MASCHILE

Volley: Italia da sogno, è campione d'Europa

A Katowice, gli azzurri battono al tie-break la Slovenia: 22-25, 25-20, 20-25, 25-20, 15-11 i parziali del successo degli azzurri. È il primo titolo dal 2005

  • A
  • A
  • A

L'Italia è campione d'Europa di volley maschile. A Katowice, la formazione allenata da De Giorgi batte la Slovenia al termine di un match infinito, vinto al tie-break dagli azzurri, capaci di rimontare il set di svantaggio e vincere con il punteggio di 22-25, 25-20, 20-25, 25-20, 15-11 grazie alla strepitosa serata di Lavia e Michieletto, che realizzano rispettivamente 21 e 17 punti. Per l'Italvolley è il settimo titolo, il primo dal 2005.

La pallavolo si colora ancora di azzurro: dopo il successo dell'Italvolley femminile, arriva uno storico bis con la vittoria degli Europei maschili. La formazione allenata da De Giorgi batte 3-2 la Slovenia al termine di una finale ricca di tensione, che si decide soltanto al tie-break grazie a una prestazione sontuosa da parte di tutta la squadra azzurra, trascinata da Daniele Lavia e Alessandro Michieletto. 22-25, 25-20, 20-25, 25-20, 25-11 i parziali della vittoria dell'Italia, che sale sul tetto d'Europa per la settima volta nella sua storia.

Eppure, l'inizio del match di Katowice è ricco di problemi: la giovane formazione di De Giorgi approccia in modo timido alla sfida, mentre la Slovenia, desiderosa di vendicare lo 0-3 nel girone ed evitare il terzo argento nelle ultime quattro edizioni, aggredisce ed è precisa in attacco, oltre che granitica in difesa. L'allungo decisivo nel primo set arriva nella parte finale, con gli uomini di Alberto Giuliani che passano dal 17-14 al 21-14. L'Italia accorcia le distanze fino al 21-23, poi gli sloveni chiudono sul 25-22. Gli azzurri si scrollano di dosso la tensione e iniziano a giocare con maggiore spregiudicatezza e precisione, trovando anche i primi ace e i primi muri: dal 21-20, i ragazzi di De Giorgi trovano quattro punti di fila che valgono il 25-20 e il pareggio nel conto dei set.

Nel terzo parziale, riaffiorano le incertezze del primo: la Slovenia si porta sul 19-15, contiene il ritorno azzurro (20-20) e con cinque punti consecutivi si riporta in vantaggio. Nel quarto, è la seconda metà a fare la differenza: l'Italia passa dal 13-13 al 17-13 e si garantisce il tie-break nonostante la Slovenia si riporti a -1 (20-21), mettendo inutilmente pressione a Giannelli e compagni.

Il tie-break si apre con un piccolo blackout per i ragazzi di De Giorgi, che subito vanno sotto 0-3 ma recuperano. L'allungo decisivo arriva sul 7-7: gli azzurri vanno avanti al cambio di campo, poi dilagano grazie a due strepitosi ace di uno scatenato Alessandro Michieletto, che regala l'11-7 ai suoi. A consegnare il definitivo 3-2 è l'errore in battuta di Cebulj: finisce in delirio per l'Italia, che si laurea campione d'Europa. Un epilogo clamoroso, quasi insperato se si considerano l'eliminazione ai quarti a Tokyo 2020 e il cambio di allenatore, con De Giorgi in carica soltanto ad inizio settembre. Giornata epica per Daniele Lavia e Alessandro Michieletto, che con 21 e 17 punti regalano all'Italia quel settimo titolo che mancava dal lontanissimo 2005: l'ennesimo successo di una strepitosa estate italiana. Finisce in lacrime, invece, per la Slovenia, al terzo ko in altrettanti finali disputate nel 2015, nel 2019 e nel 2021.

DE GIORGI: "UNA GIOIA IMMENSA, GRUPPO SPLENDIDO"
"È una gioia immensa, una vittoria cercata, desiderata, arrivata al termine di una gara davvero difficile, in cui i ragazzi per lunghi tratti hanno saputo soffrire, ma non hanno mai mollato la presa". Il ct azzurro Ferdinando De Giorgi elogia la squadra dopo il trionfo. "Questa sera hanno dimostrato di un essere un vero gruppo, unito che ha saputo condividere e ricompattarsi nel momento più difficile. Il fatto che chi è entrato dalla panchina è risultato essere decisivo è la testimonianza più evidente delle mie parole: questo è un gruppo davvero splendido".

ITALIA-SLOVENIA: 3-2 (22-25, 25-20, 20-25, 25-20, 15-11)
- ITA: Giannelli 3, Pinali 12, Galassi 6, Anzani 9, Michieletto 17, Lavia 21, Balaso (L). Recine, Piccinelli (L), Romanò 11, Ricci 2. Ne: Sbertoli, Cortesia, Bottolo. All: De Giorgi.
- SLO: Stern 14, Pajenk 16, Kozamernik 8, Ropret 3, Urnaut 10, Cebulj 14, Kovacic (L). Mozic, Stalekar, Vincic, Klobucar Sket 1. Ne: Videcnik. Stern Z (L) All: Giuliani.

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments