BASKET

Basket, Eurolega: Punter e Datome non bastano a Milano, il Fenerbahce espugna il Forum 92-100

L’Olimpia di Messina gioca un buon primo tempo, ma i turchi scappano nel secondo e vendicano la sconfitta di Istanbul con la stessa differenza punti

  • A
  • A
  • A

Nella 28esima giornata della Regular Season di Eurolega l’Olimpia Milano cede 92-100 al Fenerbahce al termine di una gara complessa, di alto livello. Le Scarpette Rosse puniscono l’imprecisione dall’arco degli ospiti nel primo tempo, ma i gialloneri ribaltano gli equilibri nel terzo quarto grazie a Brown, Guduric e De Colo e 7 triple di squadra. Nel finale l’Armani di Messina arriva fino a -1, ma la squadra di Istanbul fugge definitivamente.

La vendetta è compiuta, Fenerbahce si prende la vittoria e rimedia 92-100 alla sconfitta di Istanbul dell'andata. Sin dall’inizio della partita al Mediolanum Forum si capisce infatti che i turchi di Kokoskov sono ben diversi rispetto all’ultimo incrocio, anche se nel primo quarto è l’Armani Exchange a far maturare i primi vantaggi fino al +4 (28-24) della sirena. La seconda parte del primo tempo vede i padroni di casa tentare la fuga, ma nelle due frazioni centrali gli ospiti salgono di precisione e ricuciono il divario, fino a capovolgere gli equilibri e chiudere il terzo quarto sopra di addirittura 9 lunghezze, merito soprattutto del 7/9 da tre dopo un inizio decisamente impreciso dalla distanza. Brown è ispiratissimo, ma il parziale di 12-4 con cui l’Olimpia comincia l’ultimo quarto porta i milanesi a -1, quando Kokoskov chiama il time-out a 5’ dal termine davanti a un Punter davvero prolifico. De Colo inventa quindi un paio di magie e il Fenerbahce riprende la fuga, con la tripla del francese a 95 secondi dal termine che significa +9 e ipoteca sulla partita. I migliori marcatori della serata toccano quota 20 punti e sono proprio De Colo e Punter, ma tra i turchi brillano anche Guduric, Brown e Vesely, in doppia doppia con 13 punti e 10 rimbalzi. È proprio sotto il tabellone che l’Olimpia paga dazio (19 rimbalzi a 30), perché le percentuali al tiro sono simili e Messina ha anche Datome, Shields e Rodriguez in doppia cifra. L’Armani Exchange incassa quindi l’aggancio del Bayern Monaco al terzo posto in classifica.

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments