Nba: Lakers, gioie e dolori

Houston brucia Oklahoma, i Celtics hanno la meglio sui Sixers grazie a uno scatenato Irving

  • A
  • A
  • A

Nel Natale della Nba LeBron James riesce ad avere la meglio sui Warriors di Curry e Durant, ma abbandona il parquet per infortunio dopo 21': i Lakers vincono 127 -101. Houston invece supera l'ostacolo Oklahoma 109-113 con un super Harden (41) e conquista la vittoria numero 18 in stagione. Bene Milwaukee contro New York (109-95), Irving (40) guida Boston al successo su Philadelphia (114-121). Chiude il cerchio Utah: 96-117 a Portland.

MILWAUKEE BUCKS-NEW YORK KNICKS 109-95
Vittoria numero 23 in stagione per Milwaukee che, nonostante un primo quarto sottotono, riesce ad avere la meglio di New York, che invece incassa il ko numero 26. Cinque giocatori dei Knicks superano la doppia cifra: Knox (21), Vonleh (14 con 15 rimbalzi), Kanter (12), Mudiay (11) e Hardaway (14 con 10 rimbalzi). Dall'altra parte è protagonista, come al solito, Antetokounmpo, autore di 30 punti e 14 rimbalzi, seguito da Lopez (20) e Brogdon (17).

OKLAHOMA THUNDER-HOUSTON ROCKETS 109-113
Sfida molto divertente quella andata in scena tra due grandi squadre del campionato, vale a dire Oklahoma e Houston, ma alla fine è quest'ultima ad avere la meglio. Come al solito il trascinatore dei Rockets è James Harden, autore di ben 41 punti, non male invece Capela (16 con 23 rimbalzi) e Gordon (17). Non bastano ai Thunder la doppia doppia di George (28 punti e 14 rimbalzi), i 17 punti di Adams e i 21 di Westbrook, che sfiora la tripla doppia (9 rimbalzi ed altrettanti assist).

PHILADELPHIA 76ERS-BOSTON CELTICS 114-121
Boston ha recuperato lo smalto perduto dopo un inizio di stagione molto opaco, riuscendo a superare nella notte un arduo ostacolo come Philadelphia. Partita fantastica da parte del giocatore simbolo dei Celtics, Irving, che realizza 40 punti e 10 rimbalzi, però non bisogna dimenticare le prestazioni di Morris (23) e di Tatum (23 con 10 rimbalzi). Non bastano ai Sixers la doppia doppia di Embiid con 34 punti e 16 rimbalzi, quella di Simmons (11 con 14 rimbalzi) e i 24 punti di Butler.

LOS ANGELES LAKERS-GOLDEN STATE WARRIORS 127-101
La gara che tutti gli appassionati e tifosi di Nba aspettavano, la sfida tra Lakers e Warriors, ma soprattutto quella personale tra LeBron e Curry. Il prescelto alla fine trionferà, vendicando anche in parte le concenti sconfitte delle Finals precedenti, ma è costretto a uscire ad inizio secondo tempo, dopo 21', per un problema all'inguine: nonostante ciò i gialloviola riescono comunque ad annichilire i campioni in carica, concludendo con ventisei punti di vantaggio. Giornata opaca per Curry, autore di soli 15 punti, è andata meglio a Durant (21) e a Iguodala (23). James è riuscito comunque a mettere a referto una doppia doppia da 17 punti e 13 rimbalzi, molto bene Rondo (15 con 10 assist), Kuzma (19), Zubac (18 con 11 rimbalzi) e Ingram (14). Quarto ko interno per Golden State, Los Angeles invece spera che l'infortunio di LeBron non sia poi così grave.

PORTLAND TRAIL BLAZERS-UTAH JAZZ 96-117
Grande vittoria di Utah nell'ultima partita di questa notte di Nba: a cadere questa volta è stata Portland, che fa registrare la quindicesima sconfitta stagionale. Jazz che ottengono il successo grazie alle prestazioni di Gobert (18 con 14 rimbalzi), Ingles (15), Mitchell (19) e Rubio (14). Tra i Blazers si salva solo Lillard, che riesce a realizzare, nonostante tutto, 20 punti, sottotono invece il compagno di squadra McCollum (11).

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments