NASCAR

"Era tutto nuovo, ci si è messa pure la pioggia ma mi sono divertito": Raikkonen soddisfatto a metà

Otto mesi dopo il ritiro dalla Formula Uno, l'ex ferrarista ha debuttato nella NASCAR sullo storico circuito di Watkins Glen

di
  • A
  • A
  • A
© Getty Images

Il debutto nella NASCAR a Watkins Glen si è concluso con un ritiro per incidente, ma Kimi Raikkonen ha dimostrato di non aver perso la mano, scalando la classifica del venticinquesimo appuntamento della serie più popolare negli USA, fino ad entrare nella top ten (era scattato dalla 2esima posizione in griglia) al volante della Chevrolet Camaro numero 91 del team Trackhouse. Missione compiuta e - probabilmente - la voglia di ripeterla per fare ancora meglio.  

“Mi è piaciuto tutto di questo debutto. Era tutto nuovo e ci si è messa pure la pioggia... Mi sono divertito, la macchina era molto veloce. Ho preso via via confidenza ed ho ingaggiato qualche bel duello. Al momento dell'incidente, io ero nella traiettoria ideale. Sfortunatamente mi sono venuti addosso non ho avuto tempo di reagire. Qualcuno mi ha colpito e ho sentito un colpo al polso. È andata così... Ho imparato molto, soprattutto per quanto riguarda i pits stops ed il consumo degli pneumatici. Credo di essere stato molto competitivo, specialmente dopo le soste ma probabilmente troppo aggressivo proprio con gli pneumatici".

Eclettico come forse solo Fernando Alonso tra i suoi contemporeanei, Kimi ha dimostrato di saperci fare con le ingombranti stock cars, almeno quanto con le WRC del Mondiale Rally, da lui frequentato tra la prima e la seconda pare della sua carriera in Formula Uno, contraddistinte da altrettanti passaggi alla Ferrari ed illuminate dal titolo piloti del 2007. Il periodo sabbatico che si era preso dai Gran Premi, Iceman lo aveva d'altra parte impiegato per assaggiare anche il mondo delle corse americane, limitandosi però a qualche sporadica apparizione nelle divisioni minori del vastissimo pianeta NASCAR. Quello affrontato (al momento anch'esso in modalità one off) in uno dei tre soli appuntamenti stradali della Cup Series era però il debutto assoluto nel campionato principale.

© Getty Images

Kimi ha risalito costantemente... la corrente nelle prime fasi della gara sullo storico circuito di Watkins Glen (in passato sede del GP degli USA e di quello USA Est), prima di essere coinvolto nell'incidente tra il compagno di squadra Ross Chastain e Austin Dillon. Costretto ad inchiodare per evitare quest'ultimo in testacoda, Raikkonen ha finito per colpire la Ford di Loris Hezemans, terminando la propria corsa contro le barriere di pneumatici a bordo pista. 

L'ex ferrarista è stato classificato 37esimo nel ranking della gara (vinta da Kyle Larson sulla Camaro Hendrick Motosports, ora secondo della generale dietro a Chase Elliott), giusto alle spalle dell'altro ex pilota di Formula Uno - Daniil Kvyat - lui pure occasionalmente impegnato quest'anno nella divisione maggiore della NASCAR, che era scattato dall'identica posizione della griglia: la 36esima. Insomma, un debutto con molte luci e qualche ombra per Raikkonen, che probabilmente lascia Watkins Glen con una sensazione di "unfinished business" e magara la voglia di riprovarci!

© Getty Images

   

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti