HomeHome
Menu

Nations League: Spagna-Croazia 6-0, Asensio trascina la Roja

La squadra di Luis Enrique spazza via i vice-campioni del mondo. A segno l'attaccante merengue (tre assist e il tiro che costa l'autogol a Kalinic), Rodrigo, Ramos e Isco

di CESARE ZANOTTO

Serata di grande festa per la Spagna di Luis Enrique, che travolge i vice-campioni del mondo della Croazia con un 6-0 clamoroso. A Elche, nel secondo match del gruppo A4 della Nations League, Saul sblocca di testa al 24' e Asensio raddoppia al 33'. Sempre l'attaccante del Real provoca l'autorete di Kalinic al 35', poi nella ripresa c'è gloria anche per Rodrigo (49'), Sergio Ramos (57') e Isco (70'). Roja a punteggio pieno dopo due gare.

LA PARTITA
Se la notte di Wembley - seppure brillante - non poteva ancora raccontare troppo sulla Spagna di Luis Enrique, questo roboante 6-0 alla Croazia conferma che la nuova Roja ha innanzitutto una fame esagerata dopo un Mondiale a dire poco deludente. E' infatti l'atteggiamento in campo la prima, grande, differenza tra le due squadre. Da una parte i padroni di casa, che una volta trovato il vantaggio spingono a tutta sull'acceleratore senza risparmiarsi mai; dall'altra i vice-campioni del mondo - con la pancia un po' piena - che una volta sotto nemmeno fingono di lottare, venendo così travolti in modo imbarazzante. Perché si può certamente perdere, ma anche il modo in cui avviene una sconfitta fa tutta la differenza del mondo. C'è poi da considerare l'aspetto fisico, con i croati che dopo 20 minuti smettono di correre lasciando l'intero campo agli avversari.

Il paradosso è che la primissima parte della sfida pende tutta in favore degli uomini di Dalic, pericolosi con Rakitic (5'), Santini (14') e Perisic (17'). La Spagna lascia fare e quando passa all'azione non attende più troppo come nel recente passato, quando un eccessivo palleggio finiva per diventare prevedibile. Con Luis Enrique le verticalizzazioni sono immediate, così come i cambi di campo. E così arriva il vantaggio di Saul, con Carvajal che riceve una palla da sinistra prima di crossare subito al centro per il perfetto inserimento del centrocampista dell'Atletico: colpo di testa in terzo tempo e 1-0 Roja, seguito dal bis di Asensio grazie a un sinistro da fuori dopo una palla persa dei croati (33'). Il gioco riprende ma solo per modo di dire, visto che ancora Asensio, pochi secondi dopo, rientra sul mancino senza la minima opposizione: la sfera colpisce la traversa e sbatte sulla schiena di Kalinic per il 3-0 al minuto 35.

La ripresa è ancora più semplice per la Spagna, che si diverte e fa spettacolo tra l'entusiasmo generale. Il 4-0 di Rodrigo è innescato da una bellissima verticalizzazione di Asensio (49'), mentre la momentanea manita ha la firma di capitan Sergio Ramos con l'immancabile colpo di testa (57'). A chiudere i conti è infine Isco, sempre su assist di Asensio, che al 70' controlla regalmente in area prima di colpire con il destro. Una meraviglia anche per Luis Enrique, che ha portato quel fresco entusiasmo ormai assente in un gruppo che aveva vinto tutto. Si tratta di motivazioni: quelle che hanno spinto la Croazia fino alla finale di un Mondiale. Motivazioni che stasera - per i vari Modric, Rakitic, Perisic, Brozovic - erano pressoché pari allo zero.

LE PAGELLE

Asensio 8 - Marchia la sfida con un gol e mezzo (l'autorete di Kalinic nasce da una sua straordinaria iniziativa) e tre assist. E' rapido, deciso, preciso: Pivaric contro di lui fa una fatica bestiale.

Saul 7,5 - Attacca e difende: è l'uomo in più nel centrocampo della Roja. Secondo gol consecutivo dopo il centro di Wembley. E pensare che all'ultimo Mondiale non è mai entrato in campo...

Ramos 7,5 - Il solito leader al centro della difesa. Perfetto in fase difensiva e parecchio utile in fase di impostazione. Sesgna anche con un'incornata delle sue.

Mitrovic-Vida 4 - Inchiodati al centro della difesa, un po' come tutti i compagni. La Spagna sfonda ovunque.

Modric 4,5 - Serata da dimenticare per lui e per gli altri eroi di Russia 2018. Sembra riposarsi in campo ed è proprio l'atteggiamento rinunciatario che dispiace.

Santini 4 -
Ha una buona chance dopo 14' e la fallisce. Poi non si vede più fino all'uscita dal campo.

IL TABELLINO

SPAGNA-CROAZIA 6-0
Spagna (4-3-3): De Gea 6; Carvajal 7 (30' st Azpilicueta 6), Ramos 7,5, Nacho 6,5, Gaya 6,5; Saul 7,5 (20' st Thiago Alcantara 6,5), Busquets 7 (14' st Rodri 6,5), Ceballos 6,5; Asensio 8, Rodrigo 7,5, Isco 7.
A disp.: Kepa, Pau Lopez, Marcos Alonso, Albiol, Inigo Martinez, Sergi Roberto, Suso, Morata, Iago Aspas. All.: Luis Enrique 7,5
Croazia (4-2-3-1): Kalinic 4,5; Vrsaljko 6 (20' Rog 4,5), Vida 4, Mitrovic 4, Pivaric 4; Rakitic 4,5, Brozovic 4,5 (17' st Pjaca 5); Kovacic 4, Modric 4,5, Perisic 4,5; Santini 4 (26' st Livaja 5).
A disp.: Livakovic, Letica, Jedvaj, Barisic, Milic, Badelj, Pasalic, Bradaric, Cop. All.: Dalic 4
Arbitro: Bastien (Francia)
Marcatori: 24' Saul (S), 33' Asensio (S), 35' aut. Kalinic (C), 4' st Rodrigo (S), 12' st Ramos (S), 25' st Isco (S)
Ammoniti: Brozovic, Santini (C)
Espulsi: -

TAGS:
Nations league
Spagna
Croazia

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X