sci cdm

Sci: Paris si riscatta e domina la discesa di Kvitfjell

Per il 32enne è il secondo successo stagionale, il 21° in carriera

  • A
  • A
  • A

Dominik Paris ha vinto la seconda discesa di Coppa del Mondo di Kvitfjell. Per il 32enne azzurro è il secondo successo stagionale, dopo quello di Bormio a fine dicembre, e il 21° in carriera, di cui 17 in libera, che lo conferma miglior velocista azzurro di sempre e uno dei primi al mondo, quarto nella classifica dei migliori della storia guidata dal leggendario Franz Klammer con 25 vittorie. Secondo il norvegese Aleksander Kilde che consolida il suo primato nella classifica di disciplina davanti allo svizzero Beat Feuz arrivato terzo, ex aequo con il connazionale Niels Hintermann, vincitore della discesa di venerdì. Per la coppa di discesa si deciderà tutto nell'ultima gara, il 16 marzo alle Finali di Courchevel.

© Getty Images

Superbo Dominik Paris. L'azzurro trova il riscatto nella seconda discesa di Kvitfjell e trionfa, ma a stupire sono anche e soprattutto il tempo e il distacco da uno dei favoriti, il norvegese e padrone di casa Aleksander Aamodt Kilde, che finisce a più di mezzo secondo. 1'43"92 il super tempo di Paris, unico a scendere sotto l'1"44 e capace di rifilare 55 centesimi a Kilde, mentre sono in due ad occupare il gradino più basso del podio: è terzo posto condiviso, infatti, per i due svizzeri Niels Hintermann e Beat Feuz, a +0"81 dall'azzurro.

Il primo ad imporre il ritmo era stato proprio Aleksander Aamodt Kilde, quinto a scendere in pista e momentaneamente primo con il suo 1'44"47. Dopo Ganong, Feuz e Cochran-Siegle, però, arriva Dominik Paris, che non commette errori e si prende la seconda vittoria stagionale dopo quella, sempre in discesa, a Bormio lo scorso 28 dicembre, il terzo podio se si considera il terzo posto di Wengen del 15 gennaio. Una vittoria che consente a Paris di prendere punti importanti nella classifica di specialità: è ora quarto a 482 punti, a -4 dal terzo posto di Matthias Mayer, ma comunque ben lontano dagli ormai irraggiungibili Kilde (570) e Feuz (547). Fuori dalla top 20 Christof Innerhofer, a +2"11 dal connazionale, mentre non riescono a concludere la gara Mattia Casse e Guglielmo Bosca.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti