Nba, Gallinari e i Clippers archiviano la pratica Washington

Golden State vince contro Brooklyn, bene Utah, prima gioia per Oklahoma

Nba, Gallinari e i Clippers archiviano la pratica Washington

Golden State Warriors suda più del previsto con Brooklyn ma porta a casa la partita (120-114) grazie alle sontuose prestazioni di Kevin Durant e Stephen Curry, rispettivamente 34 e 35 punti, mentre Utah riesce a superare Dallas 113-104. Può finalmente gioire Oklahoma, che conquista il primo successo di questa stagione battendo Phoenix 110-117. Infine Gallinari guida i Clippers contro Washington 104-136.

GOLDEN STATE WARRIORS-BROOKLYN NETS 120-114
Golden State continua a essere la squadra da battere, dimostrando ancora una volta di avere le carte in regola per arrivare fino in fondo. Contro Brooklyn arriva il sesto successo stagionale, sebbene questa volta sia stato più difficile del solito. I campioni in carica si portano subito in avanti nel primo parziale (32-29), riuscendo comunque a contenere gli avversari e a rimanere sempre avanti nel punteggio, ma nell’ultimo quarto i Nets rischiano la clamorosa rimonta, sfiorata solamente di pochi punti. I trascinatori dei Warriors non possono che essere loro, vale a dire Kevin Durant, che conclude con 34 punti, e Stephen Curry, che invece di punti ne mette a segno 35, bene anche Klay Thompson, autore di 18 punti. Brooklyn invece è stata guidata da D’Angelo Russell, 25 punti, e LeVert, che invece ha messo a referto 23 punti.

UTAH JAZZ-DALLAS MAVERICKS 113-104
Quarta vittoria per Utah, che riesce ad avere la meglio anche su Dallas. Partita che si mette subito sui binari giusti per i Jazz, che riescono già ad accumulare un vantaggio di sette punti (26-17), andando sotto nel parziale solamente nel secondo quarto (24-27), controllando poi il match. Ottimo Rudy Gobert, autore di una buona doppia doppia con 23 punti e 16 rimbalzi, mentre il compagno Donovan Mitchell di punti ne mette a referto 20, non male anche la prestazione di Crowder (15). Non bastano ai Mavericks i 27 punti di Smith Jr. e i 22 di Wesley Matthews, che hanno fatto meglio anche di DeAndre Jordan, in doppia doppia con 12 punti e 19 rimbalzi.

PHOENIX SUNS-OKLAHOMA THUNDER 110-117
Finalmente può esultare Oklahoma che, dopo cinque sconfitta di fila, riesce a conquistare la tanto agognata vittoria, arrivata contro Phoenix, altra squadra che non sta brillando per continuità di risultati. I Thunder scendono sul parquet molto decisi, portandosi già a un più dieci nel primo parziale (20-30), rimanendo sempre avanti nei due quarti successivi: da rivedere invece l’ultima ripresa dove i Suns hanno avuto un parziale a favore di tredici punti (34-21), mettendo qualche brivido agli avversari. Due i top scorer di Phoenix, ossia Okobo e Warren, entrambi autori di 18 punti, mentre Ayton chiude la propria gara con una doppia doppia di 16 punti e 11 rimbalzi. Oklahoma che come è spesso successo lo scorso anno, deve ringraziare il duo Paul George, 23 punti, e Russell Westbrook, anch’egli gli stessi punti del compagno, mentre Noel fa doppia doppia di 20 punti e ben 15 rimbalzi.

WASHINGTON WIZARDS-LOS ANGELES CLIPPERS 104-136
Quarta vittoria stagionale anche per i Clippers, che riescono ad archiviare senza problemi la pratica Washington con oltre trenta punti di vantaggio. Un match dominato in lungo e in largo, che ha visto l’apice nell’ultimo quarto, quando Los Angeles ha fatto registrare un parziale di più dodici (27-39), dopo essere stata avanti per tutta la durata della partita. Non una gara ben giocata dai Wizards, forse troppo restii questa notte, nonostante i 20 punti di Beal e i 18 di Wall; Danilo Gallinari invece è rimasto in campo per 26’, mettendo a referto 11 punti e 7 rimbalzi, aiutando il compagno di squadra Harris, doppia doppia con 22 punti e 11 rimbalzi, bene anche Bradley (15) e William, 17 punti in 15’.

TAGS:
Basket
Nba

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X