Sci: Shiffrin da sogno, le mani sulla coppa di slalom

La statunitense trionfa anche a Ofterschwang. Holdener e Hansdotter completano il podio. Azzurre male

  • A
  • A
  • A

La Shiffrin non sbaglia e conquista anche la coppa di specialità chiudendo al primo posto nello slalom speciale a Ofterschwang, Germania. Ha provato a strapparle il gradino più alto del podio una straordinaria Holdener (+0”09) a cui non basta il miglior tempo assoluto della seconda manche. Chiude in terza posizione la svedese Hansdotter (+0”72). Quarta la Vlhova, principale inseguitrice della Shiffrin nella coppa di specialità.

La Shiffrin dopo la Coppa del Mondo va a caccia della quinta Coppa di specialità e nello slalom di Ofterschwang parte subito fortissima, provando a ipotecare il successo già nella prima manche. Il tempo della statunitense prima della seconda frazione è di 54”25, la prestazione è come al solito impeccabile, ma i distacchi lasciano aperta una porta alle speranze avversarie: le austriache Gallhuber (+0”30) e Schild (+0”39) la tallonano, la Hansdotter (+0”44) precede la Holdener (+0”46) per un podio destinato ancora alla lotta. Dalle azzurre in prima manche arrivano un quindicesimo posto per Chiara Costazza e un ventunesimo per Federica Brignone a più di due secondi dal primo posto. Subito fuori, invece, Irene Curtoni.

Nella seconda manche le due italiane non riescono a invertire la rotta e finiscono abbondantemente fuori dal podio, per una gara compromessa su ritardi enormi già quando stanno iniziando a scendere le prime dieci. La Brignone arriva diciannovesima a +2”99, Chiara Costazza prova a crederci di più ma deve accontentarsi di un quindicesimo posto a +2”47. È strepitosa Erin Mielzynski, Petra Vlhova si porta momentaneamente al comando, ma i giochi per le prime posizioni sono di esclusiva proprietà delle migliori cinque della prima parte di gara. La svizzera Holdener si supera e chiude con un 1'49”19 complessivo, non le tiene testa la Hansdotter e sbaglia tutto la Schild, vanificando l'ottima prima manche con un sesto posto finale. Katharina Gallhuber imita la connazionale e scivola fuori dal podio in quinta posizione alle spalle della Vlhova. Non delude ancora una volta la Shiffrin, l'1'49”10 vale il primo posto e la vetta blindata della classifica di specialità a stretto giro dal successo nella generale.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments