L'INTERVISTA

Thuram: "Pronto a essere il 9 della Francia, Inter altra dimensione"

L'attaccante francese dell'Inter ha rilasciato un'intervista ad As a pochi giorni dall'inizio degli Europei nella quale ha parlato del suo futuro in nazionale, ma non solo. 

  • A
  • A
  • A

A pochi giorni dallo start di Euro 2024, anche l'attaccante dell'Inter Marcus Thuram ha rilasciato alcune dichiarazioni al portale spagnolo As. In particolare, Thuram si è soffermato sul proprio momento di forma: "Affronto il prossimo Europeo da giocatore che ha piena fiducia in se stesso, dopo aver fatto abbastanza bene in questa stagione con l'Inter. Sono un giocatore che viene all'Europeo con la voglia di aiutare la Nazionale, in un torneo che considero la continuità del lavoro che ho svolto con tanto impegno. Sono molto fiducioso in questo momento in tutto ciò che faccio". Poi prosegue parlando del proprio futuro in nazionale: "Naturalmente mi sento pronto per essere il numero nove della squadra francese, ma non dirò di essere il successore di Giroud. Ho firmato per l'Inter la scorsa estate per entrare in una nuova dimensione e aprire un nuovo capitolo. Mi sono assunto delle responsabilità in questa stagione e mi sento pronto per essere il numero 9 della Francia". 

Vedi anche Deschamps: "Rabiot sta bene alla Juve, Thuram erede di Giroud" euro 2024 Deschamps: "Rabiot sta bene alla Juve, Thuram erede di Giroud"

Nel corso della lunga intervista, Thuram ha parlato anche delle differenze tra il Borussia Mönchengladbach, suo ex club, e l'Inter: "Tra il Gladbach, squadra per la quale nutro profondo rispetto e per la quale sono grato per tante cose, e l'Inter ho scoperto cose nuove, anche molta più pressione e un nuovo stadio. Ho dato tutto per adattarmi velocemente. L'Inter è un'altra dimensione, perché inizi la stagione con l'obiettivo di vincere la Serie A e se ciò non avviene è un fallimento. È chiaro che tutti i giocatori che vengono ad allenarsi hanno un obiettivo chiaro. Ho notato anche una differenza di mentalità, perché ogni partita con l'Inter è importante, ogni minuto è fondamentale per provare a vincere lo scudetto". 

Infine, doveroso anche un passaggio sul compagno di nazionale Kylian Mbappé: "Ha dimostrato di essere il migliore al mondo e non solo quest'anno. Da quando ha iniziato a giocare a calcio, sapevamo tutti quanto fosse talentuoso. Stagione dopo stagione quello che ha fatto è confermare tutto il talento che ha da quando ha iniziato a giocare. Ha confermato il suo potenziale anche in partite importanti con la squadra francese, come nella finale dei Mondiali del 2022, o nel PSG, conquistando numerosi titoli. Penso che sia logico dire che Mbappé, in questo momento, è uno dei migliori giocatori al mondo". 

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti