MotoGP Austria, trionfa la Ducati di Lorenzo

Lo spagnolo regola Marquez al termine di un duello spettacolare, 3° Dovizioso, 6° Valentino Rossi

di DANIELE PEZZINI

Jorge Lorenzo vince il GP d'Austria e conquista la terza vittoria stagionale con la Ducati. Il maiorchino è salito sul gradino più alto del podio al termine di un duello spettacolare con la Honda di Marc Marquez, che nonostante il 2° posto rafforza la leadership del mondiale (ora è a +59 su Rossi). Sul podio anche l'altra Desmosedici di Dovizioso, mentre Valentino chiude al 6° posto dopo una bella rimonta dalla quinta fila.

Terza vittoria di fila per la Ducati a Spielberg, terza gioia stagionale per Jorge. Dopo le gare dominate al Mugello e a Barcellona, il 99 si è tolto la soddisfazione di vincere anche nel corpo a corpo, tenendo a bada lo scatenato Marquez in quello che è stato un antipasto di ciò si vedrà in pista nel 2019, quando entrambi saranno in sella alla Honda. Lorenzo, per altro, è ora 3° nel mondiale, a dodici lunghezze da Rossi e con un punto di vantaggio sul compagno di team Dovizioso, che l'anno scorso lo aveva letteralmente surclassato per tutta la stagione. Un pizzico di delusione per il forlivese, che non ne ha avuto abbastanza per replicare il trionfo del 2017.

Nessuno scossone in partenza, con Marquez e le due Ducati che si mettono subito a dettare il ritmo al comando. Il leader del mondiale sembra particolarmente carico in avvio e, sfruttando anche la gomma hard al posteriore, prova a martellare fin dalle primissime curve nel tentativo di sfiancare i due rivali.

Il 93 prova a piazzare l'allungo nella prima metà di gara, ma Jorge e Dovi sono bravi a lavorarlo ai fianchi, mantenendo il contatto e riagganciandolo quando mancano 10 giri alla bandiera a scacchi. A rompere gli indugi è Lorenzo, che sorpassa il connazionale mentre Dovizioso rimane più attardato a causa di un leggero lungo. La sfida finale, purtroppo per Dovi, è tutta tra i due spagnoli, che mettono in scena un vero e proprio spettacolo fino all'ultimo respiro: sul traguardo, infine, la spunta il 99.

Mentre il terzetto davanti fa gara a sé, Valentino Rossi si danna a centro gruppo nel tentativo di limitare i danni dopo il disastroso 14° posto in qualifica. Il Dottore alla fine chiude 6°,  al termine di una bella rimonta. Il bilancio del weekend, naturalmente, non può che essere negativo per lui, che riesce comunque a togliersi la soddisfazione di essere la migliore Yamaha in pista: 9° posto per la Tech 3 di Zarco, addirittura 12° Vinales, condannato ancora una volta da un avvio disastroso.

TAGS:
MotoGP
Austria
Spielberg
Gara

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X