizio del quarto parziale le distanze torneranno brevi (-5), ma i Nuggets riaccelerano e chiudono i conti senza problemi. Mattatore assoluto della partita è Nikola Jokic, capace di mettere a referto qualcosa come 26 punti e 18 rimbalzi. Il top scorer di squadra è però un altro: si tratta di Jamal Murray, che di punti ne realizza 27. Tre dei quali, importantissimi, sono quelli che stroncano la missione dei Clippers di riaprire tutto nel finale. Dall'altra parte non bastano invece i 22 di Paul George, anche perché Kawhi Leonard si ferma a quota 13 ed è l'assente non giustificato di serata.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments