Da Monaco 1972 a Rio 2016: la storia delle medaglie italiane

Minimo storico di ori a Montreal, da tre edizioni siamo saliti otto volte sul gradino più alto

  • A
  • A
  • A

Il numero otto è una costante nelle ultime Olimpiadi italiane. A Londra e Pechino, infatti, abbiamo portato a casa otto medaglie d'oro come successo a Rio. Rispetto a Londra, abbiamo eguagliato anche il numero di medaglie totali conquistando, però, più argenti. Ma come possiamo giudicare la performance brasiliana rispetto a quelle delle passate olimpiadi. Abbiamo provato a farlo confrontando le medaglie totali e quelle d'oro azzurre partendo da Monaco 1972.

Reduce dai 3 ori di Città del Messico, l'Italia a Monaco porta il bottino a 5 ori e 18 podi totali grazie alla conferma di Klaus Dibiasi dalla piattaforma dei tuffi e alla scherma. Quattro anni dopo il mondo dello sport conosce il primo dei tre boicottaggi (a Montreal deciso da alcune nazioni africane) e l'Italia tocca il minimo storico in fatto di ori. Ne arrivano solo 2, ancora grazie a Dibiasi e al fioretto. Nel 1980 l'Italia, nonostante il parere negativo del governo, si presenta a Mosca e non sposa il boicottaggio. Senza Usa, Germania Ovest e altre nazioni l'Italia 8 medaglie d'oro (15 totali) con, tra gli altri, Pietro Mennea, Sara Simeoni e Patrizio Oliva.

Altra Olimpiade, altro boicottaggio. A Los Angeles non si presentano quasi tutti i paesi del blocco sovietico e l'Italia arriva a 14 medaglie d'oro. A Seul torniamo a 6 medaglie d'oro ma arriva la vittoria nella Maratona di Gelindo Bordin, oltre alle imprese dei fratelli Abbagnale nel canottaggio. Sei ori confermati anche a Barcellona nel 1992 (19 totali) con l'impresa del Settebello e di Casartelli nel ciclismo. Ad Atlanta l'Italia fa registrare il bottino totale più prestigioso della sua storia (35 medaglie) con 13 ori. Da ricordare quelli di Juri Chechi e Antonio Rossi.

A Sydney 2000 l'Italia scopre che si può vincere anche nel nuoto (2 ori per Fioravanti) e chiude con 34 medaglie totali e 13 ori. Stefano Baldini vince la Maratona ad Atene, e già basterebbe a salvare una spedizione olimpica. L'Italia, in Grecia, chiude con 10 ori e 32 podi. La Cina domina la 29esima edizione dei giochi olimpici svoltasi a Pechino. L'Italia registra una leggera flessione rispetto a 4 anni prima e chiude con 8 ori e 27 podi. Tra le imprese da ricordare, quelle di Federica Pellegrini, Valentina Vezzali e Roberto Cammarelle. Bottino praticamente confermato a Londra 2012. Gli azzurri conquistano 8 ori e 28 podi, uno in più rispetto a Pechino. Sugli scudi la scherma (sia maschile che femminile), il tiro con l'arco e un grandissimo Niccolò Campriani.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments