TOKYO 2020

Tokyo 2020, scherma: l'orgoglio delle ragazze del fioretto vale il bronzo

Dopo l’amara sconfitta in semifinale contro la Francia Errigo, Batini, Volpi e Cipressa dominano la finalina contro le americane: finisce 45-23

  • A
  • A
  • A

Arriva dalla gara a squadre l’unica medaglia del fioretto femminile a Tokyo 2020: dopo la sconfitta in semifinale con la Francia (capace di rimontare 11 stoccate), l’Italia rappresentata in pedana da Arianna Errigo, Martina Batini, Alice Volpi ed Erica Cipressa conquista il bronzo nella finalina contro gli Usa, con il punteggio finale di 45-23. È la quinta medaglia (3 argenti, 2 bronzi) della scherma azzurra in Giappone.

Il rischio era che la squadra azzurra del fioretto femminile potesse subire ripercussioni psicologiche troppo forti da sostenere, dopo la clamorosa rimonta (da -11 stoccate) subita dalla Francia in semifinale. Arianna Errigo, Martina Batini, Alice Volpi ed Erica Cipressa (subentrata nella settima delle nove manche) si ritrovano però alla grande nella finalina del torneo di Tokyo 2020 e travolgono 45-23 le fiorettiste degli Stati Uniti, conquistando con orgoglio una comunque bella medaglia di bronzo, che arricchisce il medagliere sia a livello complessivo sia a livello di disciplina.

L’inizio, in realtà, è piuttosto difficile: forse ancora scossa dal blackout vissuto in semifinale, Errigo soffre nella prima ripresa contro Nicole Ross, capace di chiudere la frazione sul 5-3. Da quel momento, però, è davvero soltanto Italia: Batini mette subito la firma su sette stoccate contro Lee Kiefer, la americane perdono la presa sull’incontro e le azzurre volano di manche in manche, fino al 30-20 di fine sesta frazione che convince lo staff tecnico a regalare il Momento olimpico (quello con la emme maiuscola) ad Erica Cipressa.

Quest’ultima, assieme a Volpi ed Errigo, è protagonista di un 15-3 di parziale finale inappellabile, che vale il +22 finale e, soprattutto, un posto sul podio e la quinta medaglia complessiva per la disciplina. Non sarà quello che l’Italia della scherma desiderava alla vigilia dei Giochi Olimpici ma resta un risultato importante, anche e soprattutto per evitare che il fioretto femminile restasse clamorosamente senza medaglie.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments