Basket, DJ Cooper esagera all'antidoping: squalificato perché... incinto

L'americano ex Monaco ha sostituito le provette di urina con quelle di una sua amica. La Fiba lo ha fermato per due anni

  • A
  • A
  • A

DJ Cooper è destinato a restare nella storia del basket non tanto per quanto fatto sul campo, quanto per uno dei tentativi più goffi di sempre di eludere i controlli antidoping. Il 28enne americano ex Monaco è stato squalificato due anni dalla Fiba perché risultato incinto dopo l'analisi delle provette di urina fornite. Come? Semplice, Cooper le aveva scambiate con quelle di una sua amica, ma senza considerare un piccolo particolare...

Il magheggio non riuscito, oltre alla squalifica costerà all'americano ex Panathinaikos tra le altre, anche una multa e l'impossibilità di ottenere quel passaporto bosniaco che gli avrebbe allungato la carriera. Al controllo è stato trovato positivo al Ghc, un ormone prodotto dalla placenta.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments