Dumoulin contro Nibali e Quintana

La Maglia Rosa: "Sono alleati, ma il traguardo è sempre più vicino"

  • A
  • A
  • A

Forte, e anche spavaldo: Tom Dumoulin vede sempre più vicino il traguardo di Milano dopo essere passato indenne dal tappone di Ortisei. Una sicurezza, quella dell'olandese, fatta trasparire nelle parole a fine frazione, quando ha punto Nibali e Quintana, incapaci di attaccarlo e che, per curarlo, hanno quasi rischiato di essere beffati da Pinot per il podio: "Se continueranno a preoccuparsi solo di me, gli starà bene se perderanno il podio di Milano".

Parole pungenti, che aprono la bagarre per le ultime tre tappe. Dumoulin ha 31" su Quintana, 1'12" su Nibali e 1'36" su Pinot. All'orizzonte l'arrivo in salita di Piancavallo, la tappa col Monte Grappa ma anche la crono finale nella quale potrà guadagnare ulteriore terreno.

"Abbiamo messo in archivio un'altra bella giornata, sono contento di non aver perso tempo da Vincenzo e Nairo. Non ho capito la loro tattica, si sono concentrati su di me, mentre altri guadagnavano terreno. Non ho capito perché non hanno collaborato. Erano evidentemente d'accordo tra loro oggi, ma alla fine hanno perso quasi un minuto da uno come Pinot, che in una crono piatta come quella di domenica è più forte di loro. Per domani sono fiducioso, sarà ancora dura, ma io ho buonissime sensazioni. Oggi è andata bene, spero di avere altre due giornate buone. Il traguardo finale è sempre più vicino"

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments