Euro 2016, Croazia-Spagna 2-1: Furie Rosse agli ottavi con l'Italia

Kalinic e Perisic completano la rimonta per il primato. Subasic para un rigore a Ramos

di MAX CRISTINA

Sarà Italia-Spagna agli ottavi di finale di Euro 2016. Le Furie Rosse si sono fatte rimontare dalla Croazia perdendo 2-1 e regalando il primo posto del gruppo D ai ragazzi di Cacic. Spagna avanti al 7' con il tap-in di Morata, pareggiato da Kalinic al 45' dopo un palo-traversa di Rakitic. Nella ripresa Subasic para un rigore a Sergio Ramos e l'interista Perisic all'88' completa la rimonta. Al 95' Corluka salva un gol sulla linea.

ZoomDisattiva slideshow
Foto 1

Lapresse

Foto 2

Lapresse

Foto 3

Lapresse

Foto 4

Lapresse

Foto 5

Lapresse

Foto 6

Lapresse

Foto 7

Lapresse

Foto 8

Lapresse

Foto 9

Lapresse

Foto 10

Lapresse

Foto 11

Lapresse

Foto 12

Lapresse

Foto 13

Lapresse

Foto 14

Lapresse

Foto 15

Lapresse

Foto 16

Lapresse

LA PARTITA

Quattro anni dopo sarà ancora Italia-Spagna, ma questa volta porterà con sé la coppa. La rimonta della Croazia fino al 2-1 culminato dal gol di Perisic a due minuti dalla fine piazza le Furie Rosse nella parte di tabellone più ostica, con gli Azzurri appunto ma anche con Germania, Francia e Inghilterra di riflesso. Una beffa per gli uomini di Del Bosque colpiti all'88' dal contropiede dell'interista, ma a conclusione di una partita ricca di giocate, corsa ed emozioni. Ricca di qualità, insomma, e da quel punto di vista la Croazia di Cacic non è stata seconda, anzi. Il rigore parato da Subasic (da ripetere) e il salvataggio finale di Corluka sono stati i dettagli che hanno fatto la differenza.

Presto e ingiusto dire se sia stato un male o un bene per l'Italia vista la prova collettiva della Croazia e una vittoria magari fortunata ma non certo rubata per quanto visto in campo. Soprattutto dopo l'inizio della Spagna capace di andare in vantaggio alla prima occasione utile con una giocata a tutto campo iniziata dalle retrovie, portata avanti da Silva e Fabregas e conclusa in porta da Morata. La reazione della Croazia è stata da squadra vera trascinata dal suo uomo migliore, quel Rakitic di barcelloniana attitudine che al 14' ha sfiorata il gol dell'Europeo colpendo in pallonetto su Piqué traversa e palo nella stessa conclusione. Il palleggio spagnolo l'ha fatta da padrone per il primo tempo, ma se Morata al 43' sbaglia lo stop a tu per tu con Subasic, sul ribaltamenti di fronte l'asse di centrosinistra Perisic-Kalinic trova il gol del pareggio con l'acrobazia della punta della Fiorentina a interrompere il record d'imbattibilità spagnolo a 735 minuti (l'ultimo gol fu di Di Natale ai gironi di Euro 2012).

Nella ripresa la sfida diventa ancora più veloce, ma la Croazia si è ripresentata in campo ancora più organizzata e meno frettolosa nel cercare la pressione a tutto campo. La Spagna si specchia nelle proprie trame ma senza trovare l'imbucata vincente fino al 67' quando Vrsaljko pur provando a togliersi atterra Silva in area di rigore. Dal dischetto si presenta Sergio Ramos che si fa ipnotizzare da Subasic, avanzato a dir la verità di almeno tre metri. Un errore da sliding doors perché mentre le Furie Rosse nonostante il primato continuano ad attaccare, la Croazia riparte e colpisce con Perisic (più una deviazione) a due minuti dalla fine prendendosi primato e parte più dolce del tabellone. Evitandosi l'Italia che, per parafrasare Piqué, non è mai un male.

LE PAGELLE

Srna 7,5 - Implacabile capitano. Sulla fascia destra scava il solco facendo terzino e ala allo stesso tempo. Ma non è una novità, nemmeno la qualità delle sue giocate

Ramos 4,5 - Sbaglia tutto. Prima combina una frittata nel primo tempo mandando in porta Kalinic, poi se lo perde nel gol del pari e infine chiude in "bellezza" sbagliando il rigore

Perisic 7,5 - Segna a modo suo e nella sua fascia. Col doppio passo è imprendibile. Assist e gol che vale il primato

Silva 6,5 - La vena offensiva spagnola passa dai suoi piedi. Per un'ora disegna calcio, poi sparisce

Pjaca 6,5 - Un po' confusionario ma efficace. Sulla destra forma un tandem importante con Srna e fa male alla difesa spagnola

Nolito 5 - Il suo movimento dà profondità, ma quando è il momento di piazzare la giocata giusta perde dei tempi di gioco importanti

IL TABELLINO

CROAZIA-SPAGNA 2-1
Croazia (4-2-3-1):
Subasic 7; Srna 7,5, Corluka 7, Jedvaj 6, Vrsaljko 5,5; Rog 6 (37' st Kovacic sv), Badelj 6,5; Perisic 7,5 (49' st Kramaric sv), Rakitic 7, Pjaca 6,5 (47' st Cop sv); N. Kalinic 6,5. A disp.: Vargic, I. Kalinic, Strinic, Modric, Schildenfeld, Brozovic, Mandzukic, Coric, Vida. Ct.: Cacic 7.
Spagna (4-3-3): De Gea 5,5; Juanfran 6, Piqué 5,5, Sergio Ramos 4,5, Jordi Alba 6; Fabregas 6,5 (39' st Thiago sv), Busquets 6, Iniesta 6; David Silva 6,5, Morata 6,5 (22' st Aduriz 5,5), Nolito 5 (15' st Soriano 5,5). A disp.: Casillas, Rico, Azpilicueta, Bartra, Koke, Vazquez, Pedro, Bellerin, San Jose. Ct.: Del Bosque 5,5.
Arbitro: Kuipers
Marcatori: 7' Morata (S), 45' Kalinic (C), 43' st Perisic (C)
Ammoniti: Rog, Vrsaljko, Srna (C)
Espulsi: nessuno
Note: 25' st Subasic para un rigore a Sergio Ramos (S)

TAGS:
Euro 2016
Croazia
Spagna
Pagelle
Tabellino