Scherma, Mondiali Mosca: spada amara, Italia ai piedi del podio

Dopo l'impresa nella sciabola, la squadra azzurra (Pizzo, Garozzo, Fichera e Santarelli) si arrende prima all'Ucraina e poi alla Svizzera: quarti. Malissimo le donne

Italia, Foto da Twitter

Dopo l'impresa nella sciabola, all'Italia della scherma non riesce il bis nella spada. Nella prova a squadre dei Mondiali di Mosca, gli azzurri Paolo Pizzo, Enrico Garozzo, Marco Fichera e Andrea Santarelli si fermano ai piedi del podio, sconfitti in semifinale dall'Ucraina e nella finalina dalla Svizzera. Malissimo le donne con Rossella Fiamingo, reduce dal trionfo-bis nell'individuale, decisamente sottotono: finiscono settime.

E pensare che una piccola impresa gli uomini della spada l'avevano fatta subito, eliminando nei quarti i favoritissimi francesi con una super rimonta: 45-42. Poi però in semifinale non c'è stato niente da fare con l'Ucraina, che si impone 15-11 al termine di nove assalti molto tattici. Va ancora peggio nella finalina per il podio: la Svizzera vince con un netto 38-24 e si mette al collo il bronzo, ai ragazzi azzurri - innervositi da alcune decisioni del giudice - non resta che il quarto posto.
 
Molto peggio è andate alle donne che partivano come favorite, spinte dalla carica di Rossella Fiamingo. La due volte campionessa del mondo, invece, incappa in una giornata storta e anche le sue compagne - Bianca Del Carretto, Mara Navarria e Francesca Boscarelli - certo non confezionano prove brillanti: ko subito con la Francia (45-35), perdono pure con la Russia (45-29) e vincono solo l'ultimo scontro col Giappone 45-32 e chiudono al settimo posto generale. 

TAGS:
Scherma
Mondiali
Mosca
Spada

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X