VERSO MISANO

MotoGP, Rossi verso Misano-bis: “Ci saranno più piloti competitivi”

Il campione di Tavullia fa ancora i complimenti ai piloti dell'Academy, Morbidelli e Bagnaia, che inseguono il bis. Dovizioso: “Campionato pazzo”

  • A
  • A
  • A

La MotoGp resta a Misano per la seconda gara sul circuito ‘Marco Simoncelli’, il GP dell’Emilia Romagna. Valentino Rossi, quarto domenica scorsa, fa ancora i complimenti ai centauri dell’Academy ma avverte: “Domenica ci saranno più piloti competitivi”. Moderato ottimismo per Andrea Dovizioso, leader del Mondiale con la sua Ducati ma deludente domenica: “Sensazioni migliori dopo i test. Il campionato è pazzo, tutti hanno alti e bassi”.

Archivio Foto - SportMediaset

Pagina non trovata

Attenzione! Pagina non attiva o non esistente

Per tornare alla Homepage di Sportmediaset CLICCA QUI

Vedi anche  Emergenti contro campioni, satelliti contro ufficiali: la MotoGP 2020 è tutta una rivoluzione! Motogp  Emergenti contro campioni, satelliti contro ufficiali: la MotoGP 2020 è tutta una rivoluzione!

La consueta conferenza stampa del giovedì è il primo atto formale del GP dell’Emilia Romagna in programma, come quello di San Marino dello scorso fine settimana, sul circuito di Misano Adriatico. Una pista importante per Valentino Rossi, che torna inevitabilmente sulle emozioni della gara di domenica scorsa, e sui risultati dei ragazzi dell’Academy: “Per noi è stata una giornata indimenticabile – ha detto Rossi -, soprattutto per le persone che lavorano per l’Academy. Sono contento per mio fratello (Luca Marini, ndr), Bezzecchi, Franco e Pecco. Se fossi riuscito a salire sul podio sarebbe stato storico”.  Proprio Marini potrebbe raggiungerlo presto in MotoGP: "Luca ha parlato con la Ducati, c'e' la possibilita' di approdare in MotoGP con Avintia ed è grandioso perche' Ducati e' competitiva e loro stimano molto i piloti giovani. Ma ora deve concentrarsi sul Mondiale di Moto2 per vincerlo, è l'spetto più importante".

Sulla lotta per il titolo: "E' un Mondiale pazzo. La classifica è cortissima e questo è motivo di grande motivazione. In questo senso l'esperienza è importante, anche se la velocità viene prima di tutto. Per aumentare la mia competitività e lottare per il titolo, la velocità è cruciale e quindi devo essere più veloce". Poi un pensiero sulla prossima gara: “Questo weekend sarà più difficile perché mi aspetto competitività da parte di tutti. Se vogliamo lottare per il podio dobbiamo migliorare in alcuni aspetti per cercare di essere pronti domenica. I test? Abbiamo lavorato sodo, provato cose nuove, ma non credo cambieremo molto”.

Andrea Dovizioso, leader del Mondiale con la sua Ducati, vuole invece riscattare il deludente settimo posto e punta a un risultato migliore dopo dei test interessanti in settimana: “È un campionato pazzo, con tanti alti e bassi da parte di tutti. Sono felice di trovarmi in testa al campionato, ma dobbiamo progredire. Contento per i test di martedi, la mia velocità era molto buona. Il weekend scorso? Il problema più grosso è che non sono stato generalmente abbastanza veloce. All’inizio dell’ultima gara ero in lotta con Pecco, però poi mi è mancata la velocità”. ‘Dovi’ ha anche parlato dei test previsti, per lui e altri 13 piloti (non ci sarà Rossi) a Portimao, seppur con una moto stradale: “In questo campionato devi provare tutte le piste. Con la moto stradale non puoi capire come comportarti sul circuito ma girare lì può essere utile”.

Presenti anche il primo e il secondo classificato di domenica scorsa, il portacolori della Yamaha Petronas, Franco Morbidelli, e il ducatista Pecco Bagnaia. I due sono tornati sul discorso Academy: “Non avrei mai pensato di correre contro Vale e di avere l’opportuinità di lottare con lui in una gara MotoGp” ha detto "Morbido’" “Quando cresci con un idolo e gareggi con lui è speciale. L’anno scorso ci pensavo un po’ di più, forse quest’anno mi trovo più a mio agio e gareggio contro du lui come fossimo al Ranch” ha affermato il torinese. Per quel che riguarda la prossima gara, invece, Morbidelli (che non ha preso parte ai test per un piccolo problema fisico) è fiducioso: “Niente test? Non so se avrà un impatto sulla gara, ma non penso”. Dal canto suo, Bagnaia conferma di non aver avuto problemi martedì: “I test sono fatti in condizioni diverse rispetto alla gara, difficile capire cosa succederà. In ogni caso mi sono fermato prima di sentire dolore alla gamba, so di poter completare la gara e fare bene”.

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments