Euro 2016, Croazia-Portogallo 0-1: decide Quaresma a 5' dalla fine

Un gol dell'ex interista nei supplementari regala i quarti ai lusitani, che troveranno la Polonia

di MARCO MUGNAIOLI

Quaresma, Afp

Il Portogallo batte 1-0 la Croazia dopo i supplementari e vola ai quarti di finale di Euro 2016, dove troverà la Polonia. Allo Stade Bollaert-Delelis di Lens le due squadre giocano una partita di grande intensità ma dalle poche emozioni, che arrivano tutte nel finale: Perisic colpisce il palo a 6' dal termine, sul contropiede Quaresma batte Subasic di testa, poi nel finale il forcing croato non produce il gol sperato.

LA PARTITA

Un gol di Quaresma quando ormai tutti aspettavano i rigori manda in Paradiso il Portogallo e a casa una Croazia che ha giocato meglio degli avversari e che viene eliminata con tanti rimpianti. La generazione di talenti guidata da Cacic forse non ha ancora l'esperienza necessaria per vincere qualcosa di davvero importante, anche se questa sembrava davvero l'occasione buona visto il tabellone. Occasione che proverà a sfruttare la squadra di CR7, che adesso ha davanti a sè un'autostrada che porta dritti a Parigi.

Rispetto alla vittoria con la Spagna, il ct Cacic recupera Modric e Mandzukic e torna alla formazione titolare, con Vida al centro della difesa, Strinic che riprende il suo posto a sinistra ai danni di Vrsalijko e il terzetto Rakitic-Brozovic-Perisic alle spalle dell'attaccante bianconero. Molte sorprese invece nella formazione schierata dal ct Santos, che lascia fuori Carvalho e Moutinho, deludenti contro l'Ungheria, e sceglie Fonte al centro della difesa e Silva in cabina di regia, a sinistra torna il recuperato Guerreiro, davanti la solita coppia Ronaldo-Nani, alla centesima presenza in nazionale.

L'inizio è a ritmo alto ma caratterizzato da grande rispetto, con la Croazia a fare possesso e il Portogallo tutto dietro la linea della palla e attento a chiudere ogni spazio. Col passare dei minuti viene fuori anche la qualità di palleggio della squadra di Santos, ma nonostante i molti talenti in campo le occasioni da gol scarseggiano. I due tecnici hanno preparato la partita in modo perfetto dal punto di vista tattico, così la prima occasione non può che arrivare su calcio piazzato, con Pepe che salta di testa in mezzo all'area ma mette alto sopra la traversa. Il pericolo corso dà una scossa alla nazionale con la maglia a scacchi, che intorno alla mezz'ora arriva per la prima volta al tiro con Perisic, decisamente il più in palla dei suoi. Nel finale di primo tempo la stanchezza comincia a farsi sentire, le squadre si allungano leggermente e la partita diventa più gradevole, ma nel complesso la prima frazione va in archivio dopo aver regalato più sbadigli che emozioni, con le due squadre brave ad annullarsi a vicenda e le difese decisamente più incisive degli attacchi.

Si ricomincia con gli stessi 22 in campo, ma dopo pochi minuti Santos getta nella mischia il baby Renato Sanches al posto di Andrè Gomes, anche oggi sotto i suoi standard abituali, e passa al 4-5-1, con Joao Mario e Nani ad agire dietro a Ronaldo. La prima occasione della ripresa è per Brozovic, che calcia alto sugli sviluppi di un corner in cui la difesa lusitana si fa trovare colpevolmente distratta, la risposta del Portogallo è affidata a Sanches, che scambia bene con Nani e arriva al tiro dal limite, ma strozza troppo il pallone. Intorno al quarto d'ora Vida va vicinissimo al vantaggio ben imbeccato da Srna, ma il suo colpo di testa esce di pochi centimetri; sul ribaltamento di fronte proteste portoghesi per un fallo in area di Strinic su Nani, ma Carballo decide di non fischiare (e sbaglia). Il secondo tempo è più divertente del primo, le squadre cercano il gol con più insistenza, ma nessuno vuole perdere e la partita rimane comunque bloccata. Santos prova a dare una scossa mettendo Quaresma per Joao Mario, Cacic risponde inserendo il viola Kalinic per Mandzukic, ma ormai è troppo tardi, per decidere chi sfiderà la Polonia si va ai supplementari.

Anche oltre il 90' il copione non cambia, la Croazia fa possesso palla ma non riesce a pungere, entrambe le squadre sono molto attente a non correre rischi e quando Kalinic riesce a liberarsi per il primo tiro dei supplementari calcia malamente sul fondo. Pjaca, appena entrato, semina il panico nella difesa lusitana ma poi serve male per Kalinic, sul corner successivo Rui Patricio esce malissimo e spalanca la porta a Vida, che però di testa manda incredibilmente alto. Negli ultimi minuti la partita si trasforma e diventa bellissima: Perisic colpisce il palo di testa, sul contropiede che ne scaturisce CR7 calcia a botta sicura, Subasic dice di no, ma Quaresma è più veloce di tutti e mette dentro di testa. La Croazia si riversa tutta in avanti, Pjaca è scatenato, l'occasione migliore è per Perisic, che però calcia fuori di poco. La festa portoghese può esplodere, ai quarti ci sarà la Polonia. 

LE PAGELLE

Srna 7 Instancabile nel fare le due fasi, dai suoi piedi nascono moltissimi cross interssanti
Modric 7 Rientrato dall'infortunio gioca una partita totale senza risparmiarsi mai, tutte le azioni partono dai suoi piedi 
Rakitic 5 Probabilmente la peggior partita dell'Europeo del talento del Barcellona: impreciso, mai pericoloso in avanti e sostituito

Ronaldo 6 In tutta la partita non gli arriva mai un pallone giocabile, si divora il gol vittoria ma conta poco perchè arriva Quaresma
Sanches 7 Il baby talento acquistato a peso d'oro dal Bayern entra nella ripresa e cambia la partita: qualità e personalità invidiabili
Quaresma 7,5 Entra nel finale e segna il gol probabilmente più importante della sua carriera

IL TABELLINO

CROAZIA-PORTOGALLO 0-1 
Croazia (4-2-3-1): Subašić 6; Srna 7, Ćorluka 7, Vida 5,5, Strinić 6; Modrić 7, Badelj 6; Brozović 5,5, Rakitić (5' sts Pjaca 6,5), Perišić 6,5; Mandžukić 5,5 (43' st Kalinic 6).
A disp: Vargić, Kalinić, Vrsaljko, Jedvaj, Kovačić, Kramarić, Schildenfeld, Rog, N.Kalinić, Ćorić, Pjaca, Čop. Ct: Čačić
Portogallo (4-4-2): Rui Patrício 6,5; Cèdric 6,5, Josè Fonte 6, Pepe 6, Guerreiro 6,5; W.Carvalho 6, Adrien Silva 6,5 (2' sts Danilo), André Gomes 5 (4'st Sanches 7), João Mário 5,5 (40'st Quaresma 7,5); Nani 5,5, Ronaldo 6.
A disp: Lopes, Eduardo, Bruno Alves, R.Carvalho, Vieirinha, Danilo, R.Sanches, R.Silva, Quaresma, Eliseu, Éder. Ct: Santos
Arbitro: Velasco (Esp)
Marcatori: 117' Quaresma (P)
Ammoniti: W.Carvalho (P)
Espulsi

TAGS:
Euro 2016
Ottavi
Croazia
Portogallo