LE PAROLE

MotoGP Valencia, Dovizioso: "Marquez e Vinales per ora hanno un altro passo"

Rossi: "Brutta caduta, per fortuna tutto ok", Quartararo conferma: "Marc e Maverick i più veloci"

  • A
  • A
  • A

Non è stata una giornata particolarmente positiva per Andrea Dovizioso e per la Ducati, quella che ha inaugurato il weekend di Valencia: "Nelle Libere 2 abbiamo avuto qualche inconveniente tecnico che non ci ha consentito di portare a termine tutto il nostro programma di lavoro -ha spiegato il forlivese - In ogni caso siamo riusciti ad entrare nella top ten e questo è positivo. In questo momento Vinales e Marquez hanno un passo migliore rispetto a tutti gli altri piloti, ma il nostro obiettivo è quello di inserirci subito alle loro spalle e capire quanto margine di miglioramento abbiamo. Sarà anche importante scegliere bene le gomme perché per il momento la situazione per la gara non è ancora chiara".

Alle prese con le consuete difficoltà sul giro secco, invece, Danilo Petrucci: "Nel pomeriggio il freddo ha creato delle condizioni abbastanza difficili, però abbiamo fatto dei passi avanti rispetto a questa mattina. Alla fine siamo tutti abbastanza vicini. Come passo non siamo messi male, ma devo ancora migliorare sul giro singolo. Dobbiamo continuare a lavorare per migliorare il mio feeling, però rimango positivo. Stiamo andando nella direzione giusta: dobbiamo solo mettere tutte le cose in fila e sono convinto che potremo ottenere un buon risultato".

Giornata condizionata da una doppia caduta per Valentino Rossi: "Per fortuna sto bene - ha detto il pilota Yamaha - La prima caduta è stata piuttosto leggera, ma la seconda si è sentita. Qui a Valencia è sempre pericoloso quando si piega verso destra, specialmente in queste condizioni di freddo. In FP1 ho fatto un errore, ho spinto troppo al primo giro. Capiamo meno la caduta del pomeriggio, perché avevo già fatto 7 giri. Comunque è andata così, io sto bene. È un peccato perché andavo piuttosto forte, il mio passo non era niente male. Dobbiamo lavorare un po' sulla moto e capire le gomme migliori, ma la cosa più importante sarà fare un bel giro sabato mattina e rientrare in top 10, poi vedremo".

Soddisfatto del suo venerdì Fabio Quartararo: "È stata una giornata abbastanza positiva - ha detto il frances della Yamaha Petronas - Il time attack è sempre il nostro punto forte, ma questo weekend c'è da lavorare sul ritmo gara, ci mancano un paio di decimi. In generale sono contento, ma devo lavorare su questo aspetto nelle prossime sessioni. Marquez e Vinales sono i più veloci, per fortuna abbiamo i dati di Maverick e possiamo capire come migliorare sul passo, specialmente nel quarto settore. L'addio di Lorenzo? Per me era un esempio come stile di guida, molto morbido e pulito. Ha fatto una grande carriera e anche se ha avuto un anno difficile non possiamo dimenticarci del suo passato e per me resta sempre una leggenda".

Sicuro di sé anche Marc marquez: "È stata una bella giornata. Abbiamo provato gomme e set up diversi e la verità è che sono molto soddisfatto del lavoro svolto. Nonostante questo devo risonoscere che ci sono piloti come Maverick, Fabio e Rins che sembrano andare molto forti. Il mio obiettivo è sempre lo stesso: vincere o almeno salire sul podio. Se oltre a questo riusciremo anche a racimolare i punti necessari perché il team Repsol diventi campione, meglio ancora. Anche Jorge sta lavorando duro per questo obiettivo".

Punta agli obiettivi di squadra Jorge Lorenzo, che domenica a Valencia correrà il suo ultimo GP prima di appendere il casco al chiodo: "Oggi mi sono concentrato molto sulla preparazione della moto e in pista ho cercato di spingere al massimo. Vediamo che ritmo riuscirò a tenere. Questa pista mi ha sempre portato bene. La lesione alla spalla sta migliorando e ho più fiducia in sella. Marc sta andando forte e io mi sento meglio che in altre gare. Le Ducati sembrano soffrire, vediamo se riesco ad aiutare il team a vincere la tripla corona (titolo piloti, costruttori e team, ndr)".

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments