Indycar: Pocono, è morto Wilson

Per il pilota britannico fatale il tragico schianto. Il ricordo di Minardi: "Era un ragazzo determinato e con qualità"

  • A
  • A
  • A

E' morto Justin Wilson, il pilota britannico di Formula Indy con un passato in Formula 1 nel 2003 con Minardi e Jaguar. Era rimasto in coma dopo l'incidente nella gara di Pocono, in Pennsylvania, nel campionato IndyCar. E' stato colpito sul casco da un pezzo della vettura di Sage Karam, finito sul muro poche centinaia di metri davanti a lui. Le sue condizioni erano già apparse critiche al suo arrivo all'ospedale Lehigh Valley Health Network.

Justin Wilson aveva deciso di donare i suoi organi e così è stato. Molta solidarietà negli States dove è stata organizzata una raccolta fondi per la famiglia, lascia una moglie e due figlie. Donazioni da 5-10 dollari.

Commosso il ricordo di Giancarlo Minardi, che lo lanciò in Formula 1: "Con lui è stata un'esperienza particolare. Era molto alto e in quel momento la Formula 1 non aveva ancora adeguato le regole e gli abitacoli a piloti alti oltre l'1.85. Justin era un ragazzo determinato, aveva fantasia e ottime qualità. Poi infatti era passato in Juaguar. Quando c'è un guasto tecnico o un errore del pilota, te ne puoi fare una ragione. Ma non per incidenti del genere. Sembra impossibile possa succedere una cosa del genere".

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments