A BARI

Volley, preolimpico: Italia-Camerun 3-0

La Nazionale di Blengini inizia bene prima delle sfide contro Australia e Serbia: in palio Tokyo 2020

  • A
  • A
  • A

L’Italia maschile batte agevolmente il Camerun 3-0 (25-18, 25-18, 25-16) nel primo impegno del torneo preolimpico disputato a Bari. Il girone comprende anche Australia e soprattutto Serbia, prossime avversarie con cui gli Azzurri si giocheranno il pass per essere già qualificati alle Olimpiadi di Tokyo 2020. Africani di livello inferiore rispetto all’Italia che però è brava a non farsi sorprendere. Sabato la sfida con l’Australia.

Equilibrio in avvio, Juantorena prova a infilare una serie di attacchi, il Camerun resta attaccato al punteggio soprattutto grazie ai primi tempi. La fast per Juantorena permette all’Italia di provare ad allungare sul 10-7, la pressione porta i suoi frutti perché a servizio gli Azzurri sono più efficaci, Juantorena apre il muro del Camerun e fa 17-12, anche grazie ai primi tempi di Piano. L’Italia è più sciolta, Lanza trova il mani fuori del muro del Camerun e nonostante il challenge l’Italia va a un passo dal primo set, conquistato grazie a un fallo di posizione camerunense che dimostra così l’inesperienza a certi livelli di questa squadra.

Nel secondo set Lanza risolve un punto complicato per l’Italia che rimane però indietro 5-3 dopo il muro preso da Zaytsev e il pubblico quasi silenziato, con gli Azzurri sotto 8-6 alla pausa tecnica e Blengini che chiede alla squadra di leggere meglio le situazioni di gioco. Il muro di Piano rianima i tifosi e pareggia i conti sull’8-8, prima che un grande servizio di Juantorena sblocchi l’Italia e la mandi avanti 11-9, ampliato fino al 16-12 dal colpo vincente di Giannelli. Blengini esorta gli Azzurri a non giocare sul punteggio, ma sulla voglia di oliare i meccanismi prima dei prossimi impegni con Australia e Serbia. Erroraccio di Fossi in palleggio e Italia a un passo dal secondo set che arriva con Giannelli dopo un grande servizio di Zaytsev.

Italia che cerca subito di partire forte nel terzo set per chiudere i conti e pensare già all’Australia. Qualche incertezza a servizio però tiene a contatto il Camerun, indietro 7-5 dopo un pasticcio difensivo su tocco di pugno in attacco di Zaytsev che si ripete poi a muro e dice 10-8 Italia. Ancora lo Zar a tutto braccio trova l’ace che vale il 14-10 italiano e un nuovo ace con l’aiuto del nastro spinge avanti la squadra di Blengini fino al 16-10. Giannelli di seconda è chirurgico e sorprende il Camerun che scivola indietro 20-12. Il mani fuori di Lanza mette il sigillo sul successo azzurro.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments