BASKET

Basket, Supercoppa: Sassari ai quarti, Trieste spera ancora

I sardi vincono 98-87 a Cremona e si assicurano il passaggio del turno. Oltre ai lombardi, fuori aritmeticamente anche Trento, battuta 83-82 dai giuliani
 

  • A
  • A
  • A

 Successo fondamentale per Sassari sul campo di Cremona. Il Banco di Sardegna passa 98-87 in terra lombarda e si qualifica aritmeticamente ai quarti di finale di Supercoppa, condannando così inevitabilmente la Vanoli all’eliminazione nel gruppo B. Fuori anche Trento, che perde nuovamente contro Trieste: grazie all’83-82 i giuliani possono ancora sperare nel passaggio del turno, per quanto riguarda il gruppo D, ai danni della sorprendente Tortona.

VANOLI BASKET CREMONA-BANCO DI SARDEGNA SASSARI 87-98
Sassari può festeggiare con una partita di anticipo la qualificazione ai quarti di finale di Supercoppa. Terzo successo in tre partite per la Dinamo nel gruppo B, da cui invece esce Cremona. Gli ottimi spunti personali di Clemmons e Battle (20 punti a testa) permettono alla squadra allenata da Demis Cavina di espugnare il Mario Radi, nonostante qualche sofferenza di troppo nel quarto periodo di gioco. Saranno quindi inutili le ultime partite che entrambe le formazioni disputeranno contro Varese. Avvio di gara piacevole. Sono gli ospiti a chiudere i primi 10’ in vantaggio 28-21. Nel secondo quarto Gentile firma il +10; Mekowulu il +12 su grande assist di Logan. Spagnolo, però, piazza 7 punti consecutivi che riavvicinano Cremona. Gentile, dalla lunga distanza, riallontana Sassari che chiude il primo tempo in vantaggio di 10 (49-39). Nel secondo quarto Cremona ricuce fino al -6 grazie ai canestri di Miller, Pecchia e Spagnolo. Tuttavia Logan ritrova la sua mira e piazza il nuovo +9 da tre, che diventa +11 dopo i liberi di Clemmons. I lombardi si affacciano all’ultimo quarto sotto di 10. La Vanoli nell’ultimo periodo va a 6 punti di distanza; Bendzius però dalla distanza è letale e Clemmons schiaccia in contropiede il nuovo +11 di Sassari, che non si lascia più avvicinare e chiude il match sul 98-87. Sassari affronterà Brindisi nei quarti di finale.

ALLIANZ PALLACANESTRO TRIESTE-DOLOMITI ENERGIA TRENTINO 83-82
Trieste bissa la vittoria del debutto in Supercoppa e, nella terza giornata del gruppo D, supera nuovamente Trento. Finisce 83-82 la sfida dell’Allianz Dome. La formazione di Franco Ciani usufruisce delle ottime prestazioni di Banks e Gradulis, autori rispettivamente di 16 e 12 punti, e sale così a quota 4 a pari merito con Tortona, che però ha una gara in meno. Trento, a cui non basta la buona prova di Reynolds (21 punti), subisce così la terza sconfitta in tre partite, abbandonando aritmeticamente la speranza di passare al prossimo turno. I padroni di casa chiudono il primo quarto in vantaggio di uno, sul 19-18. Trento però, nel secondo, perde un po’ di attenzione e Trieste ne approfitta piazzando un parziale di 21-16 che li porta a chiudere il primo tempo a +6: 40-34. Nel terzo periodo salgono in cattedra Konate e Mian; tuttavia Reynolds e Flaccadori firmano un parziale di 8-0 per il -2 con 5’ da giocare. Trento recupera brillantezza e passa in vantaggio con la tripla di Bradford, ma Lever fissa all’ultimo secondo il nuovo +2 triestino sul 58-56. Bradford e Caroline aprono l’ultimo quarto guidando il parziale di 10-2 per i tridentini, che salgono a +4 e restano in vantaggio fino a 4 minuti dalla fine: Trieste impatta sul 70 pari con due liberi e poi effettua il sorpasso con una tripla di Banks. Quest’ultimo non vuole mollare e riavvicina Trieste da tre; Fernandez sigla il sorpasso a 40’’ dalla fine. Flaccadori vale il nuovo pari trentino; Mian ancora per il +3 friulano. L’ultimo tiro per gli ospiti è solo da due. I giuliani mantengono viva la possibilità di qualificarsi ai quarti di finale.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments