MASCHILE

Volley, Europei: l’Italia batte la Germania e vola in semifinale

Gli azzurri stendono i tedeschi con un netto 3-0 (25-13, 25-18, 25-19). Sabato la Serbia

  • A
  • A
  • A

L’Italia prosegue la corsa negli Europei di pallavolo maschile. Gli azzurri dominano anche nei quarti di finale, battendo la Germania con un 3-0 senza storia maturato con i parziali 25-13, 25-18, 25-19. Ancora una volta grande prestazione corale per la nazionale, guidata dai muri di Anzani e Lavia e dagli attacchi di Michieletto e Galassi. Sabato a Katowice la semifinale contro la Serbia, in cui si lotterà per un posto nella finalissima.

Un’altra vittoria convincente per l’Italvolley agli europei maschili. Gli azzurri sconfiggono anche la Germania con un 3-0 senza appello, ben descritto dai parziali di 25-13, 25-18, 25-19, e approdano in semifinale. Sabato, a Katowice, affronteranno la Serbia per accedere all’ultimo atto del torneo continentale. Avvio di partita equilibrato, in cui le squadre lottano punto a punto. Sul 7 pari però l’Italia trova il primo, deciso allungo con il primo tempo di Galassi, il muro di Anzani e la parallela di Michieletto, seguita da un’invasione avversaria. I quattro punti consecutivi galvanizzano gli uomini di De Giorgi, i quali prendono il largo con una difesa eccezionale e qualche errore degli avversari: memorabili un paio di muri di Lavia su Grozer, per l’allungo fino al 18-10. Il primo set va presto in archivio con un netto 25-13, finalizzato dal diagonale di Michieletto. Nel secondo parziale la musica non cambia. Sfida tirata fino al 6-6, poi gli azzurri hanno più concretezza e sfruttano le tante battute sbagliate dagli avversari, i quali forzano tanto con risultati scadenti o neutralizzati dalla seconda linea.

La pipe di Lavia e il muro di Anzani sul primo tempo di Krick firmano il 13-8, un solco difficile da colmare per i tedeschi. L’ottimo turno in battuta di Galassi indirizza definitivamente il set sul 21-14: è la battuta out di Weber a concludere 25-18, a favore dell’Italia. La Germania non vuole arrendersi e inizia meglio il terzo parziale, portandosi avanti 6-4. Gli uomini di De Giorgi prima rientrano e poi passano avanti, anche con uno splendido attacco in palleggio di Michieletto per il 9-7. Due punti consecutivi di Lavia e poi altri due preziosi di Giannelli e Pinali firmano il +6 e avvicinano l’Italia al passaggio del turno. Gli azzurri continuano a macinare gioco e con due muri di Anzani si costruiscono ben sette match point: il servizio fuori di Karlitzek regala il 25-19 definitivo e il pass per la semifinale. Ora bisogna continuare a sognare.

DE GIORGI: "BRAVI A LIMITARE LA GERMANIA"
"Siamo chiaramente felici anche per il percorso che abbiamo fatto giocando davvero una buona partita. Un allenatore al termine di una partita così non può che essere soddisfatto, siamo contenti non solo per noi ma anche per la stessa maglia azzurra che torna tra le migliori 4 in Europa". Lo ha detto Fefè De Giorgi, ct della Nazionale di volley, parlando dopo la vittoria contro la Germania nei quarti degli Europei. "I ragazzi sanno che nella nostra testa ora non deve cambiare nulla, ma dobbiamo andare li' cercando di giocare la nostra migliore pallavolo e vedere se sara' sufficiente per tagliare traguardi importanti. Oggi non era facile - ha aggiunto - ma siamo stati bravi a limitare i loro punti di forza e a contenerli mantenendo il nostro ritmo sempre molto alto". "E' importante la crescita di alcuni ragazzi in termini di personalità durante la gara e durante l'intero torneo. Stanno risolvendo da squadra alcune situazioni difficili. Ora ci attende la Serbia e sicuramente non sarà facile ma noi dovremo andare li' ed esprimerci al massimo delle nostre possibilità. Poi vedremo cosa succederà", ha concluso.

ITALIA-GERMANIA: 3-0 (25-13, 25-18, 25-19)
- ITA: Giannelli 2, Pinali 11, Galassi 4, Anzani 5, Michieletto 13, Lavia 14, Balaso (L). Ne: Recine, Romanò, Bottolo, Sbertoli, Cortesia, Ricci, Piccinelli (L). All: De Giorgi.
- GER: Kaliberda 6, Grozer, Brehme 1, Karlitzek 10, Zimmermann 2, Krick 5, Zenger (L). Weber 8, Schott, Krage 2, Tille. Ne: Fromm, Reichert, Goralek (L). All: Giani

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments