Tiro al volo, Rossetti vince la medaglia d'oro

E' la medaglia numero 16 della spedizione azzurra: battuto 16-15 lo svedese Svensson. Suo padre Bruno vinse il bronzo a Barcellona '92

Rossetti

Si tinge ancora una volta d'azzurro il cielo sopra l'Olympic Shooting Center di Rio. Con una straordinaria prova senza errori Gabriele Rossetti conquista il quinto oro per l'Italia, battendo nella finalissima del tiro a volo, specialità Skeet (la stessa di Diana Bacosi e Chiara Cainero), lo svedese Marcus Svensson per 16-15. Il bronzo va al kuwaitiano che gareggia tra gli Atleti Olimpici Indipendenti, Abdullah Al-Rashidi. "Sono stato freddo non ho mollato mai. Un piattello alla volta e mi rendevo conto sempre di più di potercela fare. Alla fine è andata", lo dice Gabriele Rossetti dopo la medaglia d'oro nello skeet ai Giochi Olimpici di Rio de Janeiro.

Poi ha aggiunto: "Mio padre non perse un bronzo, come dice lui, ma lo conquistò. E io oggi ho preso l'oro: abbiamo allargato la bacheca di famiglia, e questa medaglia è anche sua. Guida un'altra nazionale, ma il suo cuore è con me. Poi dico grazie al ct Andrea Benelli". Gabriele Rossetti ha due dediche da fare per l'oro di Rio. "Mi è dispiaciuto battere Delaunay e Terras, i ragazzi guidati da mio papà Bruno - aggiunge -: sono rivali ma anche amici con cui spesso mi alleno. Ma oggi era io o loro, è lo sport".

Nel 1992 il padre Bruno conquistò il bronzo a Barcellona, ora il figlio Gabriele classe 1995 può festeggiare la medaglia più ambita, quell'oro che sembrava un sogno soltanto un giorno fa quando, in fase di qualificazione, sbagliò ben 4 piattelli. Questa mattina un 50 su 50 che gli è valso lo spareggio per accedere alla semifinale. Poi un 12 su 12 per entrare tra i migliori 6 e infine un 16 su 16 che gli permette di sfidare il fortissimo svedese Marcus Svensson.

La tensione è altissima, l'azzurro tira per primo e centra ancora una volta tutti i 16 piattelli mentre l'avversario nella finalissima sbaglia proprio l'ultimo: è l'apoteosi, una vittoria tanto bella quanto inattesa che premia un tiratore infallibile. In questi Giochi l'Italia si conferma la prima Nazione nel tiro a volo con 2 ori (Rossetti e Bacosi) e tre argenti (Cainero, Pellielo e Innocenti).

TAGS:
Rio 2016
Rossetti
Tiro al volo

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X