Australian Open, trionfa Federer

Lo svizzero conquista il 18esimo titolo dello Slam

di
  • A
  • A
  • A

Il re è tornato. Il re è Roger Federer. A Melbourne lo svizzero conquista il 18esimo titolo dello Slam battendo nella finale degli Australian Open Rafa Nadal 6-4 3-6 6-1 3-6 6-3. Battaglia epica, durata tre ore e 37 minuti. Federer, 35 anni, non trionfava in uno Slam da Wimbledon 2012. Si tratta del quinto titolo in Australia per lo svizzero, che si prende la rivincita sullo spagnolo che lo aveva sconfitto qui nel 2009.

Lo sguardo incredulo, il tabellone del "falco" che dice "IN". La racchetta stretta a sé, un sorriso isterico, l'urlo verso il proprio angolo, verso Mirka e il suo staff. Roger Federer ha vinto gli Australian Open 2017. Il re è tornato a vincere, a dominare, a incantare il mondo con il suo tennis quasi perfetto. Si è dovuto inchinare, Rafa Nadal. Si è inchinato dopo 5 set, 3 ore e 37 a bordo di montagne russe che hanno attraversato a tutta velocità il paradiso del tennis. La leggenda e la storia si sono sublimate nello scontro più significativo del tennis moderno, quello con più Slam in campo, quello dell'eterna rivalità che vedeva quasi sempre trionfare Nadal.

Cinque mesi fa era pura follia immaginare una finale tra questi due campioni, lontani dai campi per problemi fisici. E invece hanno messo in scena uno spettacolo meraviglioso. Che come lo stesso Federer ha spiegato al termine del match, poteva anche non avere vincitori, tanto era già gigante la portata di questo evento.

Ma la finale non ha deluso. E si è protratta fino al quinto set come nel 2009 quando proprio a Melbourne Nadal fece piangere di dolore Roger. "It's killing me", diceva Federer stravolto dalla delusione di un match perso dopo oltre quattro ore di battaglia. Stavolta i cinque set si sono giocati in 3 ore e 37 minuti, e ha vinto lo svizzero: terza volta in una finale Slam contro Nadal, che aveva sconfitto Roger sei volte nelle finali Major. I due non si trovavano di fronte all'epilogo di uno Slam dal 2011 (Parigi), e ora il bilancio generale è di 12 vittorie di Federer su 35 confronti.

Alla Rod Laver Arena di Melbourne Federer è sceso in campo senza complessi psicologici nei confronti di Nadal, vincendo il primo set 6-4 grazie al break decisivo nell'ottavo game. Neanche il tempo di tornare in campo e Rafa scappa subito sul 4-0 con due break consecutivi. La reazione di Federer non basta: 6-3 per lo spagnolo e tutto pari. Il terzo set è un monologo dello svizzero: prima annulla tre palle break con altrettanti ace, poi con tre break conquista il set 6-1. Nadal non si scompone, ritorna a martellare, fa il break nel quarto gioco e conquista il set 6-3.

Quinto set, quello che tutti volevano. Prima però Federer, come contro Wawrinka, si rifugia negli spogliatoi grazie al medical time-out. I problemi all'adduttore lo rendono insicuro. Nadal gli strappa subito il servizio, poi annulla tre palle break e si porta sul 3-1. A questo punto la battaglia diventa epica del tennis. Federer insiste e trova il break del 3-3. Il nono game è quello decisivo: Nadal annulla quattro palle break, ma non può nulla sulla quinta: il 5-3 per lo svizzero lo manda al servizio per il match. L'ultimo game è thrilling. Nadal va sopra 15-40, Federer serve divinamente, i giudici di linea vanno in confusione ma il "falco" sta dalla parte di Federer, anche sull'ultimo, decisivo, punto.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments